L'Arconte Muratore

Pubblicato il da G B

 

Che dietro gli ultimi secoli di storia abbiano tramato nella clandestinità logge e superlogge massoniche non c’è dubbio. L’Italia stessa è una produzione massonica integrale per mano di quel gran maestro oscuro che fu Mazzini e dei suoi tanti sodali. Che anche il presente sia gestito da conventicole oscure o superlogge anche questo aspetto mi sembra palese. In apparente lotta tra di loro, queste conventicole, sono senza dubbio gli strumenti esecutori di voleri superiori, ben organizzati e pervasivi.

Il Massone è una persona straordinaria? Vi sembra straordinario chi ha bisogno di irreggimentarsi in una struttura oscura di potere per poter realizzare i propri desideri? Vi sembra straordinaria una persona che, non possedendo una vita spirituale sua, ha bisogno di regole e regolette (spesso astruse) per darsi una parvenza di elevatezza che non riuscirebbe a raggiungere altrimenti?

Cosa c’è dietro la massoneria? I reali inglesi? Le grandi famiglie dei banchieri? Oppure qualcos’altro di molto più oscuro ed inafferrabile? Io credo che i veri arconti del reale risiedano in ben altri lidi.

La massoneria è un insieme astuto di rituali iniziatici antichi ammantato di un’atmosfera seducente fatta di codicilli, fumi di zolfo e buffi paramenti. La massoneria è quindi una religione d’accatto che produce difatti risultati d’accatto, procedendo ad affermare sempre lo status quo basato sulla monetarizzazione di tutto e tutti: il nostro deleterio sistema attuale. Di quali contenuti spirituali stiamo parlando?

Il massone si sente spesso superiore agli altri perché crede di abbracciare e condividere ideali superiori. Non è così. Si tratta solo, probabilmente, dell'amarissimo frutto del narcisismo diffuso che infanga il nostro presente. Preferisco allora il massone che vi partecipa perché immagina di trarne qualche beneficio; in questi tempi (massonici) perigliosi è ben comprensibile.

Ho ascoltato questa interessante relazione di Gioele Magaldi (link al fondo) che mi ha suscitato i pensieri qui sopra espressi. Spunti di riflessione i suoi senz’altro acuti ma anche tanta prosopopea, tanto interesse per le vilissime trame di potere passate e presenti, condotte da persone in fondo miserevoli, seppur potenti e famose. Il culto della personalità è un’altra caratteristica del massone. Una personalità però riconosciuta dall’ufficialità, mediatica essenzialmente, oppure dotata di caratteristiche ‘numerabili’: un campione dello sport, un campione della musica, un campione della politica, … etc. etc. … è forse per coprire una propria carenza in questo senso?

San Francesco era massone? E Bob Marley?       Buon ascolto:


http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-142-16-12-2014


Commenta il post

Claudio 12/30/2014 10:17


Mi è appena capitato di notare in rete (naturalmente solo il media mainstream del gruppo l'espresso poteva pubblicarlo così in chiaro in prima pagina) il simbolo del "partito della sinistra
europea" di Alexis Tsipras. Peggio che malvagi, gli alieni che hanno incubato alla sezione politica della massoneria questa orrenda cifra di catabasi sono peggio che malvagi.

Zret 12/28/2014 19:56


Chi si trova dietro la Massoneria? Gli Alieni malvagi e dietro di loro gli Arconti. Questo è il mio pensiero. 


 


Ciao