Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

La Macchina contro l'Umanità (video)

Pubblicato il da Ghigo Battaglia

Condividi post

Repost 0

Lacrime e Sangue

Pubblicato il da Giosué Bonifaci

 

bug dad 03 little

 

Le ricostruzioni ufficiali di queste mostruose stragi cadenzate di bambini negli Usa (e non solo) non convincono proprio. Immaginare un colpo di lucida follia di personaggi oscuri, ben oltre il limite della comprensione umana, che hanno condotto una esistenza borderline per decenni e che poi si attrezzano di tutto punto per compiere una strage di innocenti sembrerebbe davvero un evento poco credibile. Non da escludere è immaginare questi eventi come tappe dovute per un piano di ‘smilitarizzazione’ civile degli Usa: imporre il divieto al possesso di armi (perlomeno quelle automatiche) sancito dalla costituzione e fonte di possibili guai in vista dell’instaurazione di uno stato marziale (eventualità tutt’altro che remota). Altra interpretazione potrebbe consistere nel far immaginare ogni cittadino come un potenziale pericolo per la collettività: persone presunte normali che poi si trasformano in mostri sanguinari. Come dire: in ognuno di noi alberga un presunto terrorista per cui è necessario controllare tutto e tutti sin dentro l’intimità delle proprie intenzioni.    

 

L’evento però, potrebbero essere letto in un altro modo, adottando un codice simbolico ed immaginando che a monte di esso vi sia una mentalità disumana: brutale, ferina ed indifferente. Queste stragi degli innocenti allora, assumerebbero probabilmente un significato diverso, proprio in riferimento a quella compiuta alla scuola ‘Sandy Hook’ di Newtown di ieri od a quelle simili del nostro recente passato. Si noti che su queste stragi aleggia sempre un velo di incertezza: non si sa mai con precisione come siano avvenuti i fatti, se l’attentatore abbia agito da solo oppure no, se abbia o meno anticipato il suo gesto. L’esecuzione sommaria della sua famiglia poi in questo caso, appena prima dell’evento, impedisce gli opportuni riscontri socio/psichiatrici.

 

Newtown mi fa venire in mente per assonanza Newton che era un esegeta biblico, attività che egli considerava superiore alla sua celebre professione di fisico. Il suo nome è quello di Isacco, il figlio unico di Abramo, destinato ad un sacrificio umano sulla montagna in onore di Yahweh. Dalla ‘Genesi’ (22, 2-13): «Prendi tuo figlio, il tuo unico figlio che ami, Isacco, và nel territorio di Moria e offrilo in olocausto su di un monte che io ti indicherò».

 

I sacrifici umani fanno parte da sempre della consuetudine al potere elusivo? Mauro Biglino suggerisce la probabile richiesta dei primogeniti da parte del crudele alieno Yahweh. Ovviamente questa richiesta non era metaforica ma assolutamente materiale, si trattava probabilmente di materiale umano per un terribile olocausto: la consunzione definitiva della carne sul fuoco.

 

Mi chiedo se queste stragi di innocenti non rappresentino una versione ‘moderna’ di un tributo agli dei, un sacrificio umano proposto però alle masse come una conseguenza di un momento di follia omicida. Conosciamo bene l’esistenza di programmi di manipolazione della personalità in cui sarebbero coinvolti migliaia di persone, spesso apparentemente ‘normali’ in quanto scelte tra gli strati meno protetti della popolazione, proprio come i presunti killer delle scuole.

 

Sappiamo che è possibile indurre un individuo, con sofisticate pratiche di controllo mentale, a compiere atti estranei alla sua personalità d’origine, innestando personalità multiple al suo interno. Potremmo allora immaginare di ricadere in questi ‘binari’ considerando l’assurdità apparente di queste stragi senza senso?

 

Paolo Franceschetti ci ricorda come siano decine di migliaia i minori che scompaiono ogni anno nel mondo occidentale, dove vanno a finire e perché? Il sacrificio umano, privato o collettivo che sia è ancora in auge? Il presidente keniota degli Usa che piange vi convince? Io credo che sia solo un grande attore: solo un grande attore infatti sarebbe riuscito a restare serio annunciando la farsesca morte (la settima se ricordo bene) di Osama Bin Laden ed il suo spiccio funerale marino.

 

I delitti del mostro di Firenze sono stati, a detta di Franceschetti, una consacrazione rituale di un territorio a determinate forze oscure, possiamo ipotizzare la stessa finalità in queste posticce stragi collettive? Ovviamente occorre aggiungere a questa crudele lista il tributo di sangue (si chiama così, no?) delle povere vittime dell’11 Settembre a New York: un palese evento simbolico, ammantato di riferimenti biblici e numerologici, nonché coperto dalla peggiore disinformazione globale, un segnale di una forza oscura che autodenuncia se stessa.

 

http://paolofranceschetti.blogspot.it/2011/06/sacrifici-umani-testimonianze-di.html

 

l'incisione è di: http://www.stamperiadeltevere.it/

 

Condividi post

Repost 0

5 Tattiche di Sorveglianza

Pubblicato il da Ghigo Battaglia

 
london cctv
 
Perché il potere occulto ha necessità di monitorare ogni aspetto della nostra vita? Perché ha dovuto creare addirittura degli autoattentati onde indurre le necessità di azzerare i diritti alla privacy di ogni individuo? Perché la tassazione è diventata brutale ed invasiva? Cosa temono i manipolatori del reale e dell’immaginario? Cosa potrebbe sfuggire loro? Un interessante articolo di Tana Ganeva su Alternet: 
 
Cinque impressionanti Tattiche di Sorveglianza 
 
Le erosioni delle libertà civili degli americani dipendono dagli elevati livelli di apatia pubblica. (…) Nel frattempo, alcuni delle più grandi minacce alla privacy, oltre ai dati non sicuri on-line oppure al tracking degli iPhone o dei GPS, sono fisicamente discrete e quindi facilmente ignorate. E ci vorrà meno di un anno o due per vedere il cielo invaso da aerei droni spia. Così un metodo di monitoraggio, che sembra letteralmente provenire dalla sceneggiatura di un film di fantascienza, ci aiuta a rivelare come su larga scala la sorveglianza commerciale è diventata assai sofisticata e governativa. Di seguito i cinque recenti sviluppi che sembrano quasi irreali nella loro spaventosa distopia: 

1. Gli autobus ed i tram che possono sentire quello che dici.
Non si può davvero andare da nessuna parte in America senza essere seguiti dalle telecamere. Ma vedendo che non sono sufficienti, secondo un rapporto del Daily, tutte le città si stanno attrezzando per l’ascolto di conversazioni private sui mezzi pubblici. A San Francisco, i funzionari della città hanno intenzione di installare telecamere di sorveglianza che registrano i 357 autobus e filobus giornalieri. Questi sistemi hanno la capacità di filtrare il rumore di fondo e di migliorare la registrazione della conversazione tra passeggeri. I funzionari hanno detto che lo scopo di questo sistema è semplicemente quello di aiutarvi a risolvere le controversie tra gli utenti del bus. I funzionari di San Francisco non fanno commenti, ma il Daily ha trovato documenti giustificativi su questa tecnologia di approvvigionamento di dati. "Lo scopo di questo progetto è quello di sostituire i sistemi esistenti di videosorveglianza della flotta SFMTA con un nuovo affidabile e tecnologicamente avanzato sistema in grado di aumentare la sicurezza dei passeggeri e di migliorare l'affidabilità e la manutenzione del servizio." E' un bene che il ‘Department of Homeland Security’, che copre l'intero costo del sistema di monitoraggio di San Francisco, si ostini a garantire corse in autobus piacevoli per i passeggeri! 

2. I manichini che possono vedere.
Una manciata di rivenditori negli Stati Uniti e in Europa stanno installando manichini nei loro negozi in grado di determinare età, sesso e razza dei clienti, così come Bloomberg ha riferito il mese scorso. Non preoccupatevi, il dispositivo di riconoscimento del volto è nascosto, quindi non c'è modo di sapere se le bambole di plastica giganti nel negozio che vi guarda lo hanno oppure no. La società che ha sviluppato i modelli (nome Eye-See) vende i suoi articoli come segue: Questa speciale telecamera installata nella testa del manichino analizza i tratti del viso delle persone che passano attraverso la sua parte anteriore e fornisce informazioni statistiche di fondo, utili per lo sviluppo di strategie di marketing mirate. Il software può anche fornire altri dati come il numero di persone che passano davanti ad una finestra o vetrina in determinati momenti della giornata. Sono inoltre in procinto di sviluppare la tecnologia che cattura nelle conversazioni dei clienti alcune parole chiave per aiutarli ad adeguare i propri piani di marketing. Uno schermo di pubblicità, espressamente destinata a ciascun cliente, è anche il futuro di Eye-See. In realtà, lo scenario ideale non sarebbe se i clienti fossero sostituiti da manichini programmati per comprare qualcosa altro? 
 
3. Orologi biometrici.
Per troppo tempo, i datori di lavoro non hanno avuto la possibilità di estrarre ogni secondo lavorativo dai loro dipendenti con precisione scientifica. Grazie alle meraviglie della tecnologia di riconoscimento facciale, molti dipendenti (a basso costo di manodopera) hanno l'obbligo di effettuare il login sui luoghi di lavoro a lavorare sul riconoscimento del volto invece di usare carte, chiave o codici. Orologi biometrici come FaceIn, più comunemente in uso nei cantieri, possono creare un avatar dei lavoratori e la macchina continuerà e maturerà con il dipendente, segnalandone tutti i suoi spostamenti. Nel frattempo, molti ristoranti fast food ed alcuni rivenditori cominciarono a utilizzare orologi a registrazione biometrica di impronte digitali, come il ‘U.are.U’: un lettore di impronte digitali per evitare che i dipendenti si allontanino prima del termine del lavoro. 
 
4. La marcatura dei bambini.
E' meglio formare le persone nel campo della robotica presto e molte scuole americane, aiutati dai fornitori di tecnologie di sorveglianza, ci stanno lavorando. Il mese scorso, al secondo anno della Texas School District hanno continuato a chiedere gli studenti di indossare i chip RFID che seguono i loro movimenti, ma questo è solo l'inizio. Gli amministratori delle scuole in tutto il mondo hanno installato TVCC e macchine fotografiche, RFID e Monitor di tracciamento GPS, per sapere dove gli studenti vanno e cosa fanno, come David Rosen ha riportato per AlterNet. Un programma pilota per gli studenti delle scuole medie ha utilizzato il GPS per garantire che i bambini non siano in ritardo: per ogni giorno perso di scuola, gli studenti ottengono un sistema automatizzato di sveglia che li chiama per ricordare loro di andare a scuola in orario. Inoltre, cinque volte al giorno, sono tenuti a inserire un codice che traccia le loro posizioni: quando vanno a scuola, quando arrivano a scuola a mezzogiorno, quando lasciano la scuola, sino a 20 ore. A questi studenti è stato anche assegnato un adulto "coach" che ha chiamato almeno tre volte alla settimana per vedere cosa stanno facendo e per aiutarli a trovare modi efficaci per garantire il loro arrivo puntuale a scuola. 
 
5. Archivi di dati biometrici. 
Le agenzie federali che vanno dall’FBI al ministero della Difesa, sino al DHS stanno ridisegnando i loro database per includere l’iride, la voce, le misure dell’andatura, il riconoscimento facciale e le registrazioni di cicatrici e tatuaggi. Essi hanno anche un mandato per scambiare queste informazioni tra le varie agenzie e con soggetti stranieri ‘anonimi’. (Tana Ganeva)
-
-
 

Condividi post

Repost 0

La Rivincita degli Odori

Pubblicato il da Ghigo Battaglia

 

Domenico Rea, grande scrittore napoletano, si lamentava in una sua opera della perdita degli odori. L’odore è spesso associato alla parte ferina del nostro vivere mentre per lo scrittore rappresentava una fonte inesauribile ed importante di informazioni. Gli odori erano per Rea una forma di comunicazione non verbale densa ed inalienabile alla nostra natura. Nel primo lungometraggio della serie Matrix, le macchine in forma umana, si lamentano proprio degli odori come aspetto nauseante della finzione artificiale costruita attorno a noi. Il pensiero razionale moderno ha quasi del tutto ignorato l’olfatto per dare supremazia assoluta alla vista ed all’udito.

Nigel Kerner in un suo articolo, si lamenta di dove siano andate a finire le melodie popolari di un tempo recente. Sequenze di note e parole intessute con finalità cicliche e sorprendenti, hanno lasciato il passo ad una profusione disarmonica di ritmi sincopati freddi e vuoti. La musica pop di un tempo era realmente di origine popolare. L’odierna musica pop invece è solo, tranne rarissime eccezioni, un artificio del marketing e delle spesso malevole intenzioni di chi tira le fila del mondo materiale: 

‘The entire psychological base of the Euro-Caucasoids was firming up and being de-sensitised in terms of human empathetic resolves. This happened with a storm force of artificially produced mental imperatives that required less orientation towards 'people minded-ness' and more orientation towards 'systemic machine minded-ness'.’ 

La figura inquietante del DJ è la parodia del sacerdote o dello sciamano, un essere capace di utilizzare frequenze sonore e visive, in grado di ‘sincronizzare’ ipnoticamente l’uomo, inducendolo ad agire come è il suo volere. Carisma, coercizione, ipnosi, seduzione, ricatto, paura. Sono le armi dei controllori e di chi vuole imporci il suo ferale ritmo annichilente.

La colpa principale del nostro attuale premier non è quella di averci ridotto alla povertà con una tassazione brutale e nemmeno quella di aver preso il potere in forma al limite dell’illecito ma quella di averci condotto tutti all’interno di un tunnel mortificante le cui mura invalicabili sono costituite da mattoni artificiali ed inesistenti.

L’umanità è ben altro. Dobbiamo uscire dalle tante trappole tese a nostro sfavore, anche quella della ingannevole contrapposizione, per proporre a noi stessi un destino differente. Recuperare gli odori, le melodie e circondarci di frequenze positive personalissime senza cadere nelle trappole della globalizzante new age e nelle sue melliflue seduzioni d’accatto ma vivere in pieno l’essere uomini, nel senso altissimo ed individuale di questa parola.

L’ascesa delle macchine è un pericolo reale. La forza che è in loro non è solo di tipo meccanico ma anche profondo e sottile: la seduzione. Dobbiamo trovare la forza di proporre un ambiente diverso, libero ed inviolabile, perché i controllori hanno ormai preso il comando del nostro mondo materiale.

Benito Mussolini voleva fare di “quell’isola di pescatori (l’Inghilterra!) una colonia per i figli della lupa”, non vorrei che qualcuno stesse proponendo la medesima operazione per il nostro pianeta! Se vogliamo liberarci dal freddo giogo che ci stanno calando sopra giorno dopo giorno, occorre una presa di coscienza rapida e completa: non basta riconoscere il male, occorre non aiutarlo con la nostra opera, saltuaria o quotidiana che sia. Liberare la parte umana migliore di noi senza lasciarsi irretire dalle sterili lusinghe dei manipolatori. Contrapporre l’umano denso e significante alla fredda dissonanza che ci sta inondando. Anche la fiera lotta e l’eroismo è parte umana, beninteso, ma lo è anche l’ironia e la poesia. Una dolce melodia ci salverà? O sarà un miscuglio odoroso di fiori?

 

http://www.premiodomenicorea.org/1/domenico_rea_862423.html

 

http://www.nigelkerner.com/Articles/Pop_Goes_the_Womb.html

                      

Condividi post

Repost 0