Una Piccola Modifica dell'Art. 136

Pubblicato il da G.B.

 

locandinapg1

 

Dal sito di Maurizio Blondet, nella parte a libera consultazione, traggo:

 

‘Mi limito ad un sunto: i poteri finanziari stanno creando una entità finanziaria sovrannazionale sovraordinata non solo agli Stati, ma persino all’Unione Europea e financo alla Banca Centrale (BCE), che diverrebbe un’ausiliaria di questo «super-governo» di una qualità inaudita. Si tratta di un «governo dei creditori» contro gli Stati debitori che imporrà «rigori e austerità» per assicurarci che continuiamo a servire il debito. (…)

Nell’ultimo «accordo», gli europei-creditori hanno imposto alla Grecia di inserire nella sua Costituzione una norma che dà assoluta priorità al pagamento del debito su ogni altro tipo di spesa pubblica: sanità, istruzione, pensioni comprese. (…)

Il destino che hanno riservato alla Grecia, commissariata dalla Troika, diventerà il nostro. Lo ESM avrà il potere di svuotare le casse degli Stati senza che governi, parlamenti e cittadini possano opporsi. Per sostenere un euro agonizzante e un sistema bancario che merita di subire le conseguenze del crack mondiale che ha provocato, comincia il saccheggio senza limiti e senza controllo democratico. (…)

Una dittatura permanente. Perchè, contrariamente al Meccanismo Europeo di Stabilizzazione Finanziaria che già esiste, e spirerà nel 2013, questo ESM viene dotato di poteri vastissimi; che potrà esercitare per sempre.

Dotata della più totale impunità. Perché «nel trattato fondativo, si dichiara che lESM, il suo personale, i suoi dirigenti e i suoi beni, ‘godono dellimmunità da ogni forma di giurisdizione’», ossia nessuna magistratura potrà mai chiamarli in giudizio, qualunque magistratura europea. Anche la documentazione che l’ente produce durante le sue manipolazioni e i suoi affari, «non può essere oggetto di perquisizione, sequestro, confisca (...) derivanti da azioni esecutive, giudiziarie, amministrative e normative». Il segreto più assoluto coprirà i suoi atti. (…)

Dovrà solo votare per qualcosa che si avrà cura di nascondere all’opinione pubblica sotto il gergo anodino della flaccida dittatura eurocratica: «Modifica dell’articolo 136 del Trattato sul Funzionamento della UE». E la Bestia si leverà torreggiante su di noi.’

 

Oltre ad aderire a tale allarme, aggiungerei che l’Europa Unita è stata sin dall’inizio concepita come un sistema superstatale di controllo dei singoli stati all’interno di un’operazione più generale di aggregazione forzata planetaria denominata ‘nuovo ordine mondiale’ cominciata decenni e forse secoli orsono. Fautori e supporter di questa aggregazione verticistica del potere sono stati, tra i mille altri, Benedetta XVI, Giorgio Napolitano, George Bush senior e Barack Obama (alias Barry Soetoro).

Io temo che questo nuovo ordine mondiale permetterà l’allontanamento definitivo dei centri di controllo e gestione del territorio dalle possibilità di verifica della popolazione che verrà così ridotta ad una massa senziente e suddita di poteri lontani ed intoccabili perché protetti dall’impunità totale che è prevista all’interno dei trattati-capestro che impone agli stati e nello statuto del suo braccio armato: la famigerata polizia europea.

La nostra politica è stata di fatto commissariata da decenni e gli stati sono stati già sostituiti dai grandi circuiti di controllo e gestione del pianeta che vedono nell’Onu il suo quartier generale. Dobbiamo prendere atto di vivere in un sistema totalitario e verticistico che vedrà nei prossimi anni il suo compimento definitivo al termine di un processo peraltro già ben avviato.

Non credo che servirà a nulla ‘indignarsi’ così come non credo che smetteranno di avvelenarci dal cielo con le scie chimiche dietro le proteste di alcuni cittadini, fossero anche milioni. Il progetto, la grande opera, va portata comunque a termine, non illudiamoci. Eppure delle forme di contrasto originali e creative potrebbero fare la differenza, sta a noi impiegare tutte le nostre risorse in questo scenario in cui è in gioco la nostra libertà e la nostra incolumità.

 

http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=75621:mobilitiamoci-il-pericolo-e-estremo&catid=83:free&Itemid=100021

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post