Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Rituali delle 'Forze Occulte'

Pubblicato il da Ghigo Battaglia

.
 
.
Questo raro lungometraggio, segnalatomi da una amica, mostra il rituale di iniziazione ad una loggia massonica e l’approccio ad un futuro candidato. L’apparato simbolico che lo permea non deve essere sottovalutato: le conseguenze sulla psiche del candidato possono infatti essere notevoli ed indelebili. Lo stato francese, così come gli altri stati occidentali, deve la sua stessa origine all’azione della massoneria ed a questa organizzazione parareligiosa deve anche la sua conduzione attuale. In Italia, altro paese di chiara origine massonica, intere regioni giacciono a tutt’oggi sotto l’influenza delle logge, ma le logge sono composte da persone di tutti i tipi che sono la fedele rappresentanza della nostra società civile.
La massoneria quindi non può essere immaginata coincidente con il male assoluto ma come una religione che, come tutte le altre, possiede in se i germi del bene e del male come i pavimenti delle sue logge a scacchi neri e bianchi sembrano suggerire. I rituali misterici che l’accompagnano non sono retaggi di un antico folklore ma operazioni ‘magiche in grado di influenzare i suoi candidati per sempre. Confucio diceva: ‘Simboli e segni governano il mondo, non leggi o frasi’. Dobbiamo ammettere che il grande saggio cinese aveva ragione. Noi non siamo abituati a considerare la potenza di questi segni ma c’è chi, conoscendola bene, la utilizza tutti i giorni per influenzare gli eventi, la storia e questa virtualità che ci ostiniamo a definire realtà.
.

Condividi post

Repost 0

Ombre Oscure si allungano ...

Pubblicato il da Giosuè Bonifaci

.
.

Il caso è grosso: il certificato di nascita di Barry Soetoro (alias Barack Obama, il presidente degli Usa) è un falso eseguito al computer con programmi di fotoritocco, peraltro maldestramente, così come afferma il capo detective Mike Zullo. Il problema è che il certificato è stato divulgato dal sito ufficiale della Casa Bianca! Le conseguenze potrebbero essere quindi devastanti se non fosse che tale incredibile scandalo verrà, molto probabilmente e semplicemente, ignorato. Siamo ormai abituati a vivere nelle menzogne del potere, specialmente noi italiani; ne siamo talmente abituati che le consideriamo realtà, per quella nostra attitudine che definiamo ‘comodità del buon vivere’ (ignavia): non farsi troppi problemi né troppe domande, si rischia di impensierirsi e diventare antisociali, nevvero?

Occorre ricordare però che il presidente Usa non detiene nessun potere reale, è solo una figura di facciata degli altri livelli di potere ben al di sopra di lui. L’unica speranza è che, questa ennesima prova di reato, funga da stimolo per qualcuno ad approfondire la conoscenza del ‘reale’ che si avvicina sempre più alla consistenza di un sorprendente e caleidoscopico artefatto. Vi assicuro che l’amarezza causata dalle tante scomode rivelazioni viene ampiamente compensata dal recupero delle nostre energie personali gettate al vento dietro le tante bandiere logore, a volte addirittura inesistenti.

vedi anche:

http://www.tanker-enemy.tv/obama-birth-certificate-hoax.htm

.

Condividi post

Repost 0

La Disumana Indifferenza

Pubblicato il da G. B.

.

Negli Stati Uniti, sempre all’avanguardia della tecnica, sono state approvate una serie di sorprendenti decisioni in merito all’acquisto ed all’uso di droni (velivoli senza pilota), che potranno sorvolare il territorio degli stati e controllare tutto e tutti, in primis ovviamente l’intera popolazione civile. Evidentemente, per il controllo esaustivo di clima e popolazione non bastavano i già solerti droni chimici, con il loro andirivieni meccanico, aberrante e desolante.

 

Una feroce e disumana indifferenza trapela da queste decisioni, così come emerge perentoria dalla gestione della crisi finanziaria che ci stanno facendo subire. Consideriamo la scelta di utilizzare l’argento al posto dell'oro per l’anello pontificale del nuovo ‘vescovo di Roma’ (chissà perché non vuole mai definirsi papa?). La Chiesa di Roma è il più grande proprietario immobiliare d’Italia (quasi del tutto esente da IMU) nonché possidente di un patrimonio aureo e di beni culturali di gigantesche proporzioni: non sarebbe il caso di collaborare con episodi più concreti e sostanziosi? Dai canali di Berlusconi intanto apprendiamo una doverosa e suadente quanto perentoria precisazione (che ricorda l'excusatio non petita … ):

 

‘Il presidente della Corte Suprema di Giustizia argentina, Ricardo Lorenzetti, ha ribadito che il Papa "è una persona assolutamente innocente" e che non è stato sospettato di nessuna complicità con le violazioni dei diritti umani commesse durante la dittatura militare dal 1976 al 1983.’

 

Altro episodio che trasuda disumana indifferenza è la gestione della guerra contro la Siria. Un paese tutto sommato stabile viene pesantemente inficiato, grazie all’impiego pianificato di mercenari sanguinari, mentre i media asserviti cianciano di ribelli ed inesistenti dittature. L’ultimo tassello di un puzzle che comincia nel lontano Marocco e termina nell’Afghanistan è così quasi alla portata dei neo colonizzatori. Sopra tutto, un corvo nero svolazza imperterrito: l’agenzia Onu per i rifugiati che accoglie le vittime della sua stessa ignavia (per non dire altro) con tende plastificate e tonnellate di ottimo ed abbondante cibo transgenico.

 

Il nuovo ordine mondiale è già realtà, non è uno spauracchio futuro, è l’oggi per milioni di persone che vivono confinate, vituperate e soprattutto controllate. NOM vuole dire soprattutto indifferenza: una fredda attitudine disumana che sorprende e ci lascia in balia di incubi millenari. Saranno i presunti ‘Savi di Sion’ gli autori? Oppure gli oscuri Gesuiti? Oppure le sette luciferine associate? Chiunque sia, entità dotate di disumana indifferenza, la stessa che permea il pianeta nella sua fredda morsa dall’11 di Settembre 2001 ad oggi.

 

 Corrado Malanga conosce la risposta, non già tramite sensibilità personali od argute congetture ma grazie ai contenuti delle migliaia di testimonianze dirette dei suoi pazienti: uomini e donne che hanno avuto la sventura di avere a che fare direttamente con la disumana indifferenza. L’indifferenza diviene così un  eggrerore: un pensiero collettivo divenuto oscura entità che opera in svariati settori e livelli d’ingerenza. L’apice della longa manus che forse, per la prima volta nella nostra limitata storia umana, abbiamo il potere di sovvertire.

.

Condividi post

Repost 0

La Ricerca dell'Archetipo Perduto

Pubblicato il da Ghigo Battaglia

.

La ricerca dell’Archetipo Perduto

Solo attingendo all’Archetipo immutabile è possibile modificare la virtualità che ci circonda, disponendo della conoscenza dell'elemento origine delle cose (l’idea platonica) ed imprimendo, con essa, un atto di volontà specifico. Magia ed Alchimia consisterebbero quindi nelle pratiche ancestrali della ricerca ed utilizzo di tali archetipi, così come aveva riconosciuto C.G.Jung nel suo ‘Psicologia ed Alchimia’ ed anche nella prefazione al ‘ Segreto del Fiore d’Oro’, antichissimo testo alchemico cinese in cui indicava nella continuità del pensiero orientale la mancata perdita di contatto con gli archetipi che invece affligge il nostro mondo occidentale che ha visto l’emergere di Aristotele, figura invece inesistente nei paesi del Sol Levante.

Trasmutare il piombo in oro equivale quindi al punto di arrivo di questa pratica millenaria che è poi l’obiettivo delle psicanalisi del profondo: accedere agli archetipi, prenderne coscienza ed utilizzarli per modificare la virtualità. Per poterli utilizzare però è necessario raggiungere una solida unità personale (coniunctio oppositorum) che ci viene impedita costantemente dai vertici del potere terreno. Tutte le forme di potere, guarda caso, conservano solo per loro l’integrità (che peraltro non raggiungeranno mai) facendo di tutto per mantenere i loro sudditi (tutti noi) nella  frammentazione mentale più spinta:  divide et impera.

Ecco spiegato forse il senso ultimo del peccato originale: la mela altro non era che la consapevolezza dell’uso degli archetipi, una volta raggiunti i quali si possiede la capacità di essere ‘simile agli dei’: l’uso del logos primigenio che, guarda caso, è il luogo spirituale dal quale tutto è generato. Il patto scellerato tra le autorità di tutti i tempi e chi queste pratiche desiderava tenere per se, ha portato a perseguitare quanti sono e sono stati (in primis: Adamo ed Eva) alla ricerca dell’unità perduta e dell’archetipo perduto, tramite i quali possedere l’agognata ‘pietra filosofale’, la divina matrice di tutto il reale (virtuale).

Semerano alludeva a questo punto d’arrivo nel suo poetico contatto con le radici esaltanti delle nostre parole, così vicine agli archetipi da assumere appunto sembianze divine. La distruzione della torre di Babele (la confusione delle lingue che patiamo tutt’ora) è la punizione attuale per il peccato originale: utilizzare lessici ingarbugliati per descrivere la virtualità volutamente distanti da quei segni ideogrammatici e fonetici primordiali. La nostra frammentazione è la conseguenza di un potere perduto che qualcuno non vuole lasciarci utilizzare e neppure conoscere. Le forme di inquinamento intenzionale che subiamo (soprattutto tramite le famigerate scie chimiche) tendono tutte a distruggere (tra l'altro) le nostre facoltà mentali. ‘Immersi noi siam’ in una gabbia elettro/bio/chimico/magnetica che tende forse a tenere il nostro grado di consapevolezza basso? Le seduzioni non sono altro che il tentativo di impedirci di raggiungere l’unità? Il potere, tramite il lavoro forzato, gli orari e le mille impalcature kafkiane di cui dispone, è intento principalmente a mantenere la nostra frammentazione? La schiavitù non è solo una condizione materiale ma soprattutto un sistema cerebrale che in questi ultimi tempi sta ingigantendo la sua portata. La forza della propaganda ci sommerge dello sterco di consuetudini ributtanti. Uno strato plastico ci impedisce di cogliere l’intensa luce che si cela nell’origine delle cose, in quell’empireo rasserenante che è il mondo delle idee. Lo sciamano vive nell’unità, fuori dalle consuetudini, così come il cosiddetto ‘scemo del villaggio’, sempre il più ‘centrato’ e lucido di tutti.

Occorrerà innanzitutto recuperare la nostra integrità psicofisica, per poi riappropriarsi del nostro tempo, del nostro spazio e delle nostre energie per poter poi attingere alla fonte di tutte le informazioni. Solo allora chi ci disturba cesserà di farlo per sempre e l’umanità avrà forse la possibilità di gioire: un’umanità distratta, avvelenata, depistata e sedotta non ci arriverà mai. Forse il Neanderthal viveva questa unità ... è forse per questo che è stato sostituito?

.

Condividi post

Repost 0