Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Il Grande Segreto?

Pubblicato il da G B

 

Ascoltate con attenzione questa ipnosi condotta da Calogero Grifasi. Vengono spiegate le motivazioni a monte delle poderose operazioni di inquinamento dell’ambiente terrestre e della psiche umana. L’umanità è oggetto di sfruttamento energetico da parte di entità evolute tecnologicamente ma prive di anima? L’uomo è un essere potenzialmente molto potente che viene tenuto in uno stato di prostrazione fisica e psichica con ogni mezzo?  Ascoltate e, se credete, diffondete. Raramente si è ascoltato un compendio così completo del quadro generale.

https://www.youtube.com/watch?v=3X1aJZBwyfk


Condividi post

Repost 0

Ipnosi, Uomini, Grifasi e gli ET

Pubblicato il da G B

 

AVVISO: LA LETTURA DEI CONTENUTI DI QUESTO ARTICOLO NON E' CONSIGLIATA AI MINORI 

 

Sono disponibili on-line alcune sedute condotte da Calogero Grifasi, ipnologo e terapeuta della sfera eterica  umana. Le sedute consistono in un processo di individuazione e liberazione dalle interferenze aliene, ossia dalle interazioni malevole tra un essere umano ed una o più entità aliene, sovrapponibili agli immaginari storicizzati della demonologia.

Le modalità di interazione possono avere diverse finalità e modalità, possono avvalersi o meno di dispositivi di tracciamento e controllo elettronici, ma avvengono tutte nella condizione di clandestinità: L’alieno fa di tutto per non destare la coscienza, nel suo sfruttato umano, della sua presenza.

Lo scenario che emerge dall’insieme è sovrapponibile a quello dei ricercatori più evoluti del fenomeno, Corrado Malanga in primis: gruppi di entità non umane, tecnologicamente evoluti e differenziati tra di loro per gerarchie, si affannano a sfruttare l’energia degli esseri umani cibandosene, spesso anche letteralmente.

L’essere umano, seppur da loro considerato un’entità inferiore, possiede una forma di energia potente ed ambita che le loro razze non possiedono. Succede in una qual forma, ciò che accade nell’interazione tra esseri umani ed animali, che sfruttiamo per nutrirci, per divertirci o per utilizzarli al nostro posto in occupazioni particolari.

Il metodo adottato da Grifasi è semplice ed efficace. Egli si avvale della sola ipnosi ma condotta sovente per mezzo di un medium, una terza persona che si connette telepaticamente al soggetto desideroso di aiuto.

Dai ‘colloqui’ tra Grifasi ed entità aliene, emerge un quadro di sfruttamento organizzato del genere umano da millenni ed altri aspetti davvero interessanti. Alcune razze dominatrici sono, come si dice, ‘alla frutta’: non possono riprodursi ed hanno poca energia così che il loro destino sembrerebbe segnato. Tali razze sono le più accanite nello sfruttamento dell’essere umano, unica barriera tra loro e la loro fine.

Il nemico più efferato di tali entità è la consapevolezza umana. Più gli individui sono coscienti di ciò che gli accade e più sono in grado di liberarsi dallo sfruttamento alieno, tornando in una condizione di indipendenza e libertà.

Ogni forma di interazione con l’alieno è essenzialmente negativa. La liberazione avviene con la modifica delle frequenze di vibrazione e con lo sganciamento dei parassiti dalla mente e dal corpo dell’essere umano.

Nelle pratiche di liberazione di Malanga, la liberazione avviene oggi in forma trasferita con l’ausilio di sfere colorate (ad ogni colore corrisponde una frequenza) oppure di frequenze sonore. Nelle sedute di Grifasi, è l’ipnologo che conduce il gioco: utilizza un tono perentorio eppure misurato, conducendo una tenzone sottile con l’alieno parassita che lo conduce poi a chiederne il suo allontanamento volontario oppure coatto.

Le ipnosi di Grifasi quindi, appaiono come un ulteriore importante contributo a delineare la storia infelice delle interazioni tra umani ed alieni con i loro corollari di potere, malesseri, ‘satanismo’ ed infelicità.

Invito i lettori ad ascoltare la trasmissione Border Nights (link qui sotto) e ad ascoltare alcune sue ipnosi nel suo corposo eppur minimale canale youtube.

Due ultime osservazioni: le cosiddette ‘mantidi’ vivrebbero sotto la superficie marziana e sarebbero collegabili al mondo egizio antico. Esse utilizzano razze inferiori per compiere dei lavori specifici.

La pedofilia consisterebbe in un inganno alieno verso gli umani. Alcuni alieni avrebbero convinto alcuni esseri umani deleteri che l’abuso ed il sacrificio di minori ‘avvicinerebbe a dio’ in quanto sarebbe possibile sfruttare in questo modo la forte energia della purezza infantile. Il satanismo cruento quindi avrebbe una motivazione sorprendente ed una origine non umana. Ricordiamo come la pedofilia sia un orribile ‘filo rosso’ del potere mondiale: un’inconfessabile attitudine di alcuni personaggi mostruosi che sovente risiedono nei livelli più elevati del potere terreno. A tale proposito, si leggano le conclusioni di alcuni articoli dell’Avv.Paolo Franceschetti, per rendersi conto della vera natura di quella ‘cupola’ disgustosa che governa indebitamente il genere umano.


http://www.calogerogrifasi.it/it/

http://paolofranceschetti.blogspot.it/

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-136-05-11-2014


Condividi post

Repost 0

Promemoria

Pubblicato il da G B

 

Articolo di Giovanni Ranella (link a fondo post) 

PROMEMORIA - Gerusalemme, il cui nome in antico era Uru-salimu (= “la fondazione del Dio Salem”), in genere abbreviato nei testi in Salimu, il cui nome viene tradotto con “pace”, ebraico shalom; ma Salem è anche il nome del Dio Shalimu (shalimu = fine) il Dio fenicio dell’oscurità, del tramonto e del crepuscolo, identificato con la Stella della Sera, fratello gemello di Schacru o Shaharu, il Dio dell’Alba, figli di Athiratu e Ilu.

In Genesi Melkitsedek, «re di Salem e sacerdote dell’Altissimo», è colui che benedice Abramo, trasmettendogli una vera e propria investitura sacra in grado di assicurargli la direzione della tradizione israelitica. Nei Salmi la funzione del re-sacerdote è assunta da Davide, «sacerdote in eterno secondo l’ordine di Melkitsedek», il quale, tutt’altro che essere un sovrano cananeo storicamente vissuto come vogliono sostenere alcune interpretazioni banali e riduttive, al contrario, tale figura emblematizza la rivoluzione cosmica appartenente alla fase conclusiva del Ciclo attuale (sancita peraltro dalla stessa Rivelazione cristica) che si riflette nella coscienza umana inverandone l’esperienza di accadimenti propriamente spirituali la cui portata, eminentemente universale, è consacrata dal valore poetico e dalla stessa coscienza chiaroveggente che hanno dato la forma più elevata alle Civiltà propriamente definite come tali.

L'ebreo Filone (Leg alleg, III 79 ss.) a proposito di Melkitsedek aveva scritto: “Egli a differenza dei moabiti porterà vino invece di acqua e darà alle nostre anime una bevanda pura, affinché siano possedute dall’ebbrezza divina che è più sobria della stessa sobrietà. Egli è infatti il Sacerdote-Logos ed ha come sua porzione l’Autoesistente”

La progressiva riduzione, o anche, ottenebramento di senso della verità poetica, posta a concreta misura di Conoscenza e progressione della storia, sancisce l’approssimarsi della totale rovina dei tempi o estrema consumazione dell’attuale Ciclo; (yuga) per dire con le parole di Eliade: “il passaggio da uno yuga all’altro avviene, come abbiamo visto, durante un «crepuscolo» che segna un decrescendo anche all’interno di ciascuno yuga, poiché ciascuno di essi termina con un periodo di tenebre. A misura che ci si avvicina alla fine del ciclo, cioè alla fine del quarto e ultimo yuga, le «tenebre» si infittiscono. Il kali-yuga, quello nel quale ci troviamo attualmente, è considerato proprio l’«età delle tenebre». Il ciclo completo termina con una «dissoluzione», un pralaya, che si ripete in un modo più radicale (mahàpra-laya, la «grande dissoluzione»).

Ora, la “grande dissoluzione” non sbaglieremmo nell’identificarla con la dissolvenza della forma che comporta la digitalizzazione dei sistemi rinnovanti i ritmi ed i parametri sempre più artificiosi, che dispongono una simmetria perfettamente diabolica cui si allinea forzatamente non solo la nostra esistenza, ma ogni forma di rinnovamento naturale.

Usando le parole di Guenon, questa fine che stiamo considerando, è incontestabilmente molto più importante di molte altre, dal momento che è il termine del ‘Manvantara’ (Ciclo maggiore) e quindi dell’esistenza temporale di ciò che possiamo definire l’umanità, ma questo, lo si deve ripetere con forza, non implica che sia la fine del mondo terreste in sé, poiché, grazie alla ‘ricostruzione’ che s’ingenera nell’attimo finale, la fine diventerà immediatamente l’inizio di un altro ‘Manvantara’ [...] Così, se non ci si ferma al più grezzo piano materiale, si può dire, in piena verità, che la ''fine del mondo'' non è e non sarà mai altro che la fine di una pura illusione.

http://fragmenta2011.blogspot.it/

 

 

Condividi post

Repost 0

In Toscana ... Qualcosa si Muove!

Pubblicato il da G B

 

ARTICOLO TRATTO DA WWW.NOGEOINGEGNERIA.COM (link a fondo post):   

Il 10 aprile 2014 il Consigliere Regionale Gabriele Chiurli (Gruppo Misto) ha presentato una mozione intitolata:

IN MERITO AL FENOMENO DELLE COSIDDETTE SCIE CHIMICHE

La mozione verrà discussa e votata nelle prossime settimane.Il breve testo della mozione rende efficacemente quella che è la situazione attuale: a fronte delle numerose segnalazioni di cittadini e delle molte interrogazioni parlamentari, nessuna risposta esaustiva da parte degli organi preposti. Chiurli chiede che la Giunta avvii uno studio preliminare sul fenomeno tramite ARPAT e che richiami l’attenzione del Governo sul tema.
Qui il testo della mozione:  http://demodiretta.files.wordpress.com/2013/10/mozione-scie-chimiche.pdf
Gabriele Chiurli fa parte di DEMOCRAZIA DIRETTA (www.democrazia-diretta.org), associazione attenta a temi scomodi come la finanza e impegnata contro il TTIP (il famigerato accordo transatlantico per il commercio di cui stanno discutendo a porte chiuse e che vedrà l’egemonia delle imprese a scapito degli Stati e quindi dei cittadini).
Qui la lista completa delle iniziative politiche del Consigliere Chiurli in Consiglio Regionale:

http://democrazia-diretta.org/cosa-facciamo/attivita-consiliare/

Noi della redazione, già impegnati da almeno 7 anni sul tema della geoingegneria nell’ambito di altri comitati poi confluiti in NoGeoingengeria, speriamo vivamente che ARPAT riceva mandato per condurre approfondite indagini, e che questa volta sappia rispondere alle fondate preoccupazioni dei cittadini, cosa che nel passato non è successa.

Qui la ricostruzione completa della vicenda, con la corrispondenza intercorsa ed il video del presidio di cittadini presso la sede Arpat:

http://www.ilcielosufirenze.com/arpat-story/

Anche il Parlamento Europeo ha ricevuto la stessa richiesta di occuparsi degli offuscamenti dei nostri cieli con una petizione presentata da varie associazioni nel marzo 2013.Il Parlamento Europeo l’ha ritenuta legittima e l’ha accettata.Nell’aprile 2013 a Bruxelles si è svolta una conferenza intitola “OLTRE LE TEORIE DI MODIFICAZIONE CLIMATICA – LA SOCIETÀ CIVILE CONTRO LA GEOINGEGNERIA” http://www.nogeoingegneria.com/news/parlamento-europeo-8-9-aprile-conferenza-oltre-le-teorie-di-modificazione-climatica-la-societa-civile-contro-la-geoingegneriahttp://guardacielos.org/users/1/Imagenes_Acciones/Petition_EP_Italian.pdf
La Toscana, regione molto impegnata in questioni ambientali, se accoglierà la mozione presentata da Chiurli, darebbe testimonianza di attenzione verso i cittadini che troverebbero ascolto da parte dei suoi rappresentanti regionali. Da parte nostra ci contiamo.
http://www.nogeoingegneria.com/news/chiurli-in-regione-arpat-indaghi-sulle-scie-chimiche/

http://www.nogeoingegneria.com/news/in-toscana-qualcosa-si-muove/


Condividi post

Repost 0