Un Tentativo di Interpretazione / 2

Pubblicato il da Ghigo Battaglia

… continua dal post precedente (1) …

L’uomo quindi non è un essere inferiore ma anzi, grazie alla sua collocazione ambientale, possiede le capacità di ergersi ai massimi livelli ‘energetici’, tra le altre intelligenze dell’universo, sempre che sia in grado di accrescere la sua consapevolezza. La pianificazione degli eventi in particolare viene utilizzata dagli alieni per rafforzare in noi la percezione del ‘grande inganno’: una realtà materiale ovvia e ragionevole, comunque accettabile. La successione degli eventi (ciò che noi definiamo storia) sarebbe alquanto differente senza questi interventi esterni.

Il giogo di controllo che da sempre è riuscito a gestire l’umanità ha bisogno in tempi recenti di usufruire di nuovi strumenti tecnologici per continuare a mantenere la sua efficacia. Ecco allora che diventa forse più  comprensibile la presenza di milioni di apparati per la gestione dei campi elettromagnetici, sottoforma di antenne per la trasmissione di dati, oppure le continue notevoli operazioni di avvelenamento a cui è sottoposta l’umanità ed il suo ambiente come le scie chimiche o come gli pseudo incidenti alle centrali nucleari o alle piattaforme petrolifere.

Tutto ciò potrebbe apparire semplicistico eppure è evidente una longa manus che agisce su questo pianeta reindirizzandone le finalità, portando il futuro su lidi già definiti nei minimi dettagli. Mi sembra evidente come si voglia eliminare la componente naturale e ‘creativa’ dai nostri ecosistemi, noi compresi ovviamente. Nulla deve essere al di fuori dei loro sistemi di controllo, siano essi di natura sottile o più materiale, come gli incroci funzionali delle prossime banche dati per agevolare la brutale tassazione governativa sul singolo individuo.

Togliere gradi di libertà sembra essere l’imperativo della cupola in tutti i settori, compresi quelli più intimi e profondi: l’attacco all’umanità è cominciato ed è a buon punto. Nell’agenda aliena è prevista addirittura la sostituzione dell’homo sapiens con un suo sottoprodotto modificato? Possibile. Vorrei ricordare come queste riflessioni sono in linea con le conclusioni a cui sono giunti Salvador Freixedo oppure John Mack.

Renderci consapevoli del programma di sfruttamento a cui siamo sottoposti comporta un notevole dispendio di energie ed il superamento di un timore, quello di uscire da un sistema che, in fondo, ci ha nutrito e cullato in un surrogato di esistenza: una vita programmata e gestita dall’alto spacciata per l’unica forma di vita possibile. Rendersi consapevoli presupporrebbe una rivoluzione copernicana nelle nostre vite che forse in pochi sarebbero disposti ad accettare.

Concludendo, non so se la mappa dell’universo del Prof. Malanga sia corretta ed esaustiva, non possedendo le capacità per affermarlo, mi sembra lodevole però il suo contributo al disvelamento della coltre che ci opprime e che molte anime libere hanno avvertito come una minaccia quasi invisibile ma potenzialmente enorme.

Gli elementi si sono rivoltati contro di noi e sapere che è invece in corso una guerra per il loro controllo potrebbe renderci consapevoli del peso che potremmo avere in questa tenzone, una volta percepito e compreso il nostro potenziale; il fatto che qualcuno faccia di tutto per tenerci in uno stato di privazione e distrazione costante, mi fa intuire che forse è proprio di questo ciò di cui hanno più paura. Un risveglio pieno e sereno dell’umanità rappresenterebbe una bomba di energia pulita in grado di spazzare via i parassiti (umani e alieni) in un batter d’occhio. E’ un augurio ma anche una possibilità in cui credo, altrimenti non starei qui a perder tempo a tentare di capire qualcosa e condividere questi dubbi con chi ha la cortesia di leggere queste poche righe strampalate. Al proposito, sono contento di aver superato i 100.000 visitatori differenti al mio blog che ringrazio affettuosamente.

-

(1) http://freeskies.over-blog.com/article-un-tentativo-di-interpretazione-110512250.html

 

Commenta il post