Recuperare l'Acqua Piovana

Pubblicato il da G B

.

L’acqua piovana è praticamente insalubre, contaminata com’è dalle scie chimiche e dalle esalazioni dei sottoprodotti della nostra ‘vita moderna’, è però utile sapere come sia possibile filtrarla ed utilizzarla per usi che non prevedono il contatto diretto con il nostro corpo, prima che ciò sia incredibilmente impedito per legge.   

Recuperare l’acqua piovana infatti è semplice e proficuo. Un piccolo impianto può costare poche centinaia di euro, a cui si vanno a sommare le spese di messa in opera (a meno che non si sia abili nel ‘fai da te’) portando però a ridurre il consumo di acqua potabile fino ad una percentuale del 60% circa. Impianti più complessi e performanti ovviamente fanno salire di parecchio il costo complessivo, occorre quindi progettare con cura l'impianto calibrandolo sulle nostre effettive esigenze. Molti usi infatti si possono avvalere direttamente dell’acqua piovana: l’irrigazione delle piante e del giardino, il lavaggio di animali, superfici e mezzi di trasporto, gli sciacquoni dei water, le lavatrici.

Occorre solo avere a disposizione una falda di un tetto oppure una superficie a terrazza che convogli le acque meteoriche in un tubo di gronda accessibile ed un piccolo spazio disponibile a terra. In prima battuta si deve filtrare l’acqua dalle impurità più grossolane per poi filtrarla ulteriormente da quelle più piccole. Lo stoccaggio deve essere effettuato in serbatoi concepiti ad hoc e possibilmente interrati anche se ne esistono dei modelli da esterni.

Dato il costo attuale dell’acqua, il rientro economico è garantito negli anni ed inoltre, data la semplicità dell’impianto, la manutenzione è ridotta al minimo: sarà sufficiente tenere puliti i filtri ed ispezionare saltuariamente la pulizia dei condotti e dei serbatoi. E’ possibile infine, per contenere i costi, realizzare un impianto da completarsi in tempi successivi, predisponendone capacità e percorsi delle tubature con adeguata lungimiranza.

Trattandosi di gestire pesi ed impianti comunque, è consigliabile sempre rivolgersi ad un tecnico di fiducia per garantirsi l’efficacia del risultato finale e la sicurezza nella messa in opera.

.

Alcuni link utili  qui,  qui e  qui

.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post