Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Cronache Pacifiche

Pubblicato il da G B

.

Cronache Pacifiche

 

Dalle coste occidentali degli Stati Uniti è possibile osservare fenomeni anomali che coinvolgono la fauna marina. Centinaia di delfini e balene sono state osservate insieme a pelo d’acqua da numerosi testimoni in circostanze e numero totalmente inusuali. Le stelle marine sono ormai sull’orlo dell’estinzione: ne sono state trovate a migliaia morte o gravemente malate e malformate. Oltre a ciò, una vasta zona di costa in Alaska è interessata dall’ormai annoso e tristissimo fenomeno delle morti di volatili in quota, rinvenuti privi di vita nelle acque prossime alla terraferma.

 

Alcuni ricercatori puntano il dito sulla fuoriuscita di materiale radioattivo proveniente dalla centrale atomica di Fukushima, come la probabile causa scatenante questa incredibile variazione di comportamenti nella fauna marina. Il Pacifico, semplicemente lo specchio d’acqua più grande ed importante del pianeta, sta subendo dei danni indicibili dalla reversibilità incerta. Dalla centrale di Fukushima fuoriescono sostanze non monitorabili se non a distanza e dopo un cospicuo lasso di tempo. Le conseguenze di questo tragico evento sono state già calcolate come 100 volte più dannose di quelle conseguenti la fuoriuscita di materiale radioattivo dalla centrale di Chernobyl. Nessuno può affermare con certezza come se ne possa uscire da questa situazione e neppure in quanto tempo sarà possibile annullarne i danni o perlomeno contenerne le conseguenze. Il rischio principale è che si inneschi una catena distruttiva ad andamento esponenziale che coinvolga la fauna marina, quella delle coste ed in fondo l’uomo, che per ora osserva questa distruzione attonito senza possibilità di intervento.

 

Mentre i nostri simpatici compatrioti vengono irretiti dalla bassissime lusinghe ipnotiche della disinformazione generalizzata, dividendosi artatamente sulle vicende fumettistiche del Cavaliere Nero, la natura viene trasformata silenziosamente. Di questo stravolgimento biologico di cui noi siamo parte (è bene ricordarlo) se ne odono solo distratti echi lontani. La prospettiva di un Pacifico silente perché privo totalmente di vita non è affatto scongiurata. Resta da capire chi possa beneficiarne nell’ipotesi che l’incidente alla centrale (e le sue ben calcolate conseguenze) sia stato provocato da armi esotiche. Forse esseri cresciuti in un pianeta privo di vegetazione

.

Si legga in merito   QUI,   QUI  e   QUI. Un eloquente video  QUI.

.

Condividi post

Repost 0

Le Malefatte dell'Alieno Yahweh - agg.

Pubblicato il da G B

.

ABRAMO E ALIENI

.

Nell’ultima opera letteraria di  Mauro Biglino ‘La Bibbia Non è un Libro Sacro’, l’autore delinea con maggiore nettezza, rispetto alle sue opere precedenti, le caratteristiche di quell’individuo peculiare dal probabile nome di Yahweh.

 

Ne esce fuori un quadro generale terrifico e sconfortante al tempo stesso, descritto all’interno di una narrazione (quella biblica) quasi del tutto priva di riferimenti spirituali, concentrata invece a tramandare ai posteri il rapporto esclusivo di una congrega eterogenea di genti con il loro anomalo ‘comandante in capo’, colui al quale era stato assegnato, da entità a lui superiori, quel particolare spazio del pianeta Terra. Tra l'altro codesti alieni esigevano il tributo dei primogeniti (sacrifici umani).

 

Un tenutario quindi sostanzialmente indifferente ai popoli che doveva governare con le armi della forza e della lusinga, forte delle sue avanzate conoscenze tecnologiche. Questo individuo costringeva sostanzialmente i popoli da lui diretti ad un addestramento paramilitare per poterli utilizzare in continue guerre sanguinose al fine di espandere il più possibile il suo dominio terreno, ai danni degli altri Elohim: esseri simili a lui ai quali erano state assegnate altre porzioni contigue di Terra.

 

Si evince quindi come il nostro pianeta non sia stato affatto ‘nostro’ ma appannaggio esclusivo di umanoidi di ben altre provenienze e fattezze che probabilmente insistevano da millenni sugli stessi suoli che hanno visto la genesi del genere ‘homo’ sino all’attuale definizione di ‘sapiens’.

 

Di questa alterità al governo a dire il vero ci eravamo già accorti considerando le spaventose condizioni in cui versiamo oggi. Gli apparati statali impongono con la violenza i loro dictat in modo assai simile alle modalità con cui l’alieno Yahweh (allo stesso modo dei suoi simili Anunnaki o Elohim che chiamarli si voglia) imponeva i suoi.

 

Dobbiamo concludere quindi che il predominio Anunnaki non sia mai cessato nonostante la loro apparente dipartita nei primi anni dopo la nascita di Cristo? Possiamo dedurre che la loro azione sia stata da allora sostanzialmente elusiva, tranne che in alcune fugaci apparizioni pubbliche frutto di disattenzione, errore od inganno?

 

L’azione di governo degli Stati ‘moderni’ non è mai stata così lontana dai desiderata delle popolazioni che dirigono. Il potere effettivo è in mano alle stesse persone che lo detengono da sempre. La cosiddetta democrazia non è altro che un logoro paravento per proseguire indisturbati nel saccheggio del territorio e nella predazione delle energie materiali e spirituali delle genti, oggi come sempre considerate come animali da soma da sfruttare e trattare come tali.

 

Che il dominio odierno sia ancora in mano agli anunnaki oppure agli umani corrotti e pervertiti in definitiva poco importa. Importa invece paragonarlo alla procedura di comando dell’alieno che si faceva chiamare Yahweh. Evidentemente ci troviamo di fronte alla stessa sfrontata mancanza di empatia verso i sottoposti (noi), e ad una azione di governo fredda ed implacabile perché condotta con le armi della superiorità militare e tecnologica. L’implementazione delle capacità di controllo giungerà all’apoteosi quando verremo impiantati (ed avverrà senz’altro) da un microchip ricetrasmittente sottopelle. Oggi comunque siamo già costantemente monitorati e lo spazio di libertà residuo è davvero esiguo. Ogni nostra azione viene registrata e la mole di dati personali espressi in forma digitale di ognuno di noi è ben sufficiente a non lasciare spazi oscuri sull’indagine esaustiva sulla nostra persona. Ognuno di noi possiede un alter ego digitale pressoché completo grazie anche alle nostre azioni spontanee ed azzardate di condivisione in rete di dati personali e di sfumature della nostra vita privata che dovremmo invece tenerci ben stretti.

 

Osservandoci meglio possiamo considerare le nostre condizioni esistenziali e trovarle deleterie, qualunque sia il nostro ‘status’ sociale. I salari servono soltanto a compensare in parte ciò che ci vien tolto quotidianamente e più sono elevati, più rendono l’idea di quanto ci viene defraudato. La scolarizzazione coatta e le pratiche mediche inappellabili formano una gabbia alla quale non possiamo esimerci sin dalla più tenera età. Tasse e burocrazia sono poi le armi che il potere assoluto detiene per indirizzare i popoli alla guerra oppure alla rovina, in uno stato di precarietà continua, funzionale a tenere  gli animi occupati e ‘preoccupati’ in modo da impedirgli di pensare e riflettere che un mondo migliore per noi sarebbe non solo auspicabile ma assolutamente possibile, qui ed ora.

 

Il potere assoluto che si cela appena dietro il sottile paravento delle democrazie è indifferente alle sorti dei sottoposti, quel genere umano che non esitano a ‘gassare’ con le scie chimiche, oppure a indebolire con pratiche di medicalizzazione forzata oppure lasciandogli ingerire cibi avvelenati e degeneranti. Stiamo parlando dello stesso popolo che irradiano notte e giorno con onde elettromagnetiche o che defraudano del suo territorio in nome delle cosiddette esigenze della collettività.

 

Forse dovremmo comunque riflettere sulle conclusioni dell’opera di Biglino, non per cercare un ‘capro espiatorio’ al di fuori delle nostre contingenze, ma per prendere atto delle modalità con le quali il potere procede da sempre, inalterato ed inossidabile.

 

In conclusione vorrei ricordare come il cosiddetto ‘dio’ biblico sia già stato riconosciuto come entità malevola (assai prima di Biglino) dagli autori gnostici che scorgevano in lui le modalità procedurali dei crudeli arconti oppure, in tempi a noi più vicini, dal teologo gesuita Salvador Freixedo le cui illuminanti opere sono pressoché curiosamente introvabili in lingua italiana.

 

Una doverosa riflessione e … buona dittatura arcontica a tutti!               

.

Condividi post

Repost 0

Le Scaltre Lusinghe del Demiurgo Corrotto

Pubblicato il da G B

.

Perchè non sono più un Operatore di Luce

di: Cameron Day

 

Il pianeta Terra e buona parte della nostra porzione di Universo sono da lungo tempo vittime di un incantesimo, che insinua nelle nostre menti il dubbio se siamo o meno collegati alla Fonte Infinita di tutta la creazione. Quest’incantesimo ci fa sentire soli, vulnerabili ed isolati, esiliati dai Regni Celesti e confinati in un mondo crudele dove vige la legge del più forte; pur essendo mera finzione, un inganno di ordine superiore, ha profondamente attecchito in questo e in altri mondi.

 

Questo incantesimo olografico ospita l’intrinseca convinzione che la dualità e la polarità siano aspetti naturali della vita, e che vi sia per noi la necessità di scegliere se porci al servizio dell’uno o dell’altro aspetto della dualità. Quest’impronta binaria, semplice ed elegante, è diventata cosi evidente che abbiamo perso di vista l’incantesimo olografico maggiore che l’ha generata. In verità, abbiamo perso di vista l’intero ologramma, arrivando a credere che esso, da solo, rappresenti la totalità della realtà.

 

Gli esseri umani sono stati condizionati a venerare l’inganno olografico e gli agenti che lo perpetuano. L’ologramma di cui sto parlando è stato chiamato Maya dagli Hindu, mentre agli Gnostici era noto come il Demiurgo Corrotto. Ritenendo quest’ultimo il termine più accurato, continuerò ad utilizzarlo nel prosieguo dell’articolo.

 

L’Oscurità contro la (falsa) Luce - La dualità del Demiurgo

 

Per poter sedurre e controllare uno spettro di anime più ampio possibile, il Demiurgo Corrotto ha suddiviso i suoi agenti in due fazioni apparentemente opposte: quella dell’Oscurità contro quella della (falsa) Luce. Il Demiurgo ospita indifferentemente tanto i santi quanto i peccatori, a patto che tutti i soggetti coinvolti siano sotto il suo incantesimo. Ciò che più gli importa è che noi veneriamo lui o uno dei suoi agenti, in maniera indipendente dalla loro appartenenza alla fazione della (falsa) Luce o a quella dell’Oscurità.

Molti degli attori che recitano in questo dramma cosmico multidimensionale portano nomi che avrete sicuramente già sentito menzionare: Lucifero, Geova, Belzebù, Arcangelo Michele, Satana (entità distinta da Lucifero), Ashtar, dozzine di Arc(ont)angeli, presunti “maestri” ascesi e svariate altre entità canalizzate.

Nonostante alcuni di essi siano al servizio della fazione Oscura ed altri della (falsa) Luce, in ultima analisi sono tutti al servizio del Demiurgo Corrotto che li controlla. È questo, in essenza, il grande segreto degli Arconti: essi non impersonano soltanto il ruolo di malvagi esseri demoniaci, ma fingono di essere anche angeli e maestri ascesi …

 

 Qual’é lo scopo finale di questo controllo?

 

 Il Demiurgo Corrotto è un sistema entropico di coscienza separativa indotta artificialmente, incamminato sulla via di un inesorabile declino: allo scopo di preservare la sua esistenza il più a lungo possibile, sopravvive nutrendosi dell’energia che riesce ad assorbire dalle anime incarnate all’interno del suo sistema.

Nell’intento di raccogliere il maggior quantitativo possibile di energia animica, il Demiurgo ha creato il paradigma duale Oscurità/Luce per assicurarsi che ogni essere, incarnato in questo mondo sotto incantesimo, possa essere impiegato come una sorta di “batteria animica” capace di alimentarlo energeticamente. Le anime “buone” si sentiranno attratte dalla fazione della (falsa) Luce mentre quelle “cattive” dalla fazione degli Oscuri; tuttavia, la maggior parte di esse ignora il fatto che entrambe le parti stanno servendo lo stesso sistema.

 

Affinché questo gioco della dualità potesse suscitare un interesse sufficientemente elevato nei suoi partecipanti, sono state predisposte dal Demiurgo diverse densità di esistenza attraverso cui gli “iniziati” ai sentieri della Luce o dell’Oscurità potessero ascendere. Questa trovata conferisce la sensazione di compiutezza e finalità in coloro che procedono attraverso le densità, quando invece, in realtà, non stanno che brancolando nel labirinto dell’illusione demiurgica.

Quelli che risiedono ai piani più alti della gerarchia sanno benissimo che stanno facendo il gioco di un sistema asservito soltanto a sé stesso, ma accettano ugualmente di parteciparvi perché così possono esercitare il potere e nutrirsi dell’energia di adorazione proveniente dagli esseri gerarchicamente inferiori.

 

A proposito della Gerarchia Spirituale …

 

Quasi tutti gli esseri “canalizzati” affermano di essere affiliati alla cosiddetta “Gerarchia Spirituale” al servizio della (falsa) Luce, che annovera fra le sue fila “arcangeli”, “maestri ascesi” ed “ET positivi”. Di simili messaggi canalizzati, che intasano quotidianamente il web, se ne contano a migliaia.

Il loro piccolo sporco segreto è che provengono da esseri schierati dalla parte del Demiurgo Corrotto, impegnati in una guerra psicologica contro le persone che rifiutano i credo delle religioni formali esistenti. In altre parole, la “New Age” è un’operazione psicologica multidimensionale appositamente progettata per raccogliere ed imbrigliare le energie animiche dei credenti/dissidenti, al fine di incanalarle verso una nuova dottrina, a miglior vantaggio dei “maestri ascesi”.

 

Un altro dei loro segreti è che la maggior parte dei cosiddetti “maestri ascesi” della “gerarchia” non ha mai vissuto un’incarnazione umana. Al contrario, stiamo parlando di esseri incredibilmente ingannevoli che stanno partecipando ad un gioco il cui scopo è quello di accumulare pian piano energia di venerazione nei loro confronti. Nell’Universo reale non ingannevole, nessuno si sognerebbe mai di adorarli; ma nel sub-universo illusorio del Demiurgo Corrotto questi esseri si prendono gioco delle persone di buon cuore affinché riversino su di loro energie di amore, devozione e venerazione.

 

Anche gli “Arc(ont)angeli” sono più o meno della stessa categoria. Non sono affatto allineati alla Fonte Infinita della Creazione, poiché asserviti al Demiurgo Corrotto, un essere inferiore che si pone in vece del Creatore. Pertanto, essi non corrispondono affatto a quelli che io chiamerei davvero “Angeli”.

 

Ad onor della vera natura ingannevole di questi esseri, ho coniato per loro un nuovo nome molto più accurato: la Bugia-rchia Spirituale.

 

L’Oscurità rende appetibile la (falsa) Luce

 

Dando per scontato che entrambe le fazioni interpretino la loro parte in maniera convincente, ammetto che quelli del lato oscuro stiano davvero dando il meglio di sé nel recitare il ruolo di infame feccia pronta a uccidere, violentare, torturare ed operare le peggiori depravazioni di cui siano capaci. La fazione oscura è stata disegnata per apparire incredibilmente ripugnante, in modo che la maggior parte delle “anime buone” fosse sedotta dall’altro lato della polarità e resa incline a gettarsi dritta nell’amorevole abbraccio delle religioni patriarcali dalla spiritualità fittizia o verso la nuova religione alternativa della New Age, con la sua affollata legione di “canalizzatori” e “maestri”.

 

Per il Demiurgo Corrotto, la Terra è un pianeta difficile da controllare completamente. La profonda consapevolezza di essere connessi con la Fonte Infinita e col resto della Vita, detenuta un tempo da tutti gli esseri umani, è stata preservata e trasmessa ai posteri da alcuni di essi maggiormente evoluti, attraverso lunghe epoche in cui l’Oscurità ha regnato sovrana su questo pianeta. Dal momento che le forze oscure non sono state in grado di sottrarre interamente questa consapevolezza agli esseri umani, hanno ideato un piano per cooptarne la natura spirituale.

 

Si sono costituite dapprima le religioni patriarcali, che vennero imposte in tutto il mondo al maggior numero possibile di persone. Coloro che non vi aderivano sono stati storicamente considerati dei reietti, fin quando, durante il secolo scorso, la nascita del Movimento Teosofico non pose le fondamenta per l’emersione e la diffusione del Movimento New Age. Nei successivi anni ’50, ’60 e ’70, tale movimento ha via via guadagnato proseliti in maniera esponenziale, attraendo molti degli scontenti che avevano voltato le spalle all’ipocrisia delle religioni patriarcali.

 

Sembra proprio che il Demiurgo Corrotto abbia preconfezionato una “risposta pronta” per alleviare ogni tipo di travaglio interiore dell’umana esperienza spirituale: ove la religione tradizionale fallisca nel tentativo di pacificare l’individuo, ecco che arriverà la dottrina New Age a farne le veci. Per il Demiurgo sono ambedue equivalenti, fintanto che le mantiene entrambe sotto il suo controllo. Ecco perchè dobbiamo trascendere la dualità.

 

I canalizzatori sono stati ingannati

 

Nel 2011 scrissi un articolo sui problemi concernenti i messaggi canalizzati. Potete rileggerlo per rendere il vostro background di informazioni ancor più consistente. Se la religione può dirsi l’oppio delle masse, allora i messaggi “canalizzati” dovrebbero dirsi l’oppio della minoranza scontenta. Ogni messaggio “canalizzato” proveniente dalla Bugia-rchia Spirituale è essenzialmente lo stesso, una volta che sia epurato della sua ridondante melensa verbosità e sia spremuto fuori dalla storiella usata ogni in volta per veicolarlo e giustificarlo. Condensati in poche righe, ecco cosa dicono in sostanza TUTTI i messaggi finora canalizzati:

 

“Miei cari, siete immensamente amati da tutti noi della Gerarchia (Bugia-rchia…) Spirituale. Aneliamo a riunirci con voi, poiché siamo la vostra famiglia che avete da tempo perduta. Siate forti e perseverate nella luce, perchè presto vi renderemo nota la nostra presenza. Rimanete in attesa pieni di speranza (e sofferenza…) perchè presto verremo da voi e vi salveremo dalla vostra difficile situazione. Quando ciò accadrà, costruiremo per voi una nuova (voli)Era dell’Oro sulla Terra.”

 

In principio mi ero persuaso che questa nauseabonda disinformazione proveniente da sedicenti esseri quali l’Arc(ont)angelo Michele, Saint Germain, ecc. fosse il risultato dell’interferenza delle forze oscure sui canalizzatori, senza che costoro se ne rendessero conto. Quel che non avevo ancora realizzato al tempo in cui scrissi “Who’s Really on This Channel” (cioè: “Chi Trasmette Veramente Su Questo Canale?”) è che non si trattava affatto di trasmissioni di esseri autenticamente positivi intercettate e corrotte dagli Oscuri, quanto piuttosto di messaggi trasmessi direttamente dagli esseri di (falsa) Luce appartenenti alla Bugia-rchia Spirituale.

 

I lighworkers sono stati usati

 

Quando nel 1998 mi addentrai nel settore della pulizia energetica, il termine “Lightworker” (in italiano, “Operatore di luce”) non esisteva ancora. Lo sentii menzionare per la prima volta agli inizi del 2000 e mi suonò subito strano. Ora ne capisco il motivo: la “luce” per cui la Bugia-rchia Spirituale vorrebbe persuaderci ad “operare”, è la FALSA luce della dualità demiurgica!

 

Sappiate che quegli esseri che io ora chiamo “Agenti Divini” stanno profondendo un enorme sforzo per rimuovere completamente gli effetti e la memoria del Demiurgo Corrotto. Quando ciò accadrà, gli esseri che, attraverso il Demiurgo, si sono illegittimamente impadroniti del potere, lo perderanno e dovranno poi rispondere di tutti gli inganni che hanno perpetrato. Poiché nessuno di essi ha interesse che questo accada, è stato astutamente escogitato un piano brillante per sabotare tutta l’operazione.

 

Il piano era semplice: prendere contatto – solitamente durante il sonno o un’abduzione aliena – con tutti gli Agenti Divini attualmente incarnati e persuaderli del fatto che, per completare la loro missione, avrebbero dovuto porsi al servizio della (falsa) Luce e prendere ordini dalla Bugia-rchia Spirituale.

 

Questo piano ha funzionato incredibilmente bene, principalmente perché gli Agenti Divini non hanno avuto vita facile sulla Terra. La società qui è malignamente perversa, la spiritualità è manipolata e abusata, la densità vibrazionale è pesante, le nostre memorie sono perlopiù cancellate e la maggior parte di noi NON vorrebbe essere qui. Quindi, qualsiasi essere che emani “luce e amore” (perfino quelli falsi) è potenzialmente capace di indurre in errore un Agente Divino, dandogli l’idea di esser entrato in contatto con un’entità autenticamente spirituale.

 

Ricordo ancora il mio reclutamento da parte della (falsa) Luce, che ebbe luogo durante un’esperienza di sogno estremamente vivida vissuta all’età di 6 anni. Mi avevano persuaso che, lavorando per loro, avrei adempiuto alla mia missione di Agente Divino. Penso che sapessero già che prima o poi li avrei smascherati, anche se mi ci è voluto del tempo.

 

Vi svegliate più stanchi di quando andate a dormire?

 

Molti degli Agenti Divini reclutati come ‘lightworkers’ riferiscono di svegliarsi la mattina più stanchi di quando si coricano la sera, e di come i propri sogni siano perturbati da battaglie. Durante queste “dream missions” la Bugia-rchia Spirituale spreme quanta più energia possibile da coloro che sono sotto il loro controllo. Anche se vi risvegliaste convinti di aver partecipato in sogno ad una missione per combattere l’Oscurità, l’unico effetto finale tangibile sarebbe il drenaggio dell’energia che i falsi esseri di luce vi hanno sottratto dal corpo, dall’anima e dalla mente.

 

Alcuni mesi fa, ho revocato TUTTI gli accordi stipulati con quegli esseri che non avevano intenzione di fare i miei migliori interessi, indipendentemente da chi essi fossero o da chi affermassero di essere. È  una cosa talmente semplice che io stesso l’avevo sottovalutata. Durante questo processo, nonostante abbia percepito la resistenza degli esseri che sostenevano di essere positivi, sono rimasto fermo nella mia posizione, ribadendo il mio rifiuto di essere manipolato e indotto al conferimento di energia al Demiurgo.

 

Ciò mi ha dato il raro “privilegio” di essere preso di mira sia dalla fazione oscura (Arconti) che da quella della (falsa) Luce (Bugia-rchia spirituale). Ovviamente, anche la fazione della (falsa) Luce è profondamente coinvolta in questa guerra psichica, soltanto che vi prende parte in modo più subdolo e raffinato rispetto alla controparte oscura. Tuttavia, è valsa la pena di respingere questi attacchi, perché ora so di essere maggiormente allineato con la mia autentica missione di porre fine al gioco demiurgico, senza correre il rischio di essere sviato dalle fazioni che si combattono nella battaglia della dualità. È altrettanto rinfrancante sapere che riuscirò a farmi un bel sonno ogni qualvolta andrò a letto, perché non sarò più coinvolto nelle ridicole missioni contro l’Oscurità che i falsi esseri di luce allestiscono con dovizia per i loro “operatori di luce” (ora che so quel che significa, questa frase mi fa venire i brividi …)

 

Benvenuti nella (voli)Era dell’Oro

 

I falsi esseri di luce al servizio del Demiurgo Corrotto vogliono mantenere il loro controllo sulla razza umana. La nostra energia e i contratti animici da noi stipulati per vivere nella gabbia in cui siamo attualmente danno potere al Demiurgo e alle sue schiere di proseliti: state pur certi che non vi rinunceranno facilmente.

 

In questo momento stiamo tutti combattendo per la nostra libertà. La Bugia-rchia Spirituale vorrebbe farci espandere dalla nostra attuale gabbia estremamente disagevole verso uno stato d’esistenza leggermente più confortevole, ma solo dopo che ne siano entrati in pieno controllo.

 

Eccovi una metafora che ben descrive la nostra attuale situazione: siamo come uno stormo di polli rinchiusi in un pollaio angusto, buio e puzzolente. I nostri allevatori si stanno preparando a farci uscire dal pollaio permettendoci di razzolare in un’aia recintata più grande, dove potremo sentirci un po’ più liberi, ma sempre e comunque sotto il loro controllo. È questo è il modo con cui i nostri “allevatori” si assicurano la continuità del loro approvvigionamento energetico ai nostri danni: se i nostri carcerieri sono sufficientemente gentili, riescono a darci la sensazione di essere liberi.

 

La Bugia-rchia Spirituale non vuole che cresciamo in autonomia perchè, se fossimo nel pieno del nostro potere, saremmo in grado di sfuggire al loro sistema di controllo. Ecco perchè i messaggi canalizzati hanno un effetto subdolamente depotenziante sulle persone, dietro una facciata in cui sembrano offrire invece soluzioni potenzianti. Fintanto che rimarremo seduti ad aspettare che i “bravi ragazzi” vengano a salvarci, non saremo in grado di discernere chi ha veramente a cuore i nostri migliori interessi, né saremo in grado di risolvere i nostri problemi da soli.

 

Soluzioni per trascendere la dualità

 

Come possiamo dunque emanciparci dal paradigma della dualità? Il primo passo è quello di seguire i protocolli di auto-pulizia energetica (Self-Clearing System), revocando tutti gli accordi che avete stipulato con entità che non hanno a cuore i vostri migliori interessi. Quindi, revocate tutti gli accordi che filtrano la vostra percezione della realtà in termini di polarizzazione. Ogni qualvolta revocate gli accordi, accertatevi anche di rivendicare e richiamare a voi l’energia rimasta bloccata nei contratti. Dopodiché, affermate il vostro impegno di trascendere i paradigmi di controllo del Demiurgo Corrotto e a non farvi mai più disorientare da inconcludenti conflitti fra le polarità.

 

Vi consiglio anche la breve pratica quotidiana della revoca di tutti gli accordi che hanno deviato il vostro programma di vita verso esperienze difficili, limitazioni, relazioni insoddisfacenti, problemi di salute, problemi finanziari, disfunzioni familiari e qualsiasi altra cosa che drena energia dalla vostra vita. Potreste rimanere sconvolti quando vi renderete conto di quanti accordi avete inconsciamente contratto in questa falsa realtà della Matrix. Se presterete attenzione a quelli che, più o meno esplicitamente, mettono in evidenza le sbarre più costringenti della vostra prigione di vita, scoprirete che di revoche da fare ce ne sono ben più del previsto.

 

Una volta completato questo processo e prima che abbiate assimilato i cambiamenti, potreste percepire di avere un contatto residuo, periferico e superficiale con i falsi esseri di luce e di sentirvi dunque un po’ più soli. Questo sarà un momento davvero propizio per rafforzare il contatto con il vostro Sé Superiore, con il Centro della Terra e il con Centro Galattico. Mentre attraversate il processo di adattamento, potreste osservare come la qualità del vostro sonno sia migliore e potreste anche avere la sensazione di riuscire a smascherare più facilmente gli inganni rivestiti di positività.

 

Quando siete contattati da qualsiasi entità, rendetele noto di voler comunicare solo con coloro che hanno trasceso la dualità e che sono dunque al di fuori del Demiurgo Corrotto. Mettete così alla prova ogni essere che cerca di contattarvi e chiedetegli di punto in bianco: “Sei parte del Demiurgo?” Gli esseri di Vera Luce Divina che esistono esternamente al Demiurgo, nel Vero Universo, risponderanno volentieri alle vostre domande. Tenete a mente che essi non parlano un linguaggio come il nostro, ma comunicano con ciò che io chiamo “telepatia animica”.

 

Osservate il tipo di comunicazione usata

 

Le Forze di Vera Luce Divina, che esistono al di fuori del Demiurgo Corrotto, non sono vincolate alle dinamiche degli emisferi cerebrali sinistro/destro e alle polarità Oscurità/Luce che definiscono il sub-universo demiurgico. Quindi NON si manifestano come un voce che parla nella vostra testa! Al contrario, usano la telepatia animica per emanare sentimenti, espressioni archetipiche ed una qualità di luce estremamente pura che parla direttamente alla vostra anima.

 

La differenza tra un Vero Essere di Luce Divina e un membro di falsa Luce della Bugia-rchia Spirituale è che la luce del primo è calda, avvolgente, pura ed incondizionatamente amorevole, mentre quella del secondo è fredda, disagevolmente penetrante, dominante e spesso ipermascolina. La Bugia-rchia Spirituale è un gruppo dominato dall’energia maschile, e persino le femmine appartenenti a questa struttura di potere hanno una energia molto mascolina. È a causa di questa dominanza maschile che tutte le strutture religiose messe in piedi dalla Bugia-rchia Spirituale presentano un dio maschile dominante, senza mai menzionare un Creatore femminile onnipervasivo.

 

Un’altra grande differenza tra gli esseri di falsa luce – alleati interni del Demiurgo – e quelli di Vera Luce Divina – allineati con la Fonte Infinita – è che quelli di autentica Luce Divina non controllano, non sono manipolativi, autoritari né giudicanti. La Fonte Infinita NON imporrà alcun programma su di voi, pur sostenendovi nella missione che avete scelto per essere d’aiuto nello smantellare il Demiurgo Corrotto.

 

Non vi saranno impartiti ordini del giorno dalla Fonte Infinita né dagli esseri di Vera Luce Divina che operano al di fuori del Demiurgo. Non vi sarà chiesto di partecipare ad interminabili missioni che drenano la vostra energia durante il sonno, né mai di fare qualunque cosa che possa cagionare una dispersione della vostra energia animica, contrariamente a quanto fanno invece gli impostori della falsa luce della Bugia-rchia Spirituale. Gli esseri di Vera Luce Divina sono supportivi, amorevoli, vi nutrono e si prendono cura di voi come individui. Non vi considerano come meri ingranaggi di un meccanismo, poiché sono consapevoli della vitale importanza del ruolo che avete in una creazione così intricatamente interconnessa. Nutrono il massimo rispetto per quelli di noi che hanno scelto volontariamente di incarnarsi nel “sistema della bestia” del Demiurgo Corrotto, per aiutare a smantellarlo dall’interno. Infatti, per il completamento di quest’opera, è necessaria la presenza di Agenti Divini in azione sia internamente che esternamente al Demiurgo Corrotto.

 

Il discernimento è vitale

 

Approfondirò maggiormente in seguito questo argomento e le sue implicazioni. Nel frattempo, vi esorto ad aumentare drasticamente lo scetticismo e ad affinare il vostro discernimento. Applicando logica ed intuizione alle informazioni che ricevete, domandatevi: “Qual è lo scopo di questa comunicazione?” Su questo pianeta è operante un’estesa cospirazione multidimensionale che sottrae il nostro potere e ci sospinge nello spettro dell’una o dell’altra polarità. Chiunque vi solleciti a parteggiare per una sola fazione, semplicemente non ha ancora preso coscienza che le polarità sono due facce della stessa medaglia, controllata dal Demiurgo Corrotto. Vi invito a discutere queste idee con le persone che vi sono vicine, andando a rintracciare tutti i possibili modi in cui, in passato, possiate essere stati manipolati dalla falsa luce. Non c’è nulla di che vergognarsi in questo: i falsi esseri di luce sono dei mentitori e dei manipolatori incredibilmente scaltri.

 

La maggior parte di coloro che mi sta leggendo ha già scelto di essere un Agente Divino e di incarnarsi allo scopo di smantellare il sistema di controllo del Demiurgo. Avete già fatto la vostra scelta, ed ora dovete portare avanti la vostra missione individuale. Per fare questo è di vitale importanza rescindere tutti i legami con la Bugiar-chia Spirituale della falsa luce. Prendetevi del tempo per recuperare energia e forza, se necessario, e chiedete al vostro Divino Sé Interiore di rivelarvi specificamente ciò che avete bisogno di fare.

 

Siate saldi nella Vera Luce del Vostro Sé Interiore Divino e della Fonte Infinita.

(fonte)

.

Condividi post

Repost 0

I Misteri Svelati della Politica Internazionale

Pubblicato il da G B

.

Ho appena terminato la lettura di ‘Il Mistero della Situazione Internazionale’, dal sottotitolo: ‘come portare la spiritualità in politica’, di  Fausto Carotenuto. Lo stile è insolitamente assai piano e la narrazione distesa e concisa; ciò avviene nonostante la portata dei temi trattati. E’ difficile condensarne il contenuto perché il libro vorrebbe fornire una chiave di lettura esaustiva di tutto ciò che di anomalo e sorprendente sta avvenendo intorno a noi di cui pochi si rendono conto.

 

Posso solo consigliarne la lettura perché ne condivido la parte analitica in cui si cerca di individuare (con successo) le implicazioni spirituali delle operazioni di inquinamento multilivello a cui assistiamo attoniti, andando ad insinuarsi nei meandri della propaganda e della disinformazione sottile, delineando un quadro complessivo esaustivo benché volutamente privo di rimandi e contenuti citati, aspetto quest’ultimo che apprezzo particolarmente.

 

Anticipo solo che, secondo l'autore, il fine del ‘male’ che andiamo comprendendo è la predazione animica dell’essere umano, in ciò coincidendo con le conclusioni della ricerca del  Prof. Corrado Malanga, che l’autore, stranamente, nemmeno conosce se non per sentito dire. Gli ostacoli frapposti al risveglio dell’umanità sarebbero quindi i mille volti del male, in spasmodica attività nell’impedire al genere umano di prendere coscienza di quanto sia importante e di quanto sia capace il suo lato creativo di modificare in meglio (verso il bene) il reale.

 

L’energia spirituale dell’essere umano quindi è l’obiettivo della predazione e degli inganni molteplici e sottili, di cui l’autore fa riferimenti solo a titolo generale, imbastiti dalle piramidi gerarchiche del ‘male’ che sono tante ed in conflitto tra di loro. La piramide del bene invece sarebbe secondo l’autore unica e non gerarchica, in una piattaforma di tipo ‘open’, facilmente accessibile e, purtroppo, altrettanto facilmente infiltrabile dagli agenti del male.

 

Il difetto di questa narrazione è da ricercarsi nella forse eccessiva edulcorazione della dicotomia bene/male in cui non sembrano esistere ‘zone grigie’. Il libro però vuole mantenere un obiettivo divulgativo e semplice, aspetto devo dire centrato in pieno. Un buon spunto di riflessione quindi da cui partire per livelli di consapevolezza sempre più definiti.  Buona lettura.      

.

Condividi post

Repost 0