Fondamenti Magici del Pensiero Moderno

Pubblicato il da G B

.

E’ difficile definire il significato della parola magia, spesso inserita in contesti ampi ed indifferenziati assieme all’astrologia, all’alchimia e ad alcune pratiche sciamaniche. Direi quindi che la magia è comunque in principio un linguaggio archetipico, che possiede la sua sintassi, la sua grammatica ed alcune sue regole fisse di costruzione e sviluppo. Dion Fortune, la celebre psicologa e scrittrice britannica, la suddivide in categorie in base all’intenzione di chi la pratica e la usa. L’opera letteraria di Fortune Dion rappresenta un contributo indispensabile per comprendere il posto d’onore che la magia possiede nella creazione del pensiero moderno e contemporaneo occidentale. In Inghilterra alla fine dell’ottocento, erano attive centinaia di ‘logge’ o circoli esoterici dediti allo studio dell’ermetismo ed alle reiterazione delle pratiche magiche. A questi circoli appartenevano personaggi di primissimo piano nei settori della scienza, della politica, della cultura e del pensiero, dediti anche alla evocazione ed invocazione di entità di difficile definizione, menzionate con il nome di ‘elementali’ o più semplicemente ‘demoni’. Ben note sono soprattutto le dissertazioni della Dion sulla creazione e diffusione delle ‘eggregore’ o ‘menti di gruppo’, risultato di concentrazioni collettive in vista di dettagliati piani d’azione.

 

Basterà per comprendere la portata effettiva di tali frequentazioni far correre la  memoria a  Giuseppe Mazzini, il padre fondatore del nostro paese, celebre massone esoterista di fama internazionale e residente forzato a Londra. Di questi circoli esoterici dediti allo studio ed all’utilizzo pratico della magia, famoso è quello della ‘Golden Dawn’ (trad.: Alba Dorata, guarda caso) nel quale confluì per un certo periodo la stessa Fortune Dion.

 

Non volendomi disperdere nei mille rivoli della cronaca (spesso aimé nera), vorrei solo segnalare il contenuto esoterico/magico di alcuni movimenti politici come il nazismo, il comunismo ed il presente nuovo ordine mondiale (o globalismo che definir si voglia), nonché di correnti di pensiero quali il darwinismo, la psicoanalisi e notevoli ‘filoni’ della cosiddetta scienza e tecnica contemporanee tra i quali anche il transumanesimo ed altre discipline ad esso legate. Dopo la seconda guerra mondiale le elite (politico/magiche) decisero di diffondere alcuni stilemi e simboli verso il grande pubblico, con lo scopo possibile di accrescerne ancor più la potenza. Così nacque la cultura POP (popular) che, attraverso sorprendenti mezzi di diffusione (radio, televisione, stampa), era ed è in grado di veicolare contenuti simbolici (con valori magici) alle masse, interferendo pesantemente nella vita sociale e personale degli individui tutti. La manipolazione del ‘reale’ è uno degli obiettivi della magia che si compie innanzitutto in dimensioni eteree e sottili. Il potere della mente è sempre presente nella coscienza del mago, che non può permettersi di ignorare, adoperandosi nella canalizzazione di elementi utili a contenerlo e reindirizzarlo. I servizi segreti parteciparono a tali indottrinamenti di massa e le ultime mezze rivelazioni, dirette al vasto pubblico, continuano questa opera cominciata secoli addietro. Hollywood (Holy-Wood = legno santo = bacchetta magica) presidia oggi l’immaginario collettivo, impedendo ai saperi positivi di farvi ingresso, relegando l’umanità in una condizione prona sottolineando scenari privi di senso, proponendo eroi disperanti e solitari e, soprattutto, lasciando un’impronta indelebile sulle nostre speranze ed illusioni.

 

Paolo Franceschetti ha efficacemente divulgato sulla presenza del ‘filone’ magico nei vertici delle strutture stesse di governo e la gestione degli eventi rappresenta un fattore fondamentale per i maghi neri (stregoni) attualmente al potere. La magia non è quindi solo un hobby per annoiati perversi ma una delle matrici fondanti il nostro mondo contemporaneo. Non dimentichiamo che gli stati moderni altro non sono che filiazioni dello stato francese post illuminista e dello stato inglese post rivoluzione industriale: due strutture artificiali edificate dalla massoneria con lo scopo di rimodellare la società degli uomini a loro immagine e somiglianza. Garibaldi e Mazzini sono solo gli epigoni di tale disegno che ha visto nella fondazione degli Stati Uniti il suo più grande progetto realizzato. Ovviamente l’Onu e l’Unione Europea sono altri ‘step’ del progetto verso l’instaurazione del nuovo ordine mondiale che rappresenterebbe la perfezione dell'opera, consistente nell’aver soggiogato il pianeta intero ai loro voleri.

 

Per concludere questa rapidissima riflessione, occorre quindi tenere bene a mente il ruolo del linguaggio magico nella nostra società per meglio comprendere eventi che spesso sfuggono alla nostra comprensione. Ciò avviene perché non ne possediamo il codice di lettura giusto. L’11 Settembre per esempio cela un chiaro significato ferale per la ‘grande loggia’ degli Stati Uniti: le torri gemelle come le colonne gemelle del Tempio (J&B), il WTC7 dal nome eloquente di Salomon Brothers Buildings! Crollano i simboli della loggia ed i massoni 'consapevoli' scappano …

.

Commenta il post