Le Prove della Menzogna

Pubblicato il da G B

.

pietra e powell

.

L’ufficialità mente? Si, e ne abbiamo le prove. Ricordate la boccettina di antrace sventolata da Colin Powell (quello che faceva la parte del ‘buono’, figura di colore anticipatrice di Obama/Soetoro) di fronte nientemeno che all’assemblea dell’Onu per giustificare l’attacco genocida contro l’Iraq? Si scoprì pochi mesi dopo che Saddam Hussein non possedeva armi chimiche e quella menzogna è costata soltanto la vita di milioni di cittadini iracheni inermi, donne e bambini. Gli stati mentono eccome! Fu mostrata anche la fotografia di un camion modificato in grado di produrre e stoccare armi chimiche, se non altro per giustificare l’assenza di stabilimenti ad hoc. Questa menzogna deliberata ha prodotto morte e devastazione, torture ed ingiustizie che l’evoluto occidente ha già dimenticato. Nella foto qui sopra lo troviamo accanto ad un'altra menzogna: la pietra 'lunare' donata dagli astronauti della Nasa al Rijksmuseum di Amsterdam. Ebbene era  falsa, solo un pezzo di albero fossile! Dal sito del  Il Post:

 

‘Nei mesi successivi si scoprì che gran parte delle informazioni e delle ricostruzioni presentate da Colin Powell davanti ai membri del Consiglio di sicurezza erano false. Non c’erano laboratori mobili né enormi arsenali di armi di distruzione di massa. Molto tempo dopo, nell’estate del 2008, si conclusero anche le indagini sugli attentati all’antrace: l’FBI disse di aver raccolto abbastanza prove da poter dire che il colpevole era Bruce E. Ivins, un microbiologo che lavorava per il governo, che non fu mai processato perché si uccise poche settimane prima dell’annuncio. Nel febbraio 2005, Powell definì il discorso al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite – e l’esposizione degli argomenti prodotti dai servizi segreti americani e inglesi – una “macchia” sulla sua carriera.’

 

Ricordate il presunto affondamento di una nave statunitense nel golfo del Tonkino in Vietnam? Fu il pretesto per attaccare la parte nord di quel paese seminando desolazione e barbarie. Anche in quel caso si scoprì che la nave non era nemmeno esistita! Dobbiamo concludere come l’ufficialità sia avvezza alle menzogne anche se dovessero provocare direttamente milioni di morti!

 

La facciata degli stati è logora e non occorre divenire complottlsti per dimostrarne la mendacia, lo fanno benissimo già da soli. Una riflessione su di una notizia di statistica di questi giorni: la disoccupazione giovanile si è attestata al 41% del totale. Beh, si dirà, in fondo più della metà dei giovani allora lavora! Non è così, occorre considerare la mole di ragazzi che stazionano nelle università pubbliche e private ben oltre gli anni previsti dal loro ciclo di studio. Essi preferiscono, potendo, approfondire le conoscenze piuttosto che girovagare senza lavoro. La percentuale reale di disoccupazione sale così ‘magicamente’ perlomeno al doppio di quanto comunicatoci. Per la situazione economica vale lo stesso procedimento? Ci stanno mentendo sulla reale consistenza della crisi? Il vero problema è che non lo sapremo mai, perlomeno da loro.

 

Per ultimo vorrei ricordare le menzogne imposte sulle scie chimiche, in atto ormai da decenni, che la  Presidenza della Repubblica ha ammesso come operazione in corso mentre altri apparati statali o parastatali fanno di tutto per impedirne la conoscenza. Anche in questo caso l’ufficialità mente sapendo di mentire. Quante vite umane ci costerà tale ennesima menzogna? Guardatevi invece il sapiente video della 'piccola grande tempesta'  Sophia Smallstorm.

.

Commenta il post