Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Effetti del Pensiero Umano sul Vuoto Atomico

Pubblicato il da G B

.

"Negli ultimi secoli, un assunto della scienza ha affermato che l’intenzione umana non può produrre effetti sulla ‘realtà fisica’. La nostra ricerca sperimentale degli ultimi decenni mostra invece che, nel mondo di oggi e sotto speciali condizioni, questo assunto non è più corretto. Noi umani siamo molto più di quel che pensiamo di essere e la scienza psicoenergetica continua ad espandersi ed a dare prova di ciò.”                   Prof. W.A. Tiller

 

L’articolo che segue illustra brevemente i risultati delle ricerche del Prof. Tiller incentrate sul rapporto esistente tra la cosiddetta ‘realtà fisica’ e le proprietà del pensiero umano. La dimensione della coscienza assume nella ricerca degli ultimi decenni un posto fondamentale nel considerare sotto nuova luce il rapporto tra pensiero e ‘pensato’, tema per altro anticipato dalla filosofia e dalla scienze umanistiche. Interessanti al proposito gli esperimenti statunitensi, ben riusciti, sull’influsso del pensiero sulla ‘legge delle probabilità’. La coscienza ed il pensiero quindi stanno assumendo un ruolo chiave nella ricerca fisica più avanzata, lontana anni luce dall’incredibile e costosissimo super acceleratore del Cern, basato ancora sulla cosiddetta ‘fisica classica’ che sarebbe forse meglio, anche un po’ provocatoriamente, definire ‘superata’. L’articolo     

 

Un Potente Campo Energetico tra le Particelle Influenzato dal Pensiero Umano

Il Professore emerito della Stanford University,  William A. Tiller, è alla ricerca di un livello di realtà fisica non rilevabile con gli strumenti di misura convenzionali.

Egli afferma che esistono due tipi di sostanze :

1 . Il livello elettrico atomo/molecola: le sostanze di questo livello possono essere misurate con strumenti tradizionali. Possiamo misurarle perché sono basate su un sistema caricato elettricamente.

2 . Le onde del livello di informazione magnetico: Tiller spiega in una introduzione alla sua ricerca sul suo sito: "Questo nuovo livello di sostanza, sembra funzionare nel vuoto fisico (lo spazio vuoto tra le particelle elettriche fondamentali che compongono i nostri atomi elettrici normali e le molecole), è attualmente invisibile per noi e per i nostri strumenti di misura tradizionali."

Questo secondo tipo di sostanza ha un grande potere , ed è influenzata dal pensiero umano.

Il Potere delle onde magnetiche di informazione

Tiller ha mostrato il livello di energia delle onde magnetiche di informazione in un'intervista per il documentario "What the Bleep Do We Know?" Egli ha paragonato l'energia latente di tutto l'universo conosciuto all'energia latente nel vuoto all'interno di un singolo atomo di idrogeno.

L'energia latente presente in un atomo è mille miliardi di volte quella che si pensa esista nello spazio dell'universo conosciuto. Ancora il Prof. Tiller: "solo quella nella piccola porzione di vuoto supera tutta la massa, tutti i pianeti e tutte le stelle". Questo confronto presuppone che l'universo sia piuttosto piatto, come gli astronomi dicono che sia. Tiller ha detto che i calcoli non sono ancora al 100 per cento accurati ma che sono abbastanza precisi da darci un'idea della quantità di energia in questo secondo tipo di sostanza, di cui ci parla, nel vuoto.

Come l’intenzione umana produce effetti

Tiller dice che è stato in grado di rilevare questa sostanza fino a quel momento invisibile, ma solo quando interagisce con la sostanza di tipo elettrico molecola/atomo possiamo convenzionalmente misurarla.

La coscienza umana preme su questa interazione. Un'intenzione proiettata dalla mente di una persona sembra aumentare la conducibilità tra il livello atomo/molecola ed il livello di vuoto.

"La coscienza solleva il più alto stato di energia libera termodinamica [del livello di vuoto], quindi possiamo accedere alla fisica del vuoto", spiega Tiller. "Un accesso a questa ‘nuova fisica’ permette all'intenzione di portare avanti degli effetti che non si possono nemmeno immaginare."

La coscienza può, in qualche modo, influenzare o interagire con una potenza superiore a qualsiasi cosa gli strumenti tradizionali sono stati in grado di misurare finora.

.

Condividi post

Repost 0

Il Pianeta è in Mani Ostili?

Pubblicato il da G B

pacific freeskies

  

E’ impossibile affrontare una discussione razionale sui cambi climatici senza calcolare gli effetti di decenni di programmi di modificazione climatica in corso, inseminazione delle nuvole e scie chimiche.

 Rosalinda Peterson (ispettore dell’USDA)

 

Il Pianeta è in Mani Ostili?

Tutto il nostro pianeta è sottoposto alle operazioni di  geoingegneria che utilizzano la dispersione in atmosfera di nano particolato (tramite le scie chimiche aeree e navali - le cosiddette ship trails) ed i sistemi di emissione di onde elettromagnetiche a bassissima frequenza del tipo Haarp. La scala dell’intervento è planetaria: non si tratta quindi di azioni isolate, volte magari soltanto a testare localmente l’efficacia del sistema, ma di un programma in corso che ha l’obiettivo di modificare drasticamente i moti naturali dell’atmosfera del pianeta e di intervenire sulle meccaniche di tutta la crosta terrestre.

Chi interviene con cotanta grandiosità di mezzi lo fa con uno scopo malevolo: a questo programma infatti sono da imputarsi, con ogni probabilità, gli sconquassi catastrofici che hanno colpito il globo perlomeno negli ultimi 20 anni. Inutile ricordare come questo programma sia vietato dalle convenzioni internazionali sebbene l’Onu ne ipotizzi l’esecuzione, in una sua  ambigua risoluzione, per il contrasto alle emergenze climatiche. A noi sembra che le emergenze climatiche, più che contrastarle, si sia tentato di crearle, con successo.

Non è solo il clima planetario ad essere nelle loro mani; queste operazioni attentano al motore primo della vita: il DNA. La valanga di sostanze chimiche che ci ha investito in questi ultimi decenni, per scopi leciti ed illeciti,  è impressionante, così come lo è l’impatto sulla biosfera delle radioonde, con le decine di migliaia di impianti ad uso civile e militare sparsi ovunque.

Siamo come immersi in un ‘brodo primordiale’ artificiale ed intelligente che ha preso letteralmente il possesso di tutto il mondo materiale: scie chimiche, nano particelle, organismi gm e radioonde sono dappertutto e se ne infischiano dei confini nazionali, dei trattati, dei balzelli, dei conflitti … esse veleggiano impalpabilmente in una dimensione superiore.

Si tratta delle stesse forze e delle stesse mani che modificano le tempeste sul pianeta  Giove? Oppure di quelle che interferiscono con i moti atmosferici dei poli di  Saturno? E' il caso di continuare ad ignorare del tutto le opere di studiosi, relegati purtroppo nel ghetto bibliografico delle ipotesi fantasiose, come Zecharia Sitchin, Salvador Freixedo, Corrado Malanga, Mauro Biglino? Oppure no?

.

Condividi post

Repost 0

Le Agende del Distretto Terra

Pubblicato il da G B

.

Queste righe che seguono sono ispirate all’articolo di Zen GardnerThe Human Replacement Agenda’ di cui condivido premesse e conclusioni. Non si tratta di una sorta di compiacimento per uno scenario apocalittico prossimo venturo ma di doverose considerazioni da fare, purtroppo ignorate dai più. Se c’è stato un aspetto positivo di questa mannaia finanziaria che ci ha colpito è stato quello di costringere tutti ad avvertire il peso immane delle pressioni che stiamo subendo. Spero che queste parole aiutino a riflettere ulteriormente.

Mi sembra evidente come siano in atto ed a buon stadio di avanzamento due agende globali che marciano in contemporanea. La prima riguarda lo spopolamento planetario. Questa agenda, con origini lontane ed oscure, mira a ridurre drasticamente il numero degli esseri umani sul pianeta Terra con lo scopo ufficiale di mantenere un necessario equilibrio tra risorse, ambiente ed antropizzazione. Tra i più fanatici promotori di questo sterminio annunciato, possiamo citare l’esilarante  Bill Gates e la sua inquietante e lugubre compagna Melinda. Tale obiettivo è chiaramente assurdo, disumano ed improbabile. Nessuno infatti è in grado di affermare quale sia il numero di esseri umani ‘stivabili’ sul pianeta Terra ed inoltre, chi propone questo bilancio con la ‘natura’ fa spesso di tutto per svilirla con ogni mezzo, visibile ed invisibile che sia. L’aspetto più sconvolgente di questa agenda è che i loro promotori vanno sbandierando le loro farneticazioni in proposito a destra e a manca senza che nessuno senta la necessità, perlomeno, di tirargli un simbolico pomodoro marcio per esprimere una qual sdegnata opposizione.

La seconda agenda che sta muovendo passi da gigante è quella dell’automazione robotica delle attività un tempo appannaggio di esseri umani. Cominciando dagli innocui distributori di sigarette e bevande (forse scelti non a caso, con lo scopo di far associare all’essere umano piacere ed automazione, così come accade con l’invasione pornografica su internet, insinuando l’associazione tra sensualità ed elettronica) si è giunti addirittura alle gigantesche  navi cargo da trasporto senza equipaggio che fra pochi mesi solcheranno le onde dei mari di mezzo mondo. Il problema dei droni militari e civili  è enorme. Chi può garantirne il controllo? Chi è autorizzato a farlo? Chi garantisce per il loro operato?

Ovviamente i droni sono spacciati per oggetti indispensabili per la nostra sicurezza, oppure per lo sviluppo economico … sempre le stesse scuse per gli abomini! In realtà, sostituiranno presto gli esseri umani in compiti essenziali, continuando ad eseguire i lavori che un tempo erano esclusivo appannaggio dell’umanità. Il pianeta continuerà quindi a vivere in apparenza ma si tratterà di una forma di vita automatizzata e desolante, quella tipica della macchina senziente, un movimento asfittico, ritmato, deleterio, senza senso né anima.

Sono troppe le strategie di attacco all’umanità in corso per pensare solo ad una serie di coincidenze. Le pratiche medicali univoche e forzate, gli organismi modificati geneticamente, i veleni sparsi in modo semi lecito (diserbanti, concimi, insetticidi) od in modo illecito tramite le scie chimiche e le radiazioni, i mezzi di emissione di radioonde disseminati ovunque, contribuiscono tutti ad alterare ed inficiare le basi sulle quali maturiamo il nostro essere propriamente umani.

Queste ferali agende interagiscono di fatto fra di loro e la lettura comparata dei loro obiettivi non può che destare seria apprensione in tutti gli esseri umani. Eppure ci hanno ormai persuaso verso una nostra fine poco gloriosa, ad un avvicendamento epocale prossimo, oppure ad un nostro periodo di mutazione e sviluppo verso un contenitore fisico più performante, interfacciato dalla migliore nanotecnologia, magari accompagnato ad un improbabile ‘salto quantico’ del pensiero. Seduzioni belle e buone: quando le basi della nostra natura non ci saranno più, non ci saremo più neanche noi. E’ forse l’alba di una umanità alterata, in continuo stato modificato, come le sementi che semina inconsapevolmente o forzatamente, aizzata dai canti striduli dei tanti profeti del male.

La crisi finanziaria artefatta, limita a bella posta le nostre possibilità di fuga, rendendoci inoltre angosciati e prostrati. La fuga è poi ulteriormente inficiata dal cordone di violenze e disordini che circonda quel lager di lusso chiamato Europa: Nord Africa, Medio Oriente ed Est europeo sono preda degli abili scagnozzi della dissoluzione armata che fomentano rivolte sanguinose per raggiungere obiettivi posticci. Spesso non abbiamo scelta. Non possiamo permetterci più di consumare cibo sano non alterato geneticamente, così come non possiamo esimerci dal vivere in un forno a microonde od inalare le nano particelle delle scie chimiche. L’operazione di riconfigurazione è ovunque.

In questo scenario apocalittico prevale il non senso. Ma il non senso dilagava già in ogni dove. Le popolazioni impazzite urlano e scorrazzano in direzioni sorprendenti mentre il singolo consapevole è sempre più solo. In questa bolgia prossima ventura cosa rimarrà dell’equilibrio? Cosa della ragione? Che cosa della parte migliore del nostro essere umani?

Scrivo ciò perché penso che non tutto sia perduto ma che sarà inutile e deleterio cercare la speranza dove non risiede. Evitare le coperture indecenti della politica di apparato potrebbe giovare, così come ricollegarsi ad una matrice perduta e luminosa che alberga nel profondo di ognuno di noi. L’esoterismo non ci aiuterà, soggetto com’è all’imponderabilità aulica delle forze oscure. Buona fortuna quindi a tutti in una dimensione fredda ed opaca che ci si impone giorno dopo giorno con sempre maggiore nettezza. Non tutto è perduto per chi sa come recuperarlo.

.

Condividi post

Repost 0

Nessuna Vittima alla 'Sandy Hook'

Pubblicato il da G B

.

L’incredibile saga della presunta strage di bambini ed educatori alla scuola Sandy Hook in Newtown, sembra proprio non avere fine. Due ricercatori indipendenti, dopo attente indagini, hanno concluso che non c’è stata nessuna vittima in quell’evento che si è rivelato quindi come una ingloriosa e macabra messinscena. Le autoambulanze sulla ‘scena del crimine’ ferme e vuote, le visure comparate dei dati anagrafici delle presunte vittime e la scoperta delle tante manipolazioni fotografiche, sono stati gli elementi da cui sono partiti per giungere a questa notevole conclusione.

E’ sorprendente elencarne i complici consapevoli, in primis la Casa Bianca, che si sono prodigati, non senza compiere errori marchiani, all’attuazione di questa operazione puramente mediatica, ideata con lo scopo di generare un notevole impatto psicologico di massa sulla società civile.

I sedicenti genitori delle inesistenti vittime, i famosi genitori senza lacrime, sono attori di quart’ordine ben pagati (i cosiddetti ‘crisis actor’), supportati dalle abili mani dei produttori televisivi di falsità. Nelle dozzine di loro interviste sdolcinate, presso le principali reti televisive, si sono osservate pochissime lacrime, moltissime incongruenze ed addirittura mezze ammissioni. Dietro tutto ciò aleggia il mostruoso programma di manipolazione mentale denominato  Monarch.

Un evento programmato, diretto ed eseguito al solo scopo di ottenere un impatto psicologico sulla popolazione. Possiamo immaginarne gli scopi: occupare le menti degli ignari cittadini per mesi, insinuando in loro una sensazione di precarietà ed insicurezza, generando la falsa consapevolezza di una fragilità perenne e di una necessità di appellarsi alle autorità centrali per garantirsi la propria sicurezza. L’impatto mediatico sarebbe tornato poi utile a quel personaggio incredibile che è Barry Soetoro (alias Barack Obama) che si è prodigato in false commozioni ed abbracci luciferini ai cosiddetti genitori delle inesistenti vittime.

Un evento macabro di grande portata, che risiede ora nella memoria dei tantissimi cittadini che non si sono ancora resi conto di come procedano gli stati centrali per garantirsi la loro ottusa continuità: generando terrore, angoscia e privazione, ergendosi ad unici baluardi contro la barbarie che invece rappresentano ed incarnano.

Tre considerazioni conclusive:

La verità è ormai riscontrabile solo grazie al lavoro dei pochi ed eroici ricercatori indipendenti: tutte le altre fonti di ‘informazione’ sono controllate e gestite da quelle stesse entità che generano gli eventi, in un cortocircuito davvero esilarante.

Il potere occulto coincide con quello palese ed agisce con tutti i mezzi pur di mantenere le popolazioni in uno stato di soggezione psicologica, di bisogno e paura. Il potere si manifesta come indispensabile elemento della società civile, il solo in grado di garantire ordine e giustizia.

Il nostro fallimentare paese non fa eccezione perché è gestito dalle stesse mani lorde di sangue (vero e finto che sia). Se da un lato ci rimbambiscono mediaticamente con il logoro ed indecente teatrino del nulla (la politica), dall’altro ci coprono di veleni in cielo, terra e mare.

La grande opera di dissoluzione esteriore ed interiore dell’umanità continua … sempre e solo finché glielo consentiamo.

Vedi QUI e QUI

.

Condividi post

Repost 0