Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Senza Commenti

Pubblicato il da G. B.

Condividi post

Repost 0

Cronachetta Semiseria dall'Anno 40°

Pubblicato il da Giosué Bonifaci

 

Eniade, città 47, anno 40° (2035 del vecchio calendario) - Giosué Bonifaci 

Scrivo nottetempo, quando gli impianti bioelettrici rallentano la loro efficacia e mi permettono una certa libertà di movimento. Le razioni di mais salmonato con le quali ci nutriamo alla sera non consentono il sonno e passiamo le notti ad osservare i sempiterni diffusori olografici delle litanie dell’ordine: occhi di Horus iridescenti accompagnati dai sacri inni ad Osiride, dalla lettura del libro dei morti, dal feroce canto di Nabucodonosor o dal racconto delle ultime imprese su Saturno dell’ennesimo clone di Barry Soetoro (Obama III).

Alle prime luci verdi-azzurre dell’alba dovrò recarmi all’infermeria del campo più vicino per il consueto prelievo di sangue e le vaccinazioni giornaliere e, dopo un’abbondante colazione a base di alghe modificate, mi avvierò alla bio-incubatrice della milizia.

Sopra di noi volano ininterrottamente astronavi di tutti i tipi, rilasciando riflessi multicolori sulla superficie ghiacciata del terreno. Il cielo è una coltre compatta grigio chiaro attraverso la quale si intuisce l’andirivieni sbilenco del sole. La casta dei nobilissimi conduce le cose terrene dai loro bunker sotterranei o dalla bassa atmosfera mentre noi intoccabili conduciamo le nostre esistenze al livello zero del suolo, esposti alle inondazioni mensili, ai venti gelidi ed ai frequenti tornado.

Non so perché scrivo e non so nemmeno a chi; nessuno comunica più con nessuno perché siamo tutti interconnessi dalle reti neuronali silicee che tutto coprono in un continuum di relazione indotta. In bocca l’eterna sensazione del ferro arrugginito mentre il mio sguardo catatonico sorride, come di dovere, ad un altro internato dalla carnagione bluastra e l’altezza smisurata: è un feroce ibrido di seconda generazione, dotato di un cervello bionico dalla grande capacità mnemonica.

Siamo gli ultimi della nostra specie, homo sapiens ci chiamavano! Quanta ironia in quel nome … eppure, di quel tempo che fu, conservo una reliquia unica: un alberello secco di arancio con le foglie ancora attaccate ai rami. Lo rimiro nelle mie notti insonni alla luce tremolante delle lampade nazionali a scariche di idrogeno e mi domando com’era il settimo pianeta quand’era coperto di verdi presenze, pullulanti di tante forme di vita.

Termina qui il mio spazio di libertà, non ho fame, non ho sete, mi compiaccio di partecipare all’era del grande progetto, seppure come esemplare di una specie in declino. Il nostro ruolo sta per terminare. Abbiamo manipolato il pianeta per predisporlo ai suoi nuovi abitanti ingegnerizzati dalle divine menti dell’oltre vertice. L’aria satura di metalli conduttivi è manna per loro mentre è veleno per noi. Il grande freddo non ci permette di proseguire oltre mentre è congeniale alla loro vita. Buonanotte quindi, una dolce notte ad Eniade, come le altre.

 

Condividi post

Repost 0

Effetti della Pioggia di Alluminio

Pubblicato il da Giosué Bonifaci

chemtrails%20over%20Europe
 
Le Scie chimiche rilasciano nanoparticelle di Alluminio sopra gli uomini, gli animali ed il suolo - 20 novembre 2012 - autore: Louise McCoy (1)
 
‘Scie chimiche’ è il vero nome delle cosiddette 'scie di condensazione' lasciate dagli aerei in volo. Ci sono prove credibili che queste scie chimiche siano tossiche per l'uomo, gli animali ed il suolo. 
 
C'è preoccupazione negli Stati Uniti, per il crescente numero di pazienti affetti da patologie neurodegenerative. Dal 2000, il numero di malati di Alzheimer è aumentato da 4.5 a 5.4 milioni nel 2012, come riportato dall'Associazione dei malati di Alzheimer. Una persona su otto con oltre 65 anni, è affetta dal morbo di Alzheimer. Un incremento annuo sembra inevitabile a causa dell'invecchiamento della popolazione, ma anche i fattori ambientali giocano un loro ruolo.
L'articolo, "Chemtrails, nano-alluminio e gli effetti neurodegenerativi e dello sviluppo neurologico" di Russell Blaylock, MD del ‘National Health’ apparso nella rivista "News Health Freedom" mette in guardia contro uno di questi rischi ambientali: le scie chimiche. Blaylock, che si è ritirato dalla neurochirurgia per fare ricerca, scrivere ed insegnare, ha cominciato a notare le scie chimiche pochi anni fa, ed ora scrive: "Particolarmente preoccupante è che ora ce ne sono così tante, decine ogni giorno a sporcare i cieli."
Le scie chimiche sono un aerosol, che di solito si sviluppa da parte di jet civili. Quelle che al primo sguardo sembrerebbero scie di condensazione si trasformano in lunghi nastri di nubi che si estendono, rendendo il cielo imbiancato. Esse contengono diverse sostanze tossiche, e biologiche.
Blaylock si concentra sugli effetti delle nano-particelle di alluminio, come indicato nella parte 2 di ‘Scie chimiche sopra Las Vegas’ nel mese di Agosto il giorno 26, sul Las Vegas Tribune. Le scie chimiche non sono considerate come una minaccia od addirittura come esistenti da parte dei governi, ma la loro esistenza viene di tanto in tanto suggerita dai media. La stazione televisiva KNBC di Los Angeles in California ha ospitato ‘Toxic Sky’ di Paul Moyer, un resoconto sulla malattia nei bambini e la quantità record di bario ed alluminio che esce dal rubinetto dell'acqua dopo che le scie chimiche sono apparse sopra San Bernardino.
Nell’Agosto del 2005 sul Las Vegas Tribune è apparso un articolo diviso in due parti con indicazioni sulle scie chimiche sopra Las Vegas, le malattie conseguenti alle scie chimiche, e la storia delle scie chimiche precedenti prese da altre fonti. Nella relazione del Las Vegas Tribune, la US Air Force sul loro sito web ha definito le scie chimiche una "bufala", ma gli scienziati che lavorano presso la base di Wright Patterson dell’Air Force hanno confermato al giornale dell'Ohio, Columbus Alive, che erano coinvolti in esperimenti di irrorazione aerea. L’ossido di alluminio era utilizzato per problemi relativi al riscaldamento globale e lo stearato di bario ed altri composti avevano a che fare con le comunicazioni militari ad alta tecnologia.
Molti individui hanno notato problemi di salute, moria di bestiame o delle colture in concomitanza con la comparsa delle scie chimiche ed hanno fatto ricerca per conto proprio, con il loro sangue, il suolo, l'acqua e l'atmosfera, tramite test effettuati da confrontare con le normative in materia. Un compendio di tali relazioni appare nella documentazione aneddotica in ‘Strange Days Strange Skies’ pubblicato online.
Il film documentario What in the world are they sprayng?, prodotto da G. Edward Griffin, Michael Murphy e Paul Wittenberger mostra l'impatto sull'ambiente delle scie chimiche. Per esempio, la neve sul Monte Shasta ha normalmente 7 parti per miliardo (ppb) di alluminio, ma nel corso degli ultimi quattro o cinque anni è aumentato sino a 61.000 ppb.
Il suolo nel nord della California si sta trasformando in alcalino, interferendo nei sistemi radicali degli alberi. Gli agricoltori hanno notato che alcune piante non crescono più nelle Hawaii. I pescatori vedono meno cibo per i pesci. Questi sono alcuni esempi del documentario menzionato sopra. 
 
Fonte dell’articolo con tutti i link ai documenti citati:
 

Condividi post

Repost 0

La Città di Iside

Pubblicato il da Ghigo Battaglia

 

giza

 

Mi piace molto lo stile di Graham Hancock e Robert Bauval, è rapido ed intrigante ma non privo di densità, distillata da ampi e documentati studi. Nel loro dettagliatissimo ‘Talismano’, edito da Tea, ricostruiscono una storia antica e mai interrotta che parte dall’Egitto degli dei e giunge fino ad oggi. Il pullulare di piramidi sparse in ogni dove in tutte le epoche si spiegherebbe con la continuità della pratica esoterica di un culto solare dedito in particolare alla venerazione della dea Iside.

 

Parigi è una città il cui nome cela infatti il nome della dea egiziana, essendo stata eretta vicino ad un tempio a lei dedicato. ‘Par-Isis’ (vicino al tempio di Iside) pare sia la corretta etimologia del suo celebre nome in lingua francese PARIS.

 

Il fatto poi che molte delle sue antiche e moderne opere architettoniche ed urbanistiche siano parafrasi di allineamenti solari ed astronomici assai accurati e dall’alto valore simbolico, da prova a questa ricostruzione storicamente ineccepibile.

 

La Francia è il paese che ha fatto da esempio a tutti gli altri paesi contemporanei europei (non uso il termine ‘moderni’ perché mi sembra davvero inappropriato!). La Francia contemporanea è nata da una rivoluzione ‘illuministica’ e massonica. Nella Parigi odierna si continuano a costruire piramidi in vetro dalle loro 666 lastre, allineati con solstizi e tramonti cosmici della stella Sirio, ad opera di un grande Architetto giapponese.

 

La conclusione a cui potremmo giungere è che il potere assoluto non si è mai spento sotto le ceneri dei roghi rivoluzionari e che una casta regnante ancora preme la sua impronta sopra tutti gli stati; questa casta è dedita alla magia ed al culto di divinità egizie (trasfigurate a volte dalle tante ‘vergini nere’ sparse per l’Europa, in realtà Iside).

 

Iside, Osiride ed Horus quindi restano i riferimenti cultuali di questo esoterismo dedito al controllo del reale. Una rete occulta lega il tutto con gli strumenti delle massonerie che sono efficienti mezzi per raggiungere ogni luogo in ogni tempo ed imporre il volere di una divinità mai disconosciuta.

 

Il libro ‘Talismano’ è ben documentato ed è frutto di una accurata analisi storica, come ho avuto modo di controllare. Le sue conclusioni non sono incompatibili con gli scritti di Zecharia Sitchin ed anzi, fondendo le loro ipotesi si giunge ad un costrutto affascinante ed inquietante al tempo stesso, eppure terribilmente realistico.

 

Una sua recensione:

http://www.macrolibrarsi.it/libri/__talismano.php

 

 

Condividi post

Repost 0