Dubbi sulla Morte delle Elite Polacche

Pubblicato il da Ghigo Battaglia

Mentre in Italia, assistiamo nostro malgrado allo snervante teatrino della politica nostrana (di cui non importa più niente a nessuno) in Polonia accadono fatti gravissimi su cui occorrerebbe riflettere a lungo. Riportiamo un altro articolo dal sito temporaneo della giornalista Jane Burgermeister:

"Le elite polacche sono state rapite ed uccise in Polonia? L’assenza di resti umani nel luogo dell’incidente alimenta speculazioni - (April 22, 2010 by Jane Burgermeister) - polacco.jpgIl giornalista televisivo polacco Slawomir Wisniewski, che è stato il primo a raggiungere il sito in cui è caduto l’aereo Tupolev con a bordo figure chiave dei vertici militari polacchi, alcuni figure civili di rilievo ed il Presidente polacco Lech Kaczynski, ha affermato che non c’era nessuno a bordo dell’aereo ad eccezione dei membri dell’equipaggio. In una intervista al giornale Rzeczpospolita (RZ), ha detto di non aver riconosciuto elementi riferibili a persone:“non c’erano segni delle centinaia di persone uccise nell’incidente” e:”non c’erano sedili, valigie, borse, semplicemente nulla e soprattutto nessun resto umano, solo un terribile silenzio”. Wisniewski ha detto di aver filmato un altro incidente aereo nel 1987 e di aver visto i resti di corpi dappertutto. Ha detto inoltre: “ il fatto di non averli visti a Smolensk mi fa sospettare che non c’erano passeggeri a bordo, solo l’equipaggio …”. Wisniewski è stato malmenato e gettato a terra da agenti dei servizi segreti russi, che hanno sequestrato il film, ma è riuscito a tenere il nastro che è stato poi messo su internet. Un altro film del luogo del disastro che è apparso l’11 aprile e che è stato girato da un giornalista ucraino usando il suo telefono cellulare, non mostra segni di corpi. Secondo i report su internet, il giornalista è morto in ospedale a Kiev, dopo essere stato aggredito con un coltello e dopo che i sistemi di rianimazione sono stati disconnessi. Le assenze di qualsiasi segno di corpi alimenteranno speculazioni che le elite polacche sono state attirate verso l'aeroporto, od in altro luogo, e rapite in Polonia e poi trasferite in carcere, forse anche in prigioni della CIA per un interrogatorio, prima di essere uccise. L'incidente aereo in Smolensk è stato poi messo in scena per spiegare la loro scomparsa. Il governatore della banca centrale polacca, il capo della sicurezza nazionale ed i generali dell'esercito che si presume siano morti nello schianto, nonché il Presidente, due candidati presidenziali e gran parte del partito di opposizione, hanno aperto la strada al Primo Ministro polacco Donald Tusk per seguire politiche pro-Euro, pro-F.M.I. e pro-Gazprom che arricchiranno i globalisti. Ci sono state anche segnalazioni di agenti polacchi entrati nello studio di una delle vittime dell’incidente per cercare tra i suoi file solo due ore dopo che l'incidente aereo è stato annunciato, suggerendo quindi che l'incidente sia stato pianificato."

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post