Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Codex Alimentarius

Pubblicato il da Ghigo Battaglia

Il Codex Alimentarius, dalla fonetica vagamente inquietante, è un insieme di regole adottate dalla FAO in tutto il mondo per gestire e regolamentare l'alimentazione umana. Contiene delle indicazioni preoccupanti che la dicono lunga sulle intenzioni di chi l'ha proposto ed adottato.

Di seguito i link per approfondire:
http://www.codexalimentarius.net/web/index_en.jsp
e poi:
http://www.laleva.org/it/2009/04/il_codex_alimentarius_un_inquietante_progetto_in_campo_alimentare.html
ed infine:
http://www.disinformazione.it/codex_alimentarius.htm

Condividi post

Repost 0

Articolo 16: l'acquario

Pubblicato il da Ghigo Battaglia

Scie chimiche, micro onde, guerre infinite, virus brevettati e sparsi per il pianeta, carburanti fossili, ogm, codex alimentarius, tassazione brutale, crisi economiche eterodirette, world governance. La popolazione del pianeta è un grande esperimento dal quale nessuno è escluso.
acquario.jpg 
Ecco, nella foto sopra l'umanità è rappresentata dai pesci, l'ambiente è artificiale, tutto ci è dato e non sapremo mai come sarebbe stata la vita al di fuori di esso. Il cibo ci viene calato dall'alto con modalità a noi ignote. Lo stesso scopo della nostra vita ci appare ignoto. Ovviamente siamo alla mercè del proprietario dell'acquario. Sarà benevolo oppure no? Possiamo fermare questo processo di "acquarizzazione" della società?

Condividi post

Repost 0

Il trattato di Copenhagen: novità in vista?

Pubblicato il da Ghigo Battaglia

Un link sui retroscena del trattato di Copenhagen, il suo significato ed i suoi fini ultimi.
http://thetruthwins.com/

W-20cambio-20climatico.jpgIl cosiddetto effetto serra 
Il titolo originale:
The ABCs Of The Copenhagen Climate Change Treaty – A World Government, Brutal New World Taxes And The Creation Of 700 New Bureaucracies
Trad.:
L'ABC del trattato sul cambio climatico di Copenhagen - Un Governo Mondiale, Nuove Pesanti Tasse Mondiali e La Creazione di 700 Nuove Burocrazie.
Vi consiglio vivamente di seguire con costanza il seguente link:
http://www.prisonplanet.com/
Sempre aggiornato, è il sito di notizie di Alex Jones, giornalista indipendente statunitense.

Condividi post

Repost 0

Testo interrogazione del Sen. Oskar Peterlini

Pubblicato il da Ghigo Battaglia

"...in molte parti d'Italia (Umbria, Abruzzo, Campania, Toscana, Veneto, Sicilia, Sardegna e Marche), da alcuni anni sono state rilevate scie chimiche (chemtrails), rilasciate da aerei non meglio identificati;

diversamente dagli aerei civili, i quali su rotte predeterminate rilasciano scie di condensazione a dispersione quasi immediata, le scie chimiche riscontrate sono di natura gelatinosa e vengono nebulizzate da aerei che volano a bassa quota e sono irrorate nell'aria attraverso sistemi di supporto ben visibili ad occhio nudo; da denunce di cittadini - alcune dirette anche all'autorità giudiziaria - e da servizi della stampa locale, sembra che da tali scie chimiche derivino conseguenze disastrose sulla salute dei cittadini, stante, per esempio, l'alto numero di tumori rilevati nelle zone maggiormente sorvolate da tali aerei;

il Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), nel 2005, ha rilevato, nelle analisi effettuate su campioni di pioggia coincidente con il rilascio di scie chimiche, una concentrazione al di sopra della norma di sostanze chimiche come quarzo, ossido di titanio, alluminio, idrossido di bario, ritenute pericolose per la salute in quanto cancerogene; da precedenti interrogazioni fatte ai dicasteri competenti, non sono mai arrivate risposte chiare, convincenti ed esaustive, sì da rafforzare il convincimento che si tratti di fenomeni pericolosi da tenere nascosti; sia nella XV Legislatura che nella XVI, nei due rami del Parlamento, sono state presentate interrogazioni con contenuto analogo ma esse non hanno ricevuto risposta; solo in data 16 dicembre 2008 il Ministro della difesa nella risposta alla interrogazione n. 4-01193 (pubblicata il 15 gennaio 2009) con la quale si chiedevano informazioni relative alla presenza nel territorio delle provincie di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini di formazioni nuvolose anomale rilasciate da aerei militari affermava che «le indagini svolte hanno consentito di escludere il coinvolgimento degli aeromobili dell'Aeronautica militare nella generazione o emissione di scie differenti da quelle normalmente dovute alla condensazione del vapore acqueo. L'Aeronautica militare, inoltre, non ha in dotazione aeromobili adibiti allo spargimento di sostanze chimiche, né si hanno evidenze relative ad aeromobili militari che, operando a bassa quota sul territorio italiano, abbiano disperso o irrorato sostanze chimiche». Nella stessa risposta il Ministro sottolineava che l'Aeronautica militare non ha sottoscritto alcun accordo con gli Stati Uniti sulla specifica problematica; considerato che è necessario, a giudizio dell'interrogante, fornire ai cittadini, fortemente preoccupati dalla crescente presenza di scie anomale, un'adeguata e documentata informazione affinché sia data loro ogni forma di assicurazione sulla tutela della salute, si chiede di sapere: quali ricerche scientifiche siano state effettuate, quali indagini siano state svolte e quali elementi siano stati raccolti sull'insieme dei voli, militari e non, effettuati nello spazio aereo nazionale da qualunque soggetto, che abbiano avuto come effetto il rilascio di scie chimiche; se il Governo non ritenga opportuno monitorare e registrare i tempi, i luoghi e le modalità entro cui nello spazio aereo nazionale si formano scie chimiche in modo di realizzare una banca dati utile a definirne la natura e le eventuali conseguenze sulla salute, il clima e l'ambiente; se l'Aeronautica militare o altri soggetti pubblici siano coinvolti e con quali compiti nel progetto di cooperazione Italia/Stati Uniti su scienza e tecnologia dei cambiamenti climatici. ..."

Condividi post

Repost 0