Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

'Ho,ho,ho?' - Origine Occulta del Natale

Pubblicato il da G B

 

 

Questo nutrito post che segue è una traduzione completa di un articolo tratta dal sito humansarefree (link in fondo). Proponendo questo testo all’attenzione dei lettori non si vuole turbare l’atmosfera della prossima festività ma invitare a considerarla per ciò che è: una riproposizione cristianizzata di antichi (ma ancora attualissimi) culti pagani dai significati spesso contraddittori ed occulti. Così come avviene per altre festività collettive, come la Pasqua od il Primo Maggio ad esempio, si impongono dall’alto date prefissate per celebrazioni imposte che ben poco hanno a che fare con la cristianità o con il loro significato ufficiale. Una mistificazione pesante, chiaro segnale di una deleteria irreggimentazione collettiva. Riflettere allora sul significato dei modi e dei simboli di tali festività imposte può aiutare a viverle con maggior distacco e serenità, occupandosi più di se stessi che di ciò che accade (spesso nostro malgrado) al di fuori.

 Buona lettura:

 

L’Origine Occulta del Natale  

 

Il mese di dicembre è oggi orientato al materialismo capitalistico del Natale. Milioni di persone immaginano che Gesù sia nato il 25 dicembre e che questa data meriti quindi una celebrazione con la costruzione di un albero addobbato e l’offerta di doni.

 

La stagione del Natale riguarda quindi l’occidente capitalista, con livelli di stress in aumento, incluso il debito personale che cresce inevitabilmente.

 

La maggioranza ignorante ed illusa accetta il Natale come una normale vacanza 'cristiana', ma la maggior parte delle persone non ha la comprensione dell’inganno storico sotteso e del suo significato occulto.

 

La celebrazione del Solstizio d'inverno spetta al Culto del Sole:

 

Il sole si muove dall'emisfero settentrionale fino al solstizio d'inverno. Il divario di 3 giorni dal 21 al 25 dicembre non aggiunge dei minuti al momento dell’alba: sembra che il Sole si sia, in qualche modo, ‘fermato’. Dal 25 dicembre in poi, il sole aumenta di 14 secondi il suo tragitto terrestre e le giornate si allungano quindi dal 21 Dicembre fino al solstizio d'estate.

 

Avviene così che la celebrazione per l’adorazione del Sole per il Solstizio d'Inverno è sempre caduta il 25 dicembre; 3 giorni dopo il 21. Il numero 3 è il numero fondamentale per l'occulto.

 

Il calendario occulto è composto da quattro periodi di 13 settimane relativi ai solstizi ed agli equinozi del sole:

 

Il Periodo del Solstizio d'inverno si estende per 13 settimane – ‘Sabato Minor’.

 

21 dicembre – Yule.

 

21-22 Dicembre - Solstizio d'Inverno/Yule. Una delle notti preferite dagli Illuminati per i sacrifici umani.

 

25 dicembre - Sacro Romano Natale.

 

Febbraio 1 e 2 - Candelora e Imbolg, aka il giorno di Groundhog. Un’altra delle notti preferite dagli Illuminati per i sacrifici umani.

 

San Valentino – 14 febbraio.

 

Considerate le radici pagane dei nostri simboli più popolari del Natale:

 

1. Albero di Natale - L'albero sacro del Dio-Inverno; I Druidi credevano che lo spirito dei loro dei risiedesse nella loro struttura. La maggior parte dei pagani antichi conoscevano l'albero che rappresentava Nimrod reincarnato in Tammuz! Altri Pagani hanno considerato anche il culto dell’albero come un simbolo fallico.

 

2. Stella – E’ il Pentalfa, la stella a cinque punte. Il Pentalfa è un potente simbolo di Satana, secondo solo all’esagramma. La stella è il simbolo sacro di Nimrod, e non ha nulla a che fare con il cristianesimo.

 

3. Candele - Le candele rappresentano il fuoco nascente del Dio-Sole. I Pagani utilizzano spesso candele nei loro riti e cerimonie amorose per propiziarsi il mondo oltre. Alcuni colori sono anche pensati per rappresentare specifici poteri. L'ampio uso di candele colorate è di solito un buon indizio che si tratti di un cerimoniale pagano, non importa ciò che gli ulteriori orpelli esteriori potrebbero significare.

 

4. Vischio - Il vischio è la pianta sacra dei Druidi, che simboleggia le benedizioni pagane della fertilità; quindi, baciarsi sotto il vischio è la prima fase del ciclo riproduttivo! Le Streghe usano anche le sue bacche bianche per alcune pozioni.

 

5. Corone - Le corone sono circolari e rappresentano gli organi sessuali femminili. Le Corone sono associate con la fertilità ed il "cerchio della vita".

 

6. Santa Claus - Di Santa Claus, alcuni ex-satanisti mi hanno detto che "Santa" è un palese anagramma di "Satana". Nella New Age, il dio "Sanat Kamura", è sicuramente l'anagramma di "Satana". Gli attributi mitici ed i poteri attribuiti a Santa sono paurosamente vicini a quelli posseduti da Gesù Cristo.

 

7. Renne - Le renne sono animali cornuti che rappresentano il "Dio-cornuto" o "Dio-stag" della religione pagana! Il Numero tradizionale di renne nella squadra di Babbo Natale è otto (8); nella gematria satanica, otto è il numero dei "nuovi inizi", o il ciclo della reincarnazione. Gli Illuminati vedono al numero "otto", come al simbolo del loro Nuovo Ordine Mondiale.

 

8. Elfi - Gli elfi sono creature ctonie, i piccoli aiutanti di Babbo Natale (cioè di Satana). Essi sono anche quindi piccoli demoni.

 

9. Colori - Il verde ed il rosso sono i colori tradizionali della stagione, in quanto sono i colori tradizionali pagani dell'inverno. Il verde è il colore preferito di Satana, per cui è opportuno che dovrebbe essere uno dei colori tradizionali per Natale; rosso è il colore del sangue umano, la forma più alta di sacrificio per Satana - per questo motivo, il comunismo ha adottato il rosso come colore principale!

 

10. 25 - Il 25 Dicembre è conosciuto come "la natività" del sole. Questa data è il compleanno di Tammuz, il figlio, la reincarnazione del dio del sole. Tradizionalmente, il 21 dicembre è conosciuto come ‘Yule’. La Chiesa cattolica romana ha spostato la celebrazione di Yule al 25 dicembre.

 

11. Il 25 dicembre è anche noto ai romani come "Saturnalia", un momento di dissolutezza intenzionale. Bere smodatamente vino caldo - noto come 'wassail' - è la chiave per la dissolutezza di questa celebrazione. La Fornicazione era simboleggiata dal vischio, e l'intero evento terminava con una grande festa, la cena di Natale appunto.

 

12. Anche il nome, "Natale" (ChristMas) è di origine pagana! "Christ" significa "Cristo", mentre "Mas" significava Messa pagana. Di tutte le Messe pagane, che commemorano sempre la "morte", il nome Christmas significa quindi letteralmente la "morte di Cristo". Un significato più profondo sta poi nella menzione del "Cristo" senza specificare che sia Gesù. Così, l’Anticristo è tenuto in grande considerazione qui; i pagani festeggiano il "Natale" come una celebrazione del loro arrivo dell'Anticristo, che si occuperà di infliggere un colpo mortale per il Gesù Cristo del cristianesimo. (Da notare poi come negli USA si sia diffuso il nome XMAS, in modo da eliminare completamente ogni riferimento al Cristo - ndt).

 

13. I pellegrini dell’Early American cristiani si rifiutano di celebrare questo giorno.

 

Il prossimo periodo cerimoniale inizia con l'equinozio di primavera a marzo e si estende fino al più importante tratto di 13 giorni dal 19 aprile fino al 1 maggio.

 

Festività Occulte relative al Natale:

 

Saturnalia: I Romani celebravano le Saturnalia, una festa di allegria generale e dissolutezza tenuta intorno al periodo del solstizio d'inverno. Questo festino durava una settimana e si teneva in onore del dio Saturno (Sat-Satan) ed a lui si offrivano sacrifici e regalie, con privilegi speciali per gli schiavi, durante una lunga festa.

 

Anche se questa vacanza è stata onorata in parte offrendo regali, più importante è stato per i romani onorare un dio agricolo. Sulla scia dei Saturnalia, i Romani contrassegnavano il 25 dicembre con una festa chiamata Brumalia. Bruma si pensa sia una parola derivata da brevum, in latino, o brevis, che significa breve o corto, che indica quindi il giorno più corto dell'anno.

 

I Romani hanno seguito la scansione festiva dei Greci: Durante il secondo secolo a.C., i Greci praticavano riti per onorare il loro dio Dioniso (chiamato anche Bacco). Il nome latino di questa celebrazione è: Baccanali. Si diffuse dai Greci a Roma, sino al centro dell'Impero Romano.

 

"E' stato intorno al 21 dicembre, che gli antichi Greci celebravano i cosiddetti Baccanali a noi noti come i festeggiamenti in onore di Bacco, il dio del vino. In queste feste le persone si davano a canti, balli e altri festini che spesso superavano i limiti della decenza e dell’ordine".

 

A causa delle orge notturne associate a questa festa, il Senato romano soppresse la sua osservanza nel 186 a.C. . Ci sono voluti i senatori e diversi anni per realizzare completamente questo obiettivo a causa della popolarità della vacanza.

 

Sopprimere una vacanza era un fatto insolito per i romani, poiché in seguito divenne un crogiolo di molti tipi di dei e di culti. Proprio come i romani avevano assimilato la cultura, l'arte e costumi dei popoli assorbiti nel loro impero, essi pure adottarono le pratiche religiose di quelle persone.

 

Miscugli nel cristianesimo:

 

I seguaci di Gesù, l'Unto, il Maestro ed i sui figli della Luce, hanno continuato a crescere in numero ed in importanza - i poteri delle tenebre hanno avuto così la possibilità di utilizzare l'impero romano attraverso il loro Costantino il Grande per 'cristianizzare' l'impero formando il Sacro Romano Impero. D'ora in poi, il Natale è stato creato con l’inganno, in sostituzione dei Saturnalia, dai poteri delle tenebre.

 

L'albero di Natale simboleggia anche la piramide l'oggetto principale distintivo degli illuminati.

 

Inoltre, le celebrazioni che sono collegati alla "luce" o al SOLE sono nell’ebraismo le celebrazioni dell’Hanukkah con le candele illuminate nella menorah (Kwanzaa).

 

Origini della Yule:

 

La Festività Pagan chiamata Yule si svolge il giorno del solstizio d'inverno, intorno al 21 Dicembre. In quel giorno (o quasi), l'asse terrestre si inclina lontano dal sole nell'emisfero settentrionale, e il sole raggiunge alla massima distanza dal piano equatoriale.

 

Come una festa del Sole, la parte più importante di ogni celebrazione Yule è la luce: candele, falò, ed altro ancora.

 

Il solstizio d'inverno è stato celebrato per millenni nell'emisfero settentrionale. I popoli nordici lo hanno visto come un momento di festa ed allegria, e, se alle saghe islandesi si deve credere, anche come un periodo per fare sacrifici.

 

I Costumi tradizionali, come il ceppo natalizio o l'albero decorato, possono essere ricondotti alle origini norvegesi della festività.

 

Ultimi Indizi di una Mistificazione: Lo sapevate che il compleanno di ogni Dio-Sole pagano in tutto il mondo è festeggiato il 25 dicembre? Lo sapevate che la frase "Ho, ho, ho!" (profferita dai corpulenti 'Babbi Natale' in ogni angolo di strada negli Stati Uniti) proviene dalla fine del 1600, quando nei giochi pubblici, molto popolari, prima che il personaggio del diavolo spuntasse fuori sul palco, annunciava se stesso gridando: "Ho, ho, ho"!?    Auguri.  


http://humansarefree.com/2014/12/the-occult-origin-of-christmas.html


Condividi post

Repost 0

Cambia la Tua Storia, Cambia il Tuo Corpo

Pubblicato il da G B

 

Cambia la tua storia, cambia il tuo corpo

Autore: Deepak Chopra (traduzione: freeskies)

  

Quando parlo di persone alle prese con l'eccesso di peso, gli stessi temi si ripetono spesso per decenni. Tutto questo vi suona familiare?

 

- "Ho provato di tutto, ma niente ha funzionato. Potrei anche rinunciare."

- "Devo essere geneticamente programmato per essere in sovrappeso".

- "Sono troppo vecchio per ricominciare tutto da capo."

- "So che dovrei fare esercizio, ma non posso rimanere motivato."

- "So quali siano i cibi giusti da mangiare, ma cedo alle tentazioni ed alle voglie."

- "E' tutto troppo difficile."

  

Quando la maggior parte dei medici sentono tali osservazioni, non stanno prestando attenzione alle loro implicazioni psicologiche, il medico sta cercando solo di isolare un problema fisico. Oltre a ciò, la stragrande maggioranza dei medici, me compreso, non ha ricevuto una formazione in nutrizione nella sua scuola di medicina, che copre in genere solo la formazione di base per l’eccesso di peso (lezioni di endocrinologia), e dedica quasi zero ore per gli effetti della dieta. Per quanto riguarda le emozioni, quelle richiedono l’intervento di uno psichiatra o di un altro terapeuta. Ciò non fa parte dei doveri del lavoro tipico del medico.

 

La medicina è da ritenersi incompleta quando la connessione mente-corpo viene ignorata. Nel racconto di qualcuno, i temi principali non sono accidentali o irrilevanti. Quando si alimenta un input negativo nel cervello, questo cambia, si modella per conformarsi al messaggio che riceve. Il cervello non ha mente propria. Non può scegliere a quali istruzioni obbedire e quali ignorare. Sei tu quello che possiede una mente, tu sei lo scrivente della tua storia, tu sei un autore. Ciò significa che si raggiunge il massimo controllo di se. È possibile alimentare i messaggi negativi del cervello od i messaggi positivi - la scelta è tua.

Mi rendo conto che le neuroscienze trattano il cervello e la mente come una cosa sola. Questo perché la mente è invisibile, mentre il cervello è un oggetto semi-solido che può essere toccato e misurato. La mia posizione è diversa e credo che sia più vicino alla vita reale. Il cervello è come una radio che riceve quello che la mente ha da dire. Quando si sente una trasmissione di un concerto, non confondete la radio per Mozart! Se qualcuno sussurra "ti amo" nell'orecchio, tu sei quello che si innamora, non il tuo sistema limbico. La mente viene prima perché la persona viene prima.

 

La libertà di scegliere qualcosa di diverso

 

Il tuo corpo è la memoria fisica della tua storia di una vita, di come hai vissuto fino ad oggi. Ogni libbra rappresenta una scelta di mangiare in un certo modo ed ogni boccone è silenziosamente influenzato da un insieme di abitudini, una lista di simpatie e antipatie e di come gli altri intorno a voi stanno mangiando. Se sei soddisfatto del tuo peso, quei chili in più è probabile che rappresentino alcune esperienze infelici: momenti di frustrazione, alti livelli di stress, ansia per un lavoro o un rapporto. Se il vostro corpo rappresenta la vostra storia finora, il modo naturale di cambiare il vostro corpo è quello di cambiare la vostra storia.

Nella mia esperienza, quando qualcuno è in sovrappeso, dice cose negative a se stesso più e più volte. Ricordate, quando si cambiano i messaggi interni, lo si fa solo parlando con se stessi. Stai scrivendo nuove pagine della tua vita. La chiave è quella di cambiare i messaggi negativi in modo che invece di rafforzare i comportamenti cattivi, si comincia a rafforzare quelli buoni.

Qui ci sono alcune delle istanze negative comuni che le persone che lottano con il loro peso si raccontano ed i loro antidoti positivi. Tenete presente che i messaggi positivi sono solo suggerimenti. Sentitevi liberi di inventare proprie nuove storie, perché questo è il modo migliore per prendere realmente il controllo degli input che il vostro cervello sta ricevendo.

 

1. Old Story: Ho provato tante diete e niente ha funzionato. Potrei anche rinunciare.

New Story: Oggi è un nuovo giorno. Cosa è successo in passato non conta. C'è sempre possibilità e una soluzione nel presente.

2. Old Story: I miei geni devono essere programmati per essere grasso.

New Story: Non posso cambiare i miei geni ma posso attivare altri geni che regolano l'appetito normale. Conosco persone che hanno perso enormi quantità di peso. I loro geni non possono trattenerli.

3. Old Story: Sono troppo vecchio per ricominciare tutto da capo.

New Story: L'età non importa, perché quando perdo peso sto andando indietro nel tempo. Sto per invertire il processo di invecchiamento per tornare dove il mio corpo vuole essere.

4. Old Story: So che dovrei fare esercizio, ma non riesco a tenermi motivato.

New Story: posso spostare il mio punto di vista sull’esercizio fisico e trovare il modo di spostare il mio corpo in modo divertente, come la danza, le passeggiate nella natura, o il più semplice yoga. Una volta appreso quanto sia bello muoversi, la motivazione non sarà un problema.

5. Old Story: E' tutto troppo difficile.

New Story: La parte più difficile è stata la privazione, la rigida disciplina, e la lotta contro la fame. Non ho intenzione di fare nessuna di queste cose più. Trovare soddisfazione è facile, ed è il mio nuovo percorso.

 

Ogni volta che i familiari temi negativi attraversano la vostra mente, occorre fermarsi e notare quello che stai pensando. Poi sostituirli con un contro-pensiero: un messaggio positivo. In questo modo, si può far ripartire il processo di riscrittura della vostra storia e cambiare il vostro corpo. Si può fare!

Deepak Chopra


http://sorendreier.com/change-your-story-change-your-body/


Condividi post

Repost 0

Eroi, Crimini e Status Quo

Pubblicato il da G B

 

«Sventurato quel popolo che ha bisogno di eroi»   - Bertold Brecht

 

Cosa hanno in comune personaggi come Gesù Cristo, Bob Marley, Ernesto Guevara, Giordano Bruno, Fabrizio de André, San Giovanni Battista, John Fitzgerald Kennedy, Gaio Giulio Cesare, Aldo Moro, Lucio Battisti, Giovanni Falcone, Stanley Kubrick, Paolo Borsellino, Isaac Rabin, Olaf Palme, Muhammar Gheddafi, Osho … e tanti altri che non citiamo per brevità?

Facciamo una premessa: nei post precedenti abbiamo notato come nella mastodontica produzione mediatica occidentale (storiografia compresa) non si parli quasi mai di spiritualità e delle qualità trascendenti dell’agire umano. L’umanità rappresentata, oppure oggetto di reportage, viene descritta come dedita esclusivamente al profitto oppure all’azione di convenienza o, nel migliore dei casi, ad un altruismo ‘di maniera’, un eroismo vuoto di contenuti seppur a volte efficace. Si tratta comunque di pochi comportamenti stereotipati, prodotti da sempre le stesse motivazioni, prettamente di dominio e sopravvivenza oppure, raramente, di idealità astratte ed individualistiche, incarnate spesso nella figura dell’eroe solitario.

Tornando ai personaggi citati, si tratta di uomini che hanno dedicato tutta o parte della propria esistenza ad incarnare e diffondere contenuti spirituali ed altruistici elevati. Sono tutte persone che ci hanno lasciato prematuramente, quasi tutte (o tutte?) per mano omicida, guidata dalle istituzioni palesi od occulte del loro tempo.

Perché eliminare delle figure potenzialmente in grado di elevare la consapevolezza umana in settori cruciali quali l’amore, la fratellanza, l’unione, la concordia, l’altruismo, la giustizia? Perché occorre ribadire come chi abbia voglia di vivere altrimenti, in modo ispirato ed originale, e senta la necessità di divulgare e condividere le proprie intenzioni, sia destinato al fallimento ed alla morte.

Il messaggio di queste persone è tutt’ora in grado di ‘compiere miracoli’, ossia di portare l’attenzione di chi ne osserva vita ed opere verso lidi più elevati di consapevolezza e condivisione, vivendo, magari per un attimo, il sogno reale di un mondo possibile, molto diverso da quello imposto dai sistemi di potere e controllo occidentale.

La loro triste fine prematura è quindi un memento a non turbare lo status quo, un esempio per tutti, un ammonimento a tenere la testa bassa, a farsi gli affari propri ed a ricordare sempre la fine ingloriosa e prematura che spetta all’eroe spirituale, all’uomo che dona speranza e che lascia intravvedere lidi migliori, con la sua vita o le sue opere. Valori elevati.

Arrestarne le loro vite in modo violento e prematuro, recava con se il rischio di renderli ‘eterni’ ma si trattava di un rischio calcolato: eternare il loro messaggio, associandone l’immagine alla fine terrena, al fallimento materiale, al patibolo od alla croce. Occorreva ed occorre ribadire che, chiunque abbia voluto tentare di elevare i contenuti della convivenza umana terrena, in un modo o nell’altro, abbia sostanzialmente fallito, perché il mondo deve seguire comunque leggi materiali di interesse e profitto che nessuno può modificare.

La loro fama è quella dell’eroe, un unicum irripetibile da relegare solo nella sfera della memoria collettiva, associata a quella della loro morte violenta e prematura.

E’ questo il motivo per cui alcuni di loro sono stati dapprima 'aiutati' a raggiungere fama e successo? L’umanità ha bisogno di eroi per evolversi oppure la figura dell’eroe è solo un ostacolo all’innalzamento collettivo del genere umano? L’elevamento spirituale si raggiunge in forma collettiva, felice e ‘sottile’ oppure tramite imprese eroiche (e sovente egoiche) destinate al fallimento?

 Qualcuno si sarà scandalizzato a vedere associate persone così apparentemente diverse, eppure una riflessione in merito non sarà, a nostro parere, inutile.


http://paolofranceschetti.blogspot.it/2010/06/lassassionio-di-osho-perche-si-uccide.html

http://freeskies.over-blog.com/article-pornografia-e-standard-comportamentali-125104987.html


Condividi post

Repost 0

Mafia Capitale?

Pubblicato il da G B

  

La Cronaca ufficiale:

la Mafia, ossia una forma associativa riservata con finalità criminali, è ben presente nella capitale italiana ed è stata (in esigua parte si immagina) debellata in questi giorni grazie all’intervento congiunto di apparati investigativi e polizieschi. Tale organizzazione criminale agiva grazie alla collaborazione di funzionari pubblici, imprenditori privati e di tanti personaggi liminali risiedenti nel cosiddetto ‘mondo di mezzo’: un purgatorio immondo dedito alla violenza ed alla sopraffazione. Gli obiettivi di tutto questo malaffare erano i denari ed il controllo totale della vita amministrativa della città.

Alcune Premesse:

Roma è in condizioni miserevoli da decenni. La città che deve rappresentare il nostro paese lo rappresenta benissimo: strade luride, arredi urbani indecenti, illegalità diffusa, parcheggi selvaggi, periferie allo sbando, cartellonistica abusiva, criminalità in aumento, corruzione, abbandono sociale, servizi pubblici carenti od inesistenti, etc. etc. … uno specchio fedele del paese tutto. E’ evidente come, in una delle città principali maggiormente tassate di uno degli stati al mondo maggiormente tassati, i fondi pubblici previsti per le voci di pubblica utilità scorrano saldamente in rivoli occulti e privati, ben lontano quindi dai loro obiettivi ufficiali. Ed anche quando i denari sono indirizzati nel loro luogo designato, le imprese che devono 'gestire i lavori' sono spesso inquinate da favoritismi ed illegalità varie. Tutto ciò accade da decenni con modalità ampiamente conosciute dalla popolazione locale.

Le infrastrutture moderne sono ridicole e realizzate con faciloneria ed imperizia. Laddove esista poi una struttura potenzialmente funzionante, viene immediatamente affidata alla gestione di persone incapaci, ignoranti ed impreparate che la riducono in uno stato pietoso in pochi mesi. Fonte notevole di guadagno occulto, la gestione della capitale attira da sempre gli appetiti delle mentalità criminali che risiedono in ogni pertugio dell’amministrazione pubblica e privata. A Roma si paga il pizzo in alcune zone della città, lo sapevate? Lo sapevate che per aprire alcune attività lecite occorre ‘ungere’ le amministrazioni preposte al loro controllo?

Ma allarghiamo lo sguardo un attimo: le università, gli ospedali, le scuole, le società a capitale pubblico … funzionano forse meglio? Non sono esse stesse inficiate sovente da episodi di malaffare, con il loro tristissimo corollario di prebende, favoritismi, corruzioni e quindi inefficienze?   

In molti sono a chiedersi, ad esempio, come vengano elargite le ambitissime borse dei dottorati di ricerca? In base al merito oppure alle consuetudini parentelari e politiche? Infine: che ruolo gioca la raccomandazione e la pressione politica sulle assunzioni pubbliche?

Ovunque si scavi all’interno di istituzioni pubbliche o ‘partecipate’ (peggio ancora) si scopre un sottomondo miserevole fatto di corruzione, sopraffazione, violenza (MAFIA insomma) impossibile oramai da distinguere dalla parte sedicente sana delle istituzioni. Questa oscena corsa al vil denaro ed al controllo deprime la vita pubblica e la relega ad una corsa smodata alla mangiatoia che presuppone un baratro prossimo venturo, morale e materiale.

Un Memento:

nel bel mezzo della città capitale vi è uno stato sovrano chiamato Vaticano. Esso dispone di efficienti servizi segreti, potentissimi mezzi materiali e 'morali', di una rete capillare di informazione diffusa in tutto il territorio, nonché di un immenso patrimonio immobiliare sito proprio nel cuore della capitale italiana. Poteva tale poderosa entità non sapere? Chiediamoci perché il ‘Vescovo di Roma’, come si è autodefinito il Rev. Bergoglio di Buenos Aires, non si sia prodigato nel far pulizia all’interno del suo Stato, parte integrante di quell’altro Stato che lo contiene in strettissima aderenza. Chiediamoci anche perché il celebre ‘Renatino’ della Banda della Magliana fosse sepolto in una nota Chiesa del centro con tutti gli onori … chiediamoci com’è mai che nella città sede dei comandi di tutte le forze di polizia, degli enti antimafia, della presidenza della repubblica e dei servizi segreti non sia venuta a galla da decenni questa storiaccia di cronaca? Invece di commissariare il Comune si dovrebbe allora chiedere le dimissioni perlomeno dei vertici di tutti i numerosi enti di controllo delle illegalità presenti nella capitale.   

E’ ben noto dalla popolazione locale come Roma sia da decenni gestita da clan privati che se ne spartiscono il potere e le tante occasioni di guadagno. Il lecito e l’illecito sono talmente intricati da apparire oggi quasi indistinguibili tali sono le commistioni di personaggi e finalità dello Stato e del cosiddetto sedicente anti-Stato. Un garbuglio inestricabile pervade la città e non credo basti una retata mediatica per districarne il bandolo.

Un’ultima nota generale:

il potere prevede evidentemente l’utilizzo di pratiche illecite, di trattative occulte, di discriminazioni e favoritismi, non è forse così? E’ l’istituto del potere terreno il male assoluto? E’ il potere ad autoassolversi e sciogliersi naturalmente in associazioni di tipo mafioso? Da dove deriva la struttura di potere temporale? Da quali presupposti giuridici ed ancor prima umani? La risposta, io credo, in questa nutrita ma esauriente analisi:

https://hearthaware.wordpress.com/2012/09/26/le-bolle-papali-che-hanno-cambiato-il-mondo/

si veda anche:

http://www.romafaschifo.com/


Condividi post

Repost 0