Il Luogo dei Senni Perduti?

Pubblicato il da G B

.

Traggo dal sito  WHO BUILT THE MOON? di  Alan Butler, ricercatore, storico e scrittore inglese, questa interessante premessa al suo brillante lavoro di ricerca specifico sul tema ‘LUNA’, buona lettura:

 

La Luna è una compagna estremamente improbabile per la Terra. E' molto più grande di qualsiasi luna del sistema solare, ma estremamente leggera come massa; ha reso la Terra un incubatore perfetto per la vita in molti modi diversi e dimostra la sua peculiarità nelle eclissi solari assolutamente perfette ed il suo ‘effetto forbice’ nei confronti del Sole. Molti astronomi professionisti sono disposti ad ammettere che la Luna sia davvero molto strana - ed anche parzialmente incredibile - ma non possono andare oltre queste affermazioni, se lo facessero metterebbero in serio pericolo la loro carriera.

 

Molti pianeti hanno delle lune, ed alcuni dei pianeti più grandi hanno molte lune. Tuttavia, la Luna della Terra è la più grande del sistema solare, rispetto alla dimensione del pianeta ospite. È quasi un terzo della dimensione della Terra, così grande di fatto che la Terra e la Luna insieme possono effettivamente essere considerate come un sistema planetario binario. Le altre lune del nostro sistema solare sono piccole in confronto, sono così piccole che hanno poco rapporto con i loro pianeti ospiti. Questo non è certamente il caso della Terra, che sarebbe del tutto diversa in quasi ogni aspetto se non fosse per la sua grande compagna Luna. La parte che la Luna gioca per rendere la nostra Terra un rifugio perfetto per la vita è enorme. Alcuni dei suoi contributi più importanti sono elencati di seguito. Agli inizi del sistema solare, 4,6 miliardi di anni fa, la Terra era una palla semifusa di minerali, metalli e gas. La Luna si è infilata sulla sua orbita molto velocemente, probabilmente in un paio di ore o giù di li! La Luna è così grande ed in origine era così vicino alla Terra che la sua influenza gravitazionale ha gradualmente rallentato la velocità di rotazione della Terra. La Terra era ed è un pianeta molto instabile, con un nucleo complesso. Come gli altri pianeti del sistema solare, sarebbe senza dubbio 'caduta' dalla sua orbita, non una ma molte volte durante la sua storia - come una trottola che si spegne pian piano. La Luna ha impedito che ciò accadesse a causa del suo modo di orbitare intorno alla Terra. Essa ha inoltre consentito alla Terra di mantenere una particolare angolazione rispetto al sole. Questo aspetto è risultato fondamentale perché significa che tutte le parti della Terra, ottengono a loro volta un riscaldamento dal sole tutto l'anno. Ciò a sua volta giustifica la presenza di acqua liquida, che è stata fondamentale per la vita. Il percorso della Terra intorno al Sole permette un ciclo di riscaldamento e di raffreddamento del pianeta. Questo non potrebbe accadere se la Luna non avesse mantenuto la Terra con il corretto angolo di inclinazione. Gli altri pianeti interni del sistema solare, come Venere e Marte hanno infatti una superficie solida. Come la Terra sono stati vulcanici, ma Marte ad esempio ha solo un vulcano enorme. Né Venere o Marte hanno i continenti come quelli sulla Terra e non hanno oceani. Quando la Luna ha cominciato ad esistere, è stato fatta dal materiale che proveniva dalla superficie della Terra. Questo evento ha rotto la superficie della Terra. Poiché la Luna era così grande e così vicina, l’attrazione gravitazionale ha impedito alla crosta terrestre di diventare solida – mantenendo il movimento noto come tettonica a zolle. Questo ha fatto sì che la Terra abbia molti vulcani, sparsi intorno alla sua superficie. Questi vulcani sono costantemente esplosi, portando metalli e minerali dal centro della terra fino alla sua superficie. Questi metalli e minerali sono stati fondamentali per lo sviluppo della vita. All'inizio del suo rapporto con la Terra la Luna era molto più vicina a noi di quanto lo sia ora . La sua gravità era così grande che ha creato enormi maree negli oceani della Terra. Questi materiali continuavano a muoversi ed a miscelarsi in un momento in cui era importante creare il 'brodo chimico' su cui sviluppare la vita. Col passare del tempo la Luna si è gradualmente spostata più lontano. Le maree sono diventate meno potenti ma ancora presenti, come lo sono oggi. La loro presenza è parte di ciò che ha permesso alla vita di migrare dagli oceani gradualmente verso la terraferma.

.

suggerisco inoltre la visione dei seguenti video: QUI - QUI

 

.

Commenta il post