Human Beings

Pubblicato il da G B

FREESKIES HUMANS

Secondo la singolare ed assai verosimile esegesi biblica di Mauro Biglino, il crudele alieno di nome Yahweh, in combutta con l’astuto egiziano transfugo Mosè, incitarono da dietro le quinte il popolo ebraico a produrre un idolo d’oro con una duplice finalità. Ebbero la prova della malafede di alcuni di loro (che furono quindi prontamente trucidati) e riuscirono con uno stratagemma ad accaparrarsi tutto l’oro di quei popoli nomadi, che avevano deciso di vessare ed utilizzare per scopi nefasti.

Passano i secoli ma la musica non cambia. Nel 1913, la presidenza degli Stati Uniti d’America, disponeva la creazione di una banca centrale privata, la Federal Reserve, con il compito principale di conservare tutto l’oro statunitense dando in cambio ai cittadini cartamoneta convertibile. In ogni momento, qualsiasi cittadino poteva recarsi alla FED e farsi convertire i suoi biglietti cartacei in oro sonante. Tale ovvia disposizione venne incredibilmente abrogata nel 1933, durante la Grande Depressione, per motivi di emergenza e sicurezza … sempre le stesse puerili scuse con le quali il potere vessa i suoi sudditi e li emargina in recinti esistenziali sempre più esigui. Tutto l’oro in mani private venne così requisito e depositato presso quel forziere privato che è la Federal Reserve, in cambio di una blanda e fallimentare supervisione del sistema monetario interno.

Sappiamo poi che il presidente J.F. Kennedy venne probabilmente ucciso perché aveva deciso di creare una valuta statale concorrente al dollaro della FED con controvalore in argento. L’ordine presidenziale aveva il numero 111-10 che venne poi ignorato dal suo successore ed infine revocato dall’ottimo attore Ronald Reagan nel 1987.

Nel periodo fascista, in Italia, si richiedeva alla popolazione di donare alla patria gioielli e fedi nuziali in oro, sempre per esigenze di sicurezza ed emergenza, mentre nella Germania nazista si confiscavano i cospicui ‘tesoretti’ aurei degli ebrei.

 Tornando all’oggi, possiamo osservare come la situazione sia sostanzialmente la stessa. Con lo strumento della tassazione brutale ed immotivata, alcuni stati europei hanno razziato l’oro in mano ai cittadini, con lo strumento finanziario. La miriade di ‘Compro Oro’ in giro per le città maggiori ne è una prova fulminante. La scusa è sempre la stessa: l’emergenza. In nome dell’emergenza si compiono omicidi, si svendono i diritti civili, si fanno razzie, si espropria, si autorizzano genocidi.

collage simbolico

L’oro è sempre stato un elemento indispensabile per la conduzione del potere ed anzi è sull’oro che si basa il potere stesso. Fin dal tempo degli Anunnaki infatti è stato l’oro a dirigere le operazioni strategiche del potere. Oggi nulla è cambiato perché viviamo in una società sostanzialmente identica a quella sumera, con i suoi rituali velenosi, le sue gerarchie usurpate, sotto lo scarpone fetido del potere immeritato e feroce. I poteri temporali e ‘spirituali’ sono sempre pressoché gli stessi, con il loro corollario di polverose palandrane e copricapi ridicoli ed indecenti. Simboli esausti di un potere fetido, marcio, giunto probabilmente al suo capolinea. Sappiamo però chi correrà probabilmente a sostituirne le funzioni: una miriade di nano elementi correlati in rete, gestiti da intelligenze artificiali apparentemente invisibili. Tutto ciò è la promessa ferale della rivoluzione digitale, sempre alla ricerca di mano d’opera a basso costo, di un lavoratore scemo che scavi l’oro per loro conto. I nani di Biancaneve siamo noi, siamo noi i cercatori d’oro per esigenze altrui. Siamo noi i nani che devono rimanere tali a tutti i costi. Che non devono alzare lo sguardo, che devono procedere nel buio, con le misere contropartite di un’esistenza programmata, confinata e pittoresca.

Siamo noi i nani irreggimentati dagli strumenti del nostro stesso lavoro che ci costringe, pena la fame, a perseguire ideali posticci, a non guardare in faccia la realtà. Ci costringono nella condizione di nanismo con tutti i mezzi, quelli apparentemente leciti della cosiddetta ‘sanità’ e quelli illeciti e parzialmente occultati, ben protetti dalla solerte propaganda attiva del regime. Sempre lo stesso.

http://anticorruptionsociety.com/2011/02/19/how-the-federal-reserve-banksters-stole-our-gold/

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

paolo 05/04/2014 10:05


Si afferma anche che Mosè sia figura leggendaria e dunque mai esistita, alla stessa stregua del legislatore dell'India arcaica o pre-vedica denominato Manu. Al riguardo è appena uscito un tomo
assai corposo intitolato 'Did Moses exist?'. E la risposta è 'no'. 

Ghigo Battaglia 05/04/2014 12:49



Grazie Paolo ma lo abbiamo capito ormai, realtà e finzione sono categorie superate. Non lo dico tanto per dire ma per deduzione. Se osserviamo
l'oggi, chi crea gli eventi e le cosiddette vicende storiche o politiche sono le stesse entità che producono finzioni e che controllano i media. Quali differenze quindi possono esistere tra
realtà e finzione?   



Claudio 05/03/2014 19:17


Nessun turbamento. In ciascuno di noi c'è il Faraone e c'è Mosè. Mi dispiace che la base della piramide (99 % della popolazione) continui ad alimentare il vertice (il Faraone) ed ignori Mosè. Se
poi qualche erudito sostiene che l'Ispiratore di Mosè sia peggio del Faraone, in questo caso da lettore devo pubblicamente esercitare il mio diritto di rifiuto del prodotto offerto.Tutto qui.
Ciao e grazie.


 

Ghigo Battaglia 05/03/2014 20:59



Bene, sono contento. Tutto meno che gli inamovibili tabù. Grazie per la franca risposta. Su Mosè, direi che con il faraone condividono forse e probabilmente la
stessa 'stoffa'. Mosè è un oscuro intermediario che non esita a fare stragi di dissenzienti! Dov'è quindi la sua grandezza? Il suo timore continuo di essere ignorato o 'tradito' dal popolo,
solleva poi comprensibili e leciti dubbi sulla sua presunta maestà. Ciao 



Claudio 04/30/2014 21:39


Secondo i filosofi della Natura l'oro di tutte le miniere della terra è metallo volgare,corporale e morto, essendo pervenuto al termine della sua perfezione secondo natura e quindi improprio a
generare, per cui agli alieni di cui parla il tipo citato  " non gliene può fregare di meno". Trattare poi in questa maniera il colossale Mosè ....

Ghigo Battaglia 05/01/2014 02:24



L'oro ha molte proprietà e caratteristiche uniche. Su Mosè, ho citato la lettura di Biglino ma ho sempre considerato le vicende bibliche come un'incredibile saga assai poco spirituale, molto
triste ed assai oscura. Ti dirò inoltre che lungi dal considerarle universali le ritengo assai particolari, senz'altro però parte di un documento storico antico ed utile. Le ho sempre ritenute
come un 'corpus' che in fondo non ci appartiene. So che ciò può turbare la sensibilità di alcuni ma cosa ci posso fare?        



Zret 04/30/2014 17:36


C'est à dir... esseri u-nani...


 


 

Ghigo Battaglia 05/01/2014 02:30



Carina questa! Il Neanderthal era evidentemente troppo forte e 'centrato', non pensi?



wlady 04/29/2014 14:35


Ciao Ghigo,


è proprio così, quei nani siamo noi, da quando l'élite Anunnaki ha deciso di sostituire gli "Igi-gi" (schiavi degli dèi, Anunna di grado inferiore), creando il "Lulu-amelu", cioè noi schiavi
moderni.


In quel tempo, gli Igi-gi si erano ribellati per il duro lavoro che dovevano affrontare nelle miniere d'oro nell'Abzu (Sud-Africa); un ammutinamento, molto cruento che senza l'intervento di Enki,
Enlil suo fratellastro avrebbe fatto una brutta fine.


Così Enki, ha creato lo schiavo geneticamente modificato (noi), per alleviare il duro lavoro degli Igi-gi.


Non va dimenticato che non solo Kennedi, è stato assassinato, lo hanno fatto anche con altri che avevano la malsana idea di riavere il proprio oro dalla FED; Gheddafi voleva riunire tutta
l'Africa sotto una unica moneta, "Il Dinaro d'oro", beh, abbiamo visto la fine che ha fatto.


Anche la Germania reclamava il suo oro, depositato nelle casse della FED, ma sembra che solo il 10% gli sia stato restituito, oro che sembra essere tale solo in apparenza perché ricoperto...


Adesso Putin sembra voglia emettere la sua carta di credito, e la banca americana della MasterCard; Questo evento non è banale, e le conseguenze renderanno molto nervoso il mondo delle imprese, a
partire dai sistemi di pagamento negli Stati Uniti, che li priverà del 40% del mercato globale.


Ne vedremo delle belle, uuna cosa è certa, le guerre sono sempre avvenute per quel maledetto metallo, che oggi chi lo detiene lo ha trasformato in carta straccia a partire dalle prime banche
della Nobiltà Nera Veneziana, ecerto, questa truffa l'abbiamo inventata noi, passando per i secoli dalla chiesa di Roma (quella che detiene un grosso deposito d'oro), e ancora prima da Babilonia
in quel di Sumer.


Ciao Ghigo;


wlady 


Questo evento non è banale, e le conseguenze renderanno molto nervoso il mondo delle imprese, a partire dai sistemi di pagamento negli Stati Uniti, che li priverà del 40% del mercato globale. -
See more at: http://guardforangels.altervista.org/blog/#sthash.ayg4SXuG.dpuf


 


Questo evento non è banale, e le conseguenze renderanno molto nervoso il mondo delle imprese, a partire dai sistemi di pagamento negli Stati Uniti, che li priverà del 40% del mercato globale. -
See more at: http://guardforangels.altervista.org/blog/#sthash.ayg4SXuG.dpuf

Ghigo Battaglia 05/01/2014 02:28



Anche alla Cina sono stati rifilati lingotti di palladio placcati oro, poi sostituiti da una montagna di Amero, l'Euro del futuro megastato nordamericano. I sette nani, nell'ordine da destra
verso sinistra: gli intellettuali potenti, i militari, i banchieri, i burocrati, la media borghesia, la piccola borghesia, il proletariato, non a caso, muto. Che ne pensi?