Tempo di Agire

Pubblicato il da G B

.

Mi rivolgo ai miei dodici lettori, che vogliano girare questo appello ad altri dodici amici con la speranza di continuare tale catena virtuosa in felice progressione. Non possiamo lasciare solo chi si impegna nell’informazione su temi spinosi e segretati mettendo a rischio la propria incolumità. Dobbiamo agire. Suggerisco che, chiunque abbia un minimo di dimestichezza con internet apra un blog. E’ un’operazione semplice ed assolutamente gratuita. Nel blog, chi non sia in grado o non abbia il tempo di gestirlo, è possibile solamente copiare ed incollare per intero gli articoli di interesse, citandone sempre la fonte originaria. Chi è in grado di tradurre da altri idiomi, si attivi per far circolare la corretta informazione anche sul suolo italiano, magari specializzandosi rispetto ad un paese straniero. Con un giusto lavoro di collegamenti e verifiche sull’attendibilità del gestore, è possibile creare una piattaforma di informazione estesa e condivisa, meglio difendibile dai bassi attacchi della disinformazione: se i blog di corretta informazione divenissero centinaia o migliaia, sarebbe ben difficile disturbarli tutti.

 

Dobbiamo agire, anche con le auspicabili donazioni in denaro che permettono a chi si occupa di informazione ‘spontanea’ di procedere con la dovuta serenità ma soprattutto con la certezza di avere alle spalle un supporto amichevole e fattivo. E’ possibile anche molto più semplicemente, scaricare, stampare e fotocopiare in gran numero le dispense su argomenti di interesse (disponibili generosamente nei siti amici nei link qui a fianco) e distribuirle in giro per farle diffondere il più possibile. La parola infine non conosce rivali nel comunicare il proprio disagio e le proprie percezioni.

 

E’ tempo di agire perché nasca una nuova resistenza sensibile e pacifica ma solida e compatta. Non lasciamo il pianeta nelle mani di chi palesemente odia l’umanità e trama da anni (se non secoli) per imporre i suoi dictat deleteri e riconfigurare il tutto a suo piacimento, fregandosene dei diritti elementari di chicchessia. Siamo certi che il pianeta così riconfigurato diventerebbe per noi un ambiente ostile e ben peggiore dell’attuale. E’ vero che il sistema di potere, così com’è oggi, non è più riformabile ma è possibile indirizzarlo altrimenti senza scivolare verso disumane rivoluzioni che sempre hanno portato necessariamente ad una fase di cupa restaurazione.

 

Chi segue i blog nei link qui a lato, è spinto certo dalla curiosità ma deve al contempo prendere atto e vivere responsabilmente un suo possibile ruolo attivo in questa delicatissima fase storica, impersonando il ruolo di sincero reporter ad esempio. Il mondo sta scivolando verso un’involuzione preoccupante: tutto è minato, dalla coesione dei terreni ai DNA vegetali ed animali, dall’aria all’acqua, dall’esterno e dall’interno delle nostre menti. Che ognuno di noi accenda almeno una candela (benché sintetica) per mostrare il suo netto dissenso. E’ tempo di agire, ora. Proviamoci almeno!

.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Risveglio Globale 10/27/2013 23:03


ciao, condivido l'idea, post ripubblicato sul mio blog.


PS guarda anche questo: http://risveglioglobale.blogspot.it/2013/10/e-sufficiente-una-singola-candela-per.html

Sergio 10/23/2013 11:00


Ciao non so' se mi hai contato ma siamo 13 !


Da la 3 giorni ho aperto un blog (che non ce la facevo piu' a tenere tutto dentro... ) E prendere talvolta dei tui articoli !! Ti ringrazio tanto e non molliamo mai ! VANHELSING di http://europrecari.blogspot.com

dioniso777 10/22/2013 12:05


Ciao, guardate, aprite una porta già sfondata come si usa dire, il tempo di agire, io scrivevo ai miei 10 conoscenti la settimana scorsa che sarebbe tempo di organizzare una cosa estesa, estesa
su tutto il paese e localmente. Non troviamo persone sparse? In ogni modo, io il blog ce l'ho e se ci perdo del tempo, e lo faccio, arrivo anche a dei bei numeri, 4.000 al giorno per esempio. Un
post cliccato 892 volte in un giorno. Lo so dovrei monetizzare, però il fatto, la sostanza, è solo questa: Io la mia parte l'ho fatta, gli altri no, o molto poco!


 


Guardate, non leggo nemmeno le cifre perché le conosco, conosco anche quella versato alla NATO, o leggasi basi militari qui ... in ogni modo, ascoltatemi: ... vedevo maradona, equitalia e il
gesto dell'ombrello! Pensa, mi sono licenziato, mi son sballato quello che avevo, non ho più pagato nessuno e venduto ciò che potevo. Son passati dieci anni, cinque in città di mare, alla faccia,
mai fatti se ero al lavoro, e gli altri quattro in altre città sempre migliori di dove vivevo prima. Nulla tenente, un lavoro nemmeno lo cerco più, perché non esiste, ti presenti perché ti
servono soldi per pagare l'affitto e ti offrono uno stage??? Ma siamo pazzi! Si, siete pazzi tutti voi che proseguite, pazzi, e anche idioti però, e oggi cosa mi tolgono chiedo a questi? E ancora
chiedo: Visto che ovviamente non avete più ricevuto il mio pizzo, ci avete guadagnato davvero? No, non è il guadagno che cercano, non sono i soldi, quello non è il problema e chi lo crede
evidenzia subito che non ha capito niente. E allora corri, capirai ...


Il gesto dell'ombrello, CHE SODDISFAZIONE, dopo 13 anni che lavori a paghi di tutto e di più e devi sempre rassegnarti. Non sono una capra :-)


 


Oggi sono quasi undici anni, a gennaio 2014, che non lavoro e visto come siamo messi e come me la sono cavata ... beh, credo proprio che non lavorerò mai più ... c'est la vie. Quando si cambia si
cambia sempre in meglio.


Si dovranno attraversare paludi ma la vita mi ha insegnato che il meglio arriva se hai il coraggio di cercarlo, se sei uno schiavo vile e invidioso, e di solito lo sono tutti, beh, c'è poco da
fare se non schiavizzarti!