Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Riflessioni sulle Origini dell'Esoterismo Occidentale

Pubblicato il da G B

 

Alcune riflessioni (di natura assai semplificata) sull’origine dell’esoterismo occidentale:

Come abbiamo già avuto modo di osservare, si potrebbero delineare due origini distinte dell’esoterismo e della religiosità ecumenica ed organizzata in occidente. Il primo farebbe capo agli insegnamenti di San Giovanni Battista (a loro volta probabilmente originato dalla tradizione sapienziale essena e prima ancora egizia e sumera) con evidenti influssi orientali. La seconda invece sarebbe originata dalla figura del Cristo (il ‘discepolo’ di San Giovanni) con l’intercessione straordinaria di San Paolo, il facinoroso intellettuale giudeo-romano che creò di fatto il cristianesimo ecumenico per gli occidentali greco romani del tempo.

All’origine quindi dell’esoterismo e dell’essoterismo occidentali ci sarebbero le stesse premesse seppur tradotte ed interpretate in modi differenti. La tradizione essoterica si è cristallizzata ad opera dei noti concili ed è divenuta granitica e prepotente, quella esoterica si è dovuta dissimulare nei secoli, anche all’interno di quella essoterica, prendendo denominazioni diverse ma rimanendo sostanzialmente identica a se stessa.

Abbiamo di fronte un pensiero giovannita occulto ed uno cristiano ‘in chiaro’, di medesima origine ma distinti nei fatti, che si intrecciano nei millenni fino ad arrivare a noi?

Ovviamente le due tradizioni si sono mescolate spesso e volentieri ed anche oggi è facile immaginare stuoli di alti prelati della chiesa cattolica che aderiscono agli esoterismi massonici, anche ai vertici stessi della chiesa di Roma.

Ciò premesso, anche nei rituali mafiosi si fa spesso uso dei santi cristiani per i giuramenti di appartenenza, com’è mai? Viene il sospetto che le ‘organizzazioni’ non siano poi tanto diverse tra di loro, per lo meno considerando le loro credenze di fondo. Paolo Franceschetti, noto Avvocato e ricercatore, fa notare come San Francesco fosse un sufi appartenente alla ‘setta’ catara. Abbiamo quindi una prova ennesima di come le tradizioni spirituali e temporali non siano poi state così distinte nel passato.

Occorre poi ricordare San Bernardo e la fondazione dell’ordine templare, poi soffocato nel sangue dell’eresia. Massoneria, Mafia e Chiesa Cattolica quindi venerano alcuni santi in comune, sono dotate di rituali e di una struttura gerarchica ferrea, nonché di un apparato simbolico notevole. Com’è mai? Possiamo immaginare come tali accostamenti possano far rabbrividire i tanti ‘credenti’ in buona fede, eppure i fatti sono fatti e la storia passata (e purtroppo a volte quella presente) di tutte e tre le ‘credenze’ è intrisa di sangue innocente, comunque si voglia considerare le premesse qui ricordate.

Si tratta quindi di credi assai poco tolleranti nella loro gestione terrena, con una nettissima predilezione per il potere temporale rispetto a quello spirituale. La Chiesa cattolica basava il suo diritto terreno sulla falsa donazione di Costantino e sulla figura ufficiale del Pontifex romano, mediatore tra le religioni differenti del basso impero e dotato probabilmente di un qual potere giurisdizionale.

Le massonerie si dipingono come veicoli di elevazione spirituale ed invece sono conventicole dedite a gestioni assai terrene. Sulle mafie è inutile soffermarci ma occorre ricordare come alla base del giuramento interno compaiano veri e propri ‘valori’ universali, del tutto simili a quelli cristiani e massonici.

Massoneria e Chiesa cattolica quindi sono proprio così diverse? Sembra davvero di no.

Per ultimo, dai libri di Mauro Biglino apprendiamo che il dio biblico altro non è che uno dei tanti Anunnaki serpentiformi che donarono all’umanità scimmiesca non solo un corredo genetico inedito ma le basi esoteriche ed essoteriche della civiltà che, a nostro parere, giungono intatte sino ai nostri giorni. E’ così tanto distante da quel Baphomet adorato dai massoni?

Che gruppi di esseri ‘umani’ continuino a propagare culti e rituali di origine oscura ed a perseguire ciò che palesemente è il male per ogni essere umano propriamente umano, è una realtà non trascurabile. Che il potere sia gestibile solo attraverso filiazioni indicibili con esseri malevoli, una probabilità da non scartare.                       si legga anche:

 

http://www.marcovuyet.com/ALARMA%20LA%20TESTA.htm 

http://www.macrolibrarsi.it/libri/__chiesa-romana-cattolica-e-massoneria-libro-mauro-biglino-libro.php

https://www.facebook.com/pages/Mauro-Biglino/253494928090190

http://paolofranceschetti.blogspot.it/

http://www.corradomalanga.com/coma/


Condividi post

Repost 0

Stillicidio Virale

Pubblicato il da G B

 

Se desiderate l’ennesima conferma di vivere in un costrutto artificiale ed eterodiretto, vi basti osservare il corso della propaganda mediatica sul caso ‘Ebola, quella specie di serpentello infinitesimale definito come il virus più pericoloso del mondo, di probabile origine dai laboratori segreti militari che da decenni si sperticano per ricombinare il ' virus perfetto'.

Tutta la vicenda sembra trasposta da una brutta sceneggiatura di un ‘B’ movie degli anni ottanta. I cosiddetti ‘fatti’ che si susseguono a ritmo ormai quasi giornaliero, sono esattamente quello che ognuno si aspetterebbe di vedere: il virus dilaga, il contagio si allarga, le autorità dapprima minimizzano il rischio per poi scoprire (troppo tardi?) che il rischio invece c’è e correre infine a soluzioni drastiche per contenerne la diffusione. Come andrà a finire? Arriverà il Deus ex Machina (il temutissimo vaccino) a salvare il pianeta? Oppure si tratterà solo (!) di imporre la legge marziale? Il contagio decimerà la popolazione mondiale?

Tutto può accadere ma di una cosa siamo certi: nulla di ciò che accadrà avrà origini spontanee e naturali, tutto viene oggi e sarà gestito domani sino nei minimi dettagli, proprio come avviene in queste settimane nella quali la finzione è davvero nauseante. Ricordatevi della scandalosa gestione delle fantomatiche influenze aviarie e suine!

I media di regime hanno mandato in onda immagini di medici con tute e caschi fantascientifici a pressione inversa e di pazienti in capsule ossigenate pre-mortuarie, mentre l’equipe di Emergency curava e guariva definitivamente due donne africane affette da Ebola senza problemi, semplicemente monitorandole ed idratandole così come si fa per una normale influenza, il tutto in un ospedale precario in Africa non certo ai vertici della sicurezza biologica, data la sua scarsa dotazione in merito. (vedi primo link)

Chi ha ragione? Ebola rappresenta un pericolo reale oppure è parte dell’ennesima finzione mediatica? Per ora, più di Ebola a far paura sono le possibili scelte illibertarie che i governi potrebbero porre in atto; vaccinazioni forzate con chissà quale porcheria, instaurazione della legge marziale, restrizioni al transito di persone e cose. Il corso del cosiddetto ‘contagio’ non sarà comunque un fenomeno naturale ma una serie di eventi guidate da mani tanto esperte quanto profondamente disumane.

Un’ultima considerazione: intorno a tutta la vicenda (comunque andrà) gireranno svariati milioni di Euro e quindi, come sempre, … follow the money  Leggi:

 

http://www.emergency.it/sierraleone/monjama-salatu-guarite-da-ebola.html

http://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2014/10/16/ebola-caso-sospetto-parigi-ricoverata-infermiera_zmzCmd889xk4qLiRTX7uPM.html?refresh_ce

http://21stcenturywire.com/2014/10/16/ebola-goes-global-air-france-quarantines-183-after-4-cases-in-madrid-moscow-monitors-2-students/


Condividi post

Repost 0

Presi per Incantamento

Pubblicato il da G B

truman-show

Siamo sicuri di vivere nel migliore dei mondi e dei modi possibili? Viviamo per realizzare le nostre più elevate e profonde aspirazioni in libertà oppure conduciamo vite distratte alla mercé di convenzioni sociali imposte e condizionamenti psicologici? Le nostre giornate sono elementi consecutivi di felice progresso personale oppure sono opere perdute, immolate ai tanti demoni del presente? Siamo, in definitiva, sudditi o sovrani?

Quanta parte del nostro tempo, viepiù esiguo, sciupiamo onorando il trasporto, il lavoro, l’etichetta, il dovere imposto, le convenzioni? Quanta parte di noi stessi rimane alla fine di una nostra giornata media? E di un anno?

All’interno di quel recinto per umani denominato STATO, conduciamo le nostre vite affannandoci per rispondere agli input del sistema, sempre più frenetici, nell’impossibilità materiale ormai di poterli comprendere tutti. La pressione che subiamo da parte degli apparati è giunta ad un livello insopportabile e disumano che, purtroppo, è destinata solo ad aumentare.

Barcamenandoci in un mare di illegalità diffuse, abbiamo smarrito il buon senso, correndo disperatamente dietro il primo ‘arruffapopolo’ di turno oppure perseguendo modalità di vita che non ci appartengono. Quando l’immagine generale della gamma di comportamenti ammessi ci si palesa, con il solerte contributo di tutti i mezzi di persuasione di massa, ci accorgiamo con stupore della limitatissima porzione di possibilità esistenziali che ci è stata concessa.

Quante personalità possiamo incarnare? Quante maschere sociali possiamo vestire? Davvero poche e sempre di meno. E’ in corso infatti da decenni la normalizzazione coatta dei comportamenti e la loro riduzione in pochi ‘tipi’ ammessi. Come in una sceneggiatura da soap opera televisiva, le ‘parti’ concesse sono poche e ben definite, tanto per non creare confusione in chi guarda, osserva oppure controlla. Questa tipizzazione forzata si riverbera in ogni aspetto del vivere, dai rapporti con gli istituti di credito (che si muovono per tipologie umane per statuto) sino alla sanità pubblica ed alla giustizia, dove una gamma ampia di interpretazione sarebbe invece indispensabile.

Tipi umani: protocolli di controllo. Lo STATO non ammette l’indefinitezza. Una personalità nebulosa ed indecifrabile non è consentita. Occorre manifestare una sorda coerenza (e perché mai?) considerata sommo valore, tanto per non dover aggiornare i database troppo spesso. Dobbiamo ricadere in una delle cartelle previste, dobbiamo necessariamente rivestire uno dei ruoli prefissati. Tutto ciò possiede i connotati dell’incantamento magico. Abbiamo bevuto tutti un filtro amoroso che ci ha preso per incantamento e ridotto all’inebetimento, alla mancanza di volontà (se non per finalità davvero deleterie anche se in quel caso si potrebbe meglio definire come ossessione compulsiva) all’omologazione non per scelta ma per ‘distrazione’ dal vero scopo ultimo del nostro ‘transito terrestre’.

Identità, introspezione, meditazione, discernimento, sensibilità. L’individuazione non è più un sofferto eppure esaltante cammino ma una pratica superata dalle lusinghe della tecnologia, dell’ingegneria sociale, della stregoneria applicata al potere di cui gli stati sono diretta emanazione.

Tutti gli stati occidentali sono stati creati e condotti da associazioni occulte che non permettono il disvelamento delle loro capacità ammaliatrici. Secoli se non millenni di pratica coadiuvano le tante pratiche di incantamento in atto per contingentare le masse umane, dotandole di una ristretta gamma di possibili ruoli da interpretare, allontanandole così per sempre dal vero e dal bello.

Basti percorrere le tangenziali di una città contemporanea per rendersi conto dell’abisso di bruttura in cui siamo precipitati, avendo confuso il bene materiale e strumentale con quello spirituale. Il mondo materiale è nelle loro mani, oggi più che mai, ed ormai anche l’imprenditore del triveneto che si credeva un tempo astuto ed indipendente se n’è accorto a sue spese.

Non esiste lido esteriore od interiore che non sia sottoposto ad uno sbarco di massa. Non esistono rifugi per questo tipo di attacco. Eppure una qual luce delicata ma perentoria mi impone un ottimismo sfrenato, seppure apparentemente e pesantemente immotivato.


Condividi post

Repost 0

Caccia alle Streghe

Pubblicato il da G B

Nespoli dalla Stazione Spaziale 2

Controllo del clima, bombe d’acqua, nubifragi ed alluvioni, geoingegneria clandestina … vi sembrano argomenti non correlabili?

Ieri, visitando il sito SAT24, era possibile osservare la formazione di un’enorme ‘bolla’ nuvolosa sopra la Toscana, con una curiosa scia che sembrava generarla, proveniente dal mar Tirreno centrale. Invito quindi tutti i lettori ad osservare le formazioni nuvolose sul sito citato (ed altri siti simili) con particolare attenzione al loro sviamento dalla penisola iberica, sottoposta ad un regime improbabile di siccità. Così come accade in California, la Spagna viene infatti ‘tenuta a secco’ con i noti mezzi della geoingegneria clandestina (scie chimiche e radioonde) il cui utilizzo è ben visibile consultando i siti collegati alle osservazioni satellitari.

Deviare le perturbazioni, concentrandone poi la potenza distruttiva in pochi chilometri quadrati sembra essere la strategia adottata dagli stregoni del clima, che si adoperano ogni benedetta ora del giorno a seminare morte e distruzione. Con ciò non si vuole sviare altrove la responsabilità degli amministratori locali che hanno una colpa grave di cui un giorno dovranno rendere conto, principalmente a se stessi: non riconoscere l’entità del gravissimo problema costituito dalla geoingegneria clandestina e non adoperarsi per denunciarne l’esistenza e tentare di arrestarla.

Non opere edili di prevenzione quindi ma opere di divulgazione e denuncia sono necessarie per placare le brame distruttive degli stregoni del clima. I sindaci sono i primi responsabili della salute dei cittadini, come potremmo definire il loro silenzio di fronte all’evidenza della geoingegneria? Chi risponderà per le povere vite spezzate da queste pratiche disumane?

Speriamo solo che si smetta di dare la colpa dei ‘cambi climatici’ all’attività antropica! Una menzogna reiterata che sinceramente ha davvero stufato, propagata dai solerti cialtroni della propaganda di stato. Fino a quando gli esseri umani non prenderanno coscienza della ‘prigione’ in cui conducono le loro esistenze, non sarà possibile nemmeno ipotizzare di uscirne. Leggete gli articoli nei link qui sotto: è davvero così difficile fare due più due?

http://www.tankerenemy.com/2014/10/la-california-ed-il-destino-del-pianeta.html#.VD4qok0cRjo

http://cieliliberi.blogspot.it/

http://www.ilmeteo.it/portale/scie-chimiche-ora-ufficiale

http://scienzamarcia.blogspot.it/2010/09/il-quirinale-ammette-lesistenza-delle.html 

http://www.sat24.com/it-it/

Condividi post

Repost 0