La Fine del Determinismo Genetico?

Pubblicato il da G B

.

Questo articolo di Carolanne Wright, impone riflessioni fondamentali sulla nostra vita ed il rapporto tra essere umano ed ambiente. La possibilità di modificare il nostro corpo fisico con le emozioni è già stata rilevata a livello neuronale ove è stato provato come la parola, attraverso la psicanalisi, è in grado di modificare la forma fisica del cervello umano. Le intenzioni e le emozioni ci distolgono dal giogo della scienza determinista che ci vede vittime del nostro corredo genetico. Possiamo modificare il nostro ambiente e noi stessi attraverso le emozioni positive. La portata di questi studi, se confermati, è inimmaginabile. Ora abbiamo anche, credo, una chiave per comprendere meglio l’albero della vita attraverso le virtù principali, oppure l’importanza data nella storia umana alle grandi virtù positive per le quali nostri antenati si sono addirittura sacrificati. Dovremmo riflettere anche sul libero arbitrio in un'ottica più estesa ed emozionale oppure sulla reale consistenza dei 'miracoli'. Un articolo importante con conseguenze ancora tutte da immaginare…in positivo! Una luce sulle nostre capacità e sull’importanza di accrescere una coscienza sveglia e lucida, proprio ciò che temeva maggiormente l’arconte Yahweh quando cacciando gli uomini dall’Eden affermava: ‘diverranno come noi!’. Abbiamo infine una possibile chiave di lettura preferenziale per comprendere meglio le reali intenzioni delle notevolissime forme di inquinamento intenzionale multilivello che subiamo ogni ora del giorno ed una possibile via di uscita dal loro giogo. Buona lettura:      

 

Non esiste il determinismo genetico

Carolanne Wright

 

Se credete di essere alla mercé del vostro codice genetico, abbiamo una grande notizia: non è vero. Secondo le ultime ricerche dell’epigenetica (la disciplina che studia il modo in cui i fattori ambientali possono alterare il corredo genetico) le cellule staminale ed il DNA possono essere alterati da campi magnetici, coerenze cardiache, stati mentali positivi ed intenzioni. I massimi esponenti della scienza mondiale sono d’accordo: il determinismo genetico è una teoria ormai svanita.

 

Togliamoci la mentalità della Predestinazione genetica

 

Il DNA con cui siamo nati non è il solo fattore determinante la nostra salute ed il nostro benessere. Il biologo Bruce Lipton, spiega l’importante differenza tra il determinismo genetico e l’epigenetica in una intervista alla rivista ‘Super Consciousness’:

 

‘La differenza tra queste due è importante perché il ‘credo’ che le nostre caratteristiche fisiche, psicologiche ed emozionali, siano controllate dal codice genetico prevede che le persone si sentano vittime del determinismo. Se un gene controlla le nostre funzioni vitali, allora le nostre vite sono controllate da fattori esterni la nostra abilità di modificarli. Ciò porta alla auto-vittimizzazione ed alla percezione che le malattie siano propagate da determinati geni familiari. Prove recenti di laboratorio, provano che ciò non è vero.’    

 

La teoria di Lipton è confermata da Carlo Ventura, Professore presso l’Università di Bologna che ha provato come le cellule staminali possano essere alterate utilizzando alcune frequenze di campi magnetici. ‘E’ come una macchina del tempo. Possiamo riprogrammare all’indietro queste cellule fino ad un loro stadio primigenio incerto nel quale qualsiasi decisione è ancora possibile, anche quella di diventare una cellula dell’organismo. Pensate all’incredibile potenziale di questa scoperta.’   

 

Ha aggiunto inoltre che due scienziati premiati con il Nobel, hanno scoperto che anche le cellule non staminali possono essere epigeneticamente riprogrammate all’indietro in uno stato in cui possono trasformarsi in cellule neurali, cardiache, scheletriche, muscolari o in cellule produttrici di insulina.  

 

La modifica del DNA attraverso l'intenzione

 

Secondo l'Istituto HeartMath a Boulder Creek, in California, l’epigenetica racchiude molto più del DNA, il nostro ambiente e le esperienza di vita. Dopo due decenni di studio, i ricercatori hanno scoperto che fattori come l'amore e l'apprezzamento o l’ansia e la rabbia influenzano anche il ‘progetto’ di una persona. In un esperimento, selezionati i partecipanti sono stati in grado di modificare il DNA con stati mentali positivi.

 

"Un individuo in possesso di tre campioni di DNA è stato diretto per generare coerenza cardiaca - un benefico stato di equilibrio e armonia mentale, emotiva e fisica - con l'ausilio di una tecnica dell’HeartMath che utilizza la respirazione e le emozioni positive intenzionali. L'individuo è riuscito, come da istruzioni, intenzionalmente e simultaneamente a distendere due dei campioni di DNA di controllo ed a lasciare invariato il terzo."

 

Il gruppo di volontari che avevano bassa coerenza/cuore erano in grado di alterare il loro DNA.

 

Cellule Sane e Dieta Quantistica

 

Se vogliamo nutrire il nostro corpo a livello cellulare (e non promuovere la malattia), l'istituto raccomanda una dieta ricca di sostanze nutritive quantistiche. Quando siamo stressati o negativi, le nostre riserve energetiche biologiche vengono deviate dall'importante compito di rigenerare e riparare il corpo. Siamo in grado di contrastare questa fame cellulare, concentrandosi sugli stati genuini di cura, apprezzamento e amore. Queste emozioni positive migliorano il nostro sistema energetico e alimentano il corpo, anche fino al livello del DNA. HeartMath chiama tali sentimenti positivi "nutrienti quantistici."

.

Commenta il post