Il Racconto di una 'Abduction' / agg.

Pubblicato il da G B

.

alienabduction

.

Qui di seguito la traduzione di un articolo apparso su ‘The Canadian’ dal titolo: ‘ Un testimone racconta un’abduction di massa’. Il racconto sembra davvero in buona fede e riporta passo dopo passo le esperienze vissute da milioni di persone in tutto il mondo delle quali esiste ormai un'abbondante letteratura anche scientifica. L’aspetto più inquietante è proprio la sovrapposizione esatta dei racconti di questo tipo di esperienze, fatti da persone diverse, con occupazioni ed età differenti nonché appartenenti a gruppi sociali con usi e costumi dei più disparati.

 

In ogni parte del pianeta, le esperienze di ‘abduction’ sono sempre le stesse perché esse sono evidentemente parte di protocolli precisi ed ineludibili. Gli scopi di tanto lavorio quindi dovrebbero essere sempre gli stessi: l’ibridazione, la ricerca genetica ed una sorta di parassitaggio animico. L’articolo, con mie note in colore differente:

 

'Un testimone nel New Jersey ha comunicato di aver assistito, nella sua regione, ad un rapimento di massa da parte di extraterrestri manipolatori. Il testimone parla di una possibile comunicazione con esseri alieni, avvenuta il 20 maggio 2013 alle ore 00:00. Questo rapporto è stato ottenuto da una testimonianza inserita nella banca dati della Mutual UFO Network ( MUFON), pubblicata il 22 maggio 2013. Il testimone afferma di essere stato sempre scettico su alieni e continua descrivendo ciò che ha visto.

 

"Sono sempre stato uno scettico di alieni e di UFO, fino a due notti fa, e mi sento perso e confuso, è per questo che sono qui. Vorrei iniziare dicendo che circa 3 settimane fa ho visto un oggetto volante non identificato che sembrava una palla di fuoco nel cielo". Il testimone descrive come è stato rapito dagli alieni e che dopo si è trovato legato in un letto di metallo.

 

Il trovarsi legati oppure impossibilitati a muoversi sopra di un letto di metallo è una costante di tutti i racconti di un’esperienza di abduction. All’addotto sembra di non potersi muovere ma solo di poter comunicare telepaticamente con gli alieni.

 

"Due notti fa, mentre stavo per andare a dormire ho visto qualcosa nella mia stanza attraverso la mia visione periferica. Non mi ricordo di essere andato a dormire, ma mi ricordo di essermi svegliato in una stanza di metallo e che stavo sdraiato su un letto di metallo sul quale ero legato." Il testimone descrive che ha trovato molte altre persone, insieme a sua sorella, distesi ed incoscienti su letti di metallo.

 

La presenza della di lui sorella non stupisce in quanto le abduction si concentrano su di un DNA specifico e quindi spesso i familiari degli addotti sono addotti anch’essi, magari generazione dopo generazione. Gli addotti di sesso maschile sono prelevati di norma 3 volte all'anno in corrispondenza di particolari fasi dei bioritmi umani (attività mentale bassa e fisica alta), molto più spesso invece le femmine. Le abduction sono comunque un fenomeno di massa in quanto ne sarebbero coinvolti milioni di esseri umani, considerandone una percentuale stimata attorno al 2% del totale su base sperimentale. 

 

'Ho faticato a girare la testa e ho visto molte persone che si trovano in questi letti di metallo, proprio come il mio, e mi sono concentrato su di uno in particolare perché mi sono reso conto che c’era mia sorella, sembrava che tutti fossero in uno stato di incoscienza." Il testimone descrive la sua reazione alla situazione. "A quel punto mi sono reso conto che c'era qualcosa di molto sbagliato ed ero conscio della situazione spaventosa in cui mi trovavo ed ho iniziato a farmi prendere dal panico ed ho cercato di liberarmi." Il testimone parla di essere stato circondato dagli alieni. "A quel punto mi sono reso conto che ero circondato da esseri bassi, di colore grigiastro, che sembravano ignari del fatto che stavo cercando di liberarmi dai lacci."

 

Il testimone viene circondato dagli automi biologici (grigi) che si sono accorti dell’anomalia del suo stato di veglia. Un inconveniente eccezionale sembra.

 

Egli descrive anche la presenza di un altro essere più alto, apparso dal nulla. "Improvvisamente dal nulla è venuta fuori una luce brillante di un altro essere, questo era più alto ed aveva una testa di forma più ovale, con delle dentellature su di essa, ed aveva un colorito più deciso."

 

Si tratta probabilmente di un ‘orange’.

 

Il testimone descrive inoltre come questo alieno abbia comunicato con lui e come gli abbia comunicato quel che stavano cercando nel nostro DNA. 'Comunicava con me telepaticamente e gli ho chiesto che cosa stava facendoci e mi ha detto: "Stiamo guardando il vostro DNA." Ho chiesto il motivo per cui stava facendo questo su di noi ed ha risposto: "Tutti gli esseri umani hanno il DNA alieno, ma non tutti gli esseri umani hanno lo stesso DNA alieno." L'alieno mi ha informato della loro provenienza da Sirio. "Ho chiesto da dove venissero e mi rispose: "Veniamo da Sirio"; mi ha anche detto che essi sono venuti da me per molto tempo." Il testimone finalmente ci dice che l’alieno è scomparso e che si è ritrovato nel suo letto. "A quel punto è sparito e la mia paura è tornata ed ho iniziato a urlare dalla cima dei miei polmoni, la prossima cosa che ricordo è di saltare dal letto urlando per svegliare tutti in casa. Non ho dormito per 2 notti da allora ...

 

Questo uomo ricorda e rappresenta quindi un’anomalia. Di solito l’addotto non ha coscienza delle sue esperienze se non in modo indiretto. Interessante è il discorso dell’alieno sul DNA umano. Sembrerebbe che gli uomini siano contenitori aperti in grado di conservare memorie ed elementi genetici alieni in sintonia con la loro propria essenza spirituale e fisica. La razza umana appariebbe quindi come un gigantesco ‘allevamento’ utile per scopi multipli ma comunque sempre finalizzati alla ricerca aliena sull’immortalità e sulla conservazione e riproduzione delle loro specie. In realtà sembra che l'uomo sia esistito anche prima di questi 'ultimi' interventi esterni. La presenza di DNA alieno sembra confermata dal fenomeno inspiegabile del chimerismo genetico, ossia della presenza di tratti di DNA estraneo a certi individui. Altro fattore da tener presente è la lunghezza spropositata del nostro DNA che conterrebbe solo una parte effttivamente utile al sequenziamento delle nostre cellule mentre una sua gran parte avrebbe una funzione ignota alla scienza ma che potrebbe essere facilmente giustificata in un ottica legata all'intervento esogeno nella nostra specie.

 

La ricerca del Dott. John Lash sulla antica  gnosi pagana, fa luce sulla presenza di entità dimensionali inferiori chiamate "Arconti" e lo conduce ad associarle a questi episodi odierni di rapimenti alieni.' (fonte)

 

Su John Lash, si legga  qui. Per ulteriori informazioni sul fenomeno abduction, si ascoltino le illuminanti ipnosi del Prof. Corrado Malanga qui. Si leggano inoltre i pregevoli lavori del gruppo StarGateLazio qui e qui. 

.

Commenta il post

wlady 06/08/2013 10:29


Ciao Ghigo,


fermo restando che noi non siamo stati colonizzati ma solamente inventati geneticamente dai nostri creatori Anunna, pertanto definirci noi una colonia è improprio.


Dalla cacciata da Sirio, gli Anunna con il loro pianeta vagante, si ritrovano periodicamente nelle prossimità della Terra con tutte le conseguenze catastrofiche planetarie.


Certamente gli Anunna sono dei predatori, come lo siamo noi fatti a loro immagine; presumo che la cacciata da Sirio, sia dovuta alla loro/nostra involuzione, che non si è mai elevata al sapere di
altre civiltà nella nostra galassia.


Senza dubbio il pianeta Nibiru, gravita intorno ad una Stella Nana Bruna/Rossa, una Stella che sta morendo, ecco perché la necessità degli Anunnaki di stabilirsi su di un nuovo pianeta, e dopo la
cacciata dalla stella Binaria con i suoi esopianeti già abitati dai siriani, gli Anunna hanno preso possesso della Terra, insediandosi come padroni, manipolando un primate, ancora non senziente a
loro uso come schiavo.


Va anche detto che la Terra non è salutare per loro, forse l'atmosfera ricca di ossigeno, procura agli Anunnaki una morte precoce, invecchiando le loro cellule; forse l'atmosfera dei pianeti
siriani era più consona alla loro vita, ma la loro evoluzione a sfere superiori rimaneva ancora primitiva pur avendo tecnologie superiori alle nostre, non sono riusciti a fare quel salto che gli
permetteva di abitare un pianeta siriano.


Naturalmente, non ho la panacea del sapere, deduco tutto questo dagli innumerevoli libri che ho letto.


Ciao.

Ghigo Battaglia 06/08/2013 21:15



L'atmosfera del nostro povero pianeta, grazie alle scie chimiche, non è più salutare per nessun essere vivente tranne che, immagino, per gli spaventosi
droni di Obama (alias Barry Soetoro). L'invenzione o la manipolazione dell'uomo non si discosta dalla gabbia arcontica in cui siamo immersi. Il frutto della
conoscenza è stato solo una svista, un dono, oppure un imprevisto risveglio autonomo? Perché il dio biblico aveva una paura folle dell'essere umano risvegliatosi?Qui credo sia la
radice del nostro attuale problema. Grazie Wlady, un caro saluto



wlady 06/08/2013 00:39


Ciap Ghigo, ciao Zret, una piccola riflrssione su Sirio:


Sirio la luminosa stella del Cane dei cieli notturni, detiene la chiave del destino del nostro pianeta.

Così credevano gli antichi egizi, custodi di un misterioso e profondo sistema sapienziali, perduto nei secoli, che ora sta per essere riscoperto.

La nostra razza, diretta dagli Anunnaki, ha raggiunto questa fase di sviluppo. Va ricordato che trovare una casa stellare è stato l'obiettivo dei Nibiruani fin dal tempo remoto del cambiamento
celeste, quando furono espulsi da Sirio

Nell'Ultima Atlantide, i signori Anunnaki tentarono proprio una forma simile di allacciamento di energia fra i due pianeti come fecero con Sirio, poiché avevano orchestrato da molto tempo questa
sinfonia. Fu questo aspetto di sperimentazione con le forze primordiali della Terra a causare l'affondamento di un intero continente.

È essenziale che comprendiamo il processo karmico. Nibiru, l'errante, ha scelto di evolversi molto più lentamente degli esseri planetari della Divinità Solare. Quel pianeta non può compiere
l'ascensione semplicemente cavalcando la lunghezza d'onda della Terra.

Ghigo Battaglia 06/08/2013 08:01



Scusa Wlady ma non riesco a comprendere bene il senso delle tue ultime parole. Cosa intendi per lenta evoluzione di Nibiru e per ascensione planetaria? Se gli
Anunnaki sono stati cacciati da Sirio, allora il nostro pianeta non sarebbe altro che una colonia di una colonia di transfughi!  



Zret 06/07/2013 18:59


Sono stato laconico. Vorrei indugiare un po'. Ricordo che tempo fa interpellai un teologo islamico affinché mi chiarisse il senso della sura 51. Egli, in totale buona fede, si impelagò in un
discorso capzioso, specioso, incomprensibile ed astruso per tentare di chiarire il valore della sura. Fu una disquisizione non dissimile da quella di molti teologi cristiani che, quando, ad
esempio, devono giustificare le stragi di YHWH nella Torah, ricorrono a mille sofismi e fumisterie, saltando con nonchalance da esegesi letterali ad altre metaforiche del tutto arbitrarie. Credo
che la verità sia un'altra: il Corano, come la Bibbia etc. contengono in nuce anche le tracce di un influsso allotrio. Kerner sostiene che le tre religioni monoteiste medio-orientali furono
create dai Grigi: forse semplifica, ma non ha tutti i torti.  


Da approfondire la Sirius connection... 


 


Ciao 

Ghigo Battaglia 06/08/2013 21:26



Incredibili le acrobazie dei 'teologi' per giustificare genocidi e massacri crudeli ed ingiusti. Secondo Malanga invece le religioni sono opera dell'astuto lux,
l'essere di sola luce che conosce molto bene ed utilizza le debolezze della psiche umana. In particolare il senso di colpa rappresenterebbe una chiave fenomenale di
accesso ai settori più profondi della nostra psiche. Proprio tale chiave è la ragione d'essere dei movimenti pseudo ambientalisti che vedono nell'uomo l'origine di tutti i disastri.



Zret 06/06/2013 16:44


Viene a taglio la sura 51 del Corano: "Egli (Allah) è il Signore di Sirio.." 


Ciao 

Ghigo Battaglia 06/07/2013 11:31



Eh si, Sirio è proprio una costante! Sul proiettore caduto vicino all'auto di Truman c'è scritto sopra 'Sirius B', strano, no? Chi viene da Sirio?