La Rivoluzione Nanotecnologica

Pubblicato il da G B

 

NANOTECNOLOGIE, SIETE PRONTI PER ESSERE INGEGNERIZZATI?

Nicholas West

Le Nanotecnologie non sono probabilmente un argomento comune di conversazione per la maggior parte della popolazione. Eppure, sono sul punto di manifestare un impatto notevole su ogni aspetto della nostra vita, dall’elettronica, all’energia, al cibo, ai cosmetici ed all’abbigliamento. Infatti, ad oggi, diverse centinaia di prodotti comuni già contengono nano materiali verso i quali la FDA ha fallito nel tentativo di regolamentarli per legge.

Per i ‘futuristi’ ed i Transumanisti, è il corpo umano l’ultima frontiera.

La rivoluzione nanotecnologica impegnerà pesantemente il governo degli Stati Uniti, così come delineato nel National Nanotechnology Initiative Strategic Plan. Questo documento chiave prospetta un futuro prossimo in cui la comprensione, il controllo e la manipolazione di ogni aspetto dell’ambiente antropico sarà svolto con il medium della nanotecnologia.

Siamo già in grado di intravvedere le enormi somme ricavate da ‘BigPharma’ con l’introduzione di nanomicrochip edibili oppure con le altre pillole ‘intelligenti’ che consentiranno di monitorare le funzioni interne del corpo umano ed in un futuro prossimo di reingegnerizzarne alcune funzioni, da un livello atomico in su…fino al cervello.

http://www.activistpost.com/2014/05/nanotechnology-are-you-ready-to-be.html

http://www.keithley.com/knowledgecenter/How-Nanotechnology-Could-Reengineer-Us

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

wlady 06/07/2014 10:41


Ciò che sta accadendo è una transizione verso una nuova specie, basti pensare
che un giorno si potrà scaricare la propria memoria, magari in un corpo nuovo e, forse si potrà caricare la memoria anche di altre
persone.


 


 



Un cambiamento di tale ampiezza che i nostri nipoti e pronipoti potrebbero diventare una specie molto diversa dalla nostra.


 



Ciao Ghigo, ottimo articolo in sintonia con quello che ho postato ieri.

Ghigo Battaglia 06/07/2014 11:15



Ciao Wlady, si ho notato la sincronicità dei temi. Purtroppo tentiamo di monitorare un processo in corso che ci vede come 'ultime ruote del carro' ed al contempo
come obiettivo finale dell'operazione. Sul trasferimento di memoria, vorrei ricordare gli studi del Prof. Malanga sul trasferimento di memoria aliena attiva (MAA) e passiva (MAP). Inoltre, al
centro ricerche della BBC, uno studioso ha quantificato la memoria di un essere umano in gigabyte e la possibilità di trasferirla in un supporto tecnologico. Alla domanda di Malanga ad un
alieno sul perché non utilizzassero supporti tecnologici al posto dei cervelli umani per lo stoccaggio di memoria, è giunta la risposta laconica: 'i supporti si rompono, il vostro cervello,
no'. L'essere umano come un grande supporto eterodiretto? Un contenitore primordiale per garantire una sorta di immortalità a beneficio di 'altri'? Il sottotitolo di un'opera di Malanga è: 'la
battaglia per la vita eterna'. Solo chi è senz'anima la combatterebbe. Ciao e grazie Wlady