Crimini, Cause ed Effetti

Pubblicato il da Ghigo Battaglia

    -
Nella nostra storia recente, sono centinaia gli eventi organizzati  utilizzati come mero pretesto per suscitare un’adeguata e scontata azione di risposta che vengono invece spacciati dai media come ‘naturali’ oppure imprevedibili. Eventi organizzati come causa di un inevitabile effetto desiderato. Solo l’evangelico ‘porgi l’altra guancia’ sarebbe in grado di scardinarne il malefico costrutto ma il perdono, altissima prerogativa umana ancor prima che cristiana, in questo freddo e disumano sistema non è davvero previsto. Nel caso della strage alla scuola Sandy Hook, l’effetto desiderato è il sottrarre le armi automatiche dalla gestione civile e privata per lasciarne l’uso esclusivamente alle forze dell’ordine organizzate.
-
La cronaca di questa presunta strage si arricchisce ogni giorno di fatti e di testimonianze sorprendenti. Dopo le incredibili vicende dell’arma di Adam Lanza (il presunto killer, morto invece probabilmente il giorno prima (1)) riposta non si sa come nel bagagliaio della sua auto (un fucile di marca ‘BushMaster’) e dei genitori delle vittime che appaiono allegri e sorridenti (2), spuntano altre incongruenze. La prima riguarda una reporter televisiva di colore abbastanza nota (Audrey Washington (vedi le foto qui: 3)) che nelle sue pagine su Twitter pubblica alcune fotografie dei fatti della Scuola, teatro della strage, alcune ore prima che il fatto accadesse! Così almeno appare dalle didascalie delle suddette fotografie. La seconda è la presenza inquietante ed ancora ingiustificata di due insolite suore nel parcheggio della scuola. Di tali ‘sorelle’ non si è riuscito a individuarne l’istituto di appartenenza e neanche comprendere il perché si trovassero in quel luogo ed a quell’ora (4).
-
-
La vicenda oscura della Scuola Sandy Hook è così ammantata da troppe incongruenze che lasciano intravvedere l’esistenza di una regia occulta, organizzata, fredda, decisa e tuttavia anche un po’ cialtrona, esattamente come accadde per l’11 Settembre. Il risultato di tale presunta messinscena è quello che potrebbe rivelarsi nel futuro come la scintilla che ha fatto scoccare la guerra civile negli Usa: la messa al bando delle armi automatiche ad uso personale, un diritto sancito dalla costituzione, comunque sia un duro attacco alle libertà civili negli Stati Uniti (5,6).
-
Barack Obama (alias Barry Soetoro) si configurerebbe, se tali illazioni si dimostrassero reali, come uno dei più grandi mentitori di tutti i tempi, magari inconsapevole. Sul presidente (già vincitore del premio Nobel per la pace, rammentiamo, pur avendo inasprito la guerra in Afghanistan), la favola dell’uccisione di Bin Laden, la mancata chiusura di Guantanamo, l’assenza dei suoi dati di nascita ed universitari e la mancata nuova inchiesta sui fatti dell’11 Settembre,  pesano già come macigni sulla sua credibilità.
-
-

Commenta il post

Zret 01/29/2013 19:02


Non ero al corrente del fenomeno di coloro che negli U.S.A. alias Impero di USAtana si preparano ai disastri ed alla guerra civile. Credo siano previdenti, come le "vergini sagge" del Vangelo.
Noi Italiani, anzi italioti siamo immersi nell'inerzia e nell'ignavia. Sì, il 9 11 è un punto di svolta per il mondo intero. L'ascesa dell'Oriente è prevedibile. Tornando
all'Esperia senza speranza, temo che riceveremo una bella batosta, non appena si insedierà il nuovo infernale governo, il cui primo atto sarà la riduzione del contante... Mala tempora
currunt, sed peiora parantur.


Ciao e grazie a te.


 


 


 

Ghigo 01/30/2013 08:53



Sui Prepper (quelli che si preparano) si possono consultare in inglese:


http://www.prepperwebsite.com/  oppure, in italiano:


http://www.prepper.it/



Zret 01/29/2013 15:41


E' uno degli eventi più sanguinari e sinistri degli ultimi tempi, una tragedia consumatasi nella patria dei media ipnotizzanti e mendaci, in una nazione forse prossima ad una dilaniante guerra
civile. La mente corre allle "profezie" di John Titor che vaticinò un conflitto intestino negli USA ed una secessione. Obama. Soetoro è l'alfiere nero di una cospirazione
satanica.


Ciao

Ghigo 01/29/2013 18:24



Si, un evento notevole ed oscuro. Negli Usa cresce l'ansia di pari passo con movimenti secessionisti. La fine dell'impero però era già stata preconizzata dall'11
Settembre e credo che l'ascesa di Dubai ed altri emirati lascino presagire un futuro orientale e medio orientale nonché un periodo di piccola glaciazione. Non si comprenderebbe altrimenti
perché costruire enormi grattacieli nel deserto a 50 gradi all'ombra! Sempre negli Usa c'è il fenomeno dei prepper, quelli che si preparano ai disastri ed alla guerra civile. Se colleghiamo il
tutto con la crisi economica, le radiazioni da Fukushima e le brutali ed onnipresenti scie chimiche, il quadro che ne emerge è davvero sconfortante. Quale sarà la ricaduta sul nostro
dissestato mondo antico? Grazie per il commento Zret, un caro saluto, G.B.