Vaticini Sintetici

Pubblicato il da G B

.

Tramp2-(R)

.

Il disegno di questa copertina del celebre LP dei Supertramp, mostra la vista di New York attraverso un finestrino di un aereo di linea. La data dell’11 Settembre è chiaramente visibile dietro le torri se si specchia l’immagine, come ci mostra questo fotomontaggio dell’impareggiabile Ddees. La tecnica del ‘reverse’ è utilizzata comunemente per veicolare immagini e contenuti appena celati al grande pubblico. Anche l'ora degli attentati coincide con quella della prima colazione e la mano della 'statua della libertà' indica chiaramente le torri gemelle con la sua torcia trasfigurata in un bicchiere di succo d'arancia. Sono decine gli avvertimenti predittivi sull’11 Settembre inseriti dalla macchina della propaganda multimediale nei film, nei video musicali e nei cartoni animati. La domanda impellente è perché essi abbiano necessità di farlo e perché debbano farlo in questo modo appena sotto la soglia del conscio con così grande anticipo. Una possibile risposta QUI  

.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Zret 09/13/2013 09:38


La motivazione del sadismo e della sfida mi convincono; l'ipotesi di Franceschetti non mi è, invece, molto chiara. Il simbolo è l'eco dell'evento? 


Ciao 

Ghigo Battaglia 09/16/2013 10:50


In sintesi, secondo Franceschetti, 'lorsignori' non hanno necessità di progettare un evento nei minimi particolari perchè gli basta compiere l'atto 'magico' di volontà (creare l'eggregore) che poi
inevitabilmente si porta appresso nelle sue manifestazioni i 'sigilli' dei suoi creatori. Tutti i riverberi simbolici che possiamo identificare nello spazio e nel tempo risponderebbero quindi
all'impronta della volontà primigenia che sta a monte dell'evento luttuoso. Una specie di firma involontaria.


Zret 09/12/2013 18:30


Il tema degli Arconti è di interesse vitale (o mortale?). I Supertramp sapevano o attinsero ad un serbatoio di immagini-eventi sedimentati nell'inconscio?


Le spiegazioni di Jervé, a mio parere, sono caduche: il libero arbitrio non è una legge, ma un'ipotesi tutta da dimostrare. Ammettiamo pure che esso esista: nel momento in cui gli Arconti
estorcono con la frode il consenso agli uomini, gli uomini non hanno il libero arbitrio che presuppone una conoscenza netta e non viziata dalla frode. Quindi, in quest'ottica, i responsabili non
siamo noi ed ogni senso di colpa svanisce. 


Discrete le diagnosi sugli Arconti, le terapie lasciano, invece, molto a desiderare. 


Ciao 

Ghigo Battaglia 09/12/2013 20:50



Forse Zret la faccenda possiede contorni molto sfumati e poco meccanicistici. Gli echi degli atti di volontà malevoli che poi producono disastri al livello umano,
forse riverberano in modi inaspettati in luoghi inattesi, nello spazio e nel tempo. Come suggerisce Franceschetti, quando un sigillo viene impresso nel 'reale' risuona e condiziona uno spazio,
lasciando la sua impronta in ogni dove. L'informazione predittiva o retroattiva potrebbe quindi far parte di questi echi in contesti inquinati dalle stesse lorde mani che poi agiscono nella
storia. Non è da escludere il compiacimento sadico di aver avvertito tutti anche se in modo fraudolento. Ricordiamoci che il sadismo è certamente una caratteristica di questi
signori. 



wlady 09/12/2013 15:24


Ottima la tua presentazione sugli Arconti Ghigo, illuminante e terrifficante nello stesso tempo la manipolazione impercettibile delle sinapsi della mente umana,
ben descritto nel link a fine articolo.


"Nella cosmologia gnostica, Gli Arconti sono una specie di esseri inorganici che sono emersi nel sistema solare prima della formazione della terra."


"Sono cyborg che abitano il sistema planetario (esclusiva del sole terra e luna), che viene descritto come un mondo virtuale (stereoma) costruiscono imitando le
forme geometriche emanate dal Pleroma, il regno dei generatori, gli dèi Cosmici."


"Quindi, gli Arconti sono parassiti psico-spirituali. Eppure, come i figli di Sophia Aeon, sono anche i nostri parenti cosmici."