Commenti a Notizie d'Interesse

Pubblicato il da G B

.

La centrale nucleare di Fukushima, nello stato in cui versa attualmente, potrebbe rivelarsi come una minaccia per tutta l’umanità. Tre dei suoi reattori sono fusi in modo incontrollato mentre la Tepco, la compagnia proprietaria dell’impianto, riesce solo a tamponarne le conseguenze, riversando nel Pacifico tonnellate di acqua contaminata. La situazione è davvero grave, si veda al proposito questo esauriente video (in inglese) QUI. Fukushima è una spada di Damocle per tutti noi, chi riuscirà ad intervenire per disinnescarla? Temo davvero che il futuro probabile ‘salvatore’ dell’umanità potrebbe chiedere in cambio un prezzo esorbitante.

.

Negli Stati Uniti ovviamente la violenza dilaga: sono aumentati nell’anno scorso del 12 percento i reati contro la proprietà mentre i crimini violenti sono aumentati del 15 percento. Sono ormai quasi cinquanta milioni gli statunitensi che si sostengono grazie all’assistenzialismo statale e mangiano con i buoni pasto nelle mense pubbliche. Questo significa che il paventato collasso dell’impero Usa è in realtà già avvenuto. Evidentemente per il crollo della valuta hanno in mente tempistiche e modalità differenti. Vedi al proposito QUI. Mi dispiace davvero per la Botteri, l'inviata dagli Usa, che riferisce le notize d'oltreoceano con una esaltazione partecipativa quasi commovente, in stile 'reporter della Tv pubblica nordcoreana'. 

.

Marte, l’ex pianeta considerato un tempo rosso e sterile, sembra disponga di ingenti masse d’acqua. L’astrobiologo della Nasa Chris Mckay afferma che in alcune decine di migliaia di anni sarebbe possibile terraformarlo inducendone l’ossigenazione dell’atmosfera tramite, guarda un po’, la dispersione in atmosfera di tonnellate di solfuro di carbonile, come quello emesso dai vulcani terrestri. Scie chimiche su Marte quindi, a beneficio dei posteri che potranno disporre di un pianeta nuovo di zecca, anzi no: gli astrofisici cominciano ad immaginare questo pianeta come ricco d’acqua fluida e con un’atmosfera abitabile fino a circa quattro milioni di anni orsono. Si parla infatti non tanto di terraformare Marte ma di restaurarne una conformazione esistente perduta.

.

In Italia infine il futuro comincia a fare paura. Solo le nostre molteplici tradizioni di civiltà riusciranno forse a contenere il grande disagio sociale che stiamo tutti vivendo. Non mi riferisco però al nuovo buonismo papalino falsamente pauperistico ma agli antichi valori, ben interiorizzati, della generosità e della comprensione. Se davvero il neo papa fosse pentito degli sfarzi e delle ricchezze accumulate dall’istituzione che rappresenta nei secoli, dovrebbe innanzitutto pagare l’Imu (anche arretrata) per le migliaia di edifici religiosi messi a reddito e redistribuire una parte delle immense ricchezze vaticane alla popolazione più bisognosa. Siccome così non è e non è stato concludo, forse troppo semplicisticamente, che il pauperismo ostentato dell’odierno pontifex è solo una crudele farsa della quale i media di regime non danno conto, edulcorando d’ufficio i gesti e le parole ben studiate del pastore argentino, già in odore di santità.

.

Commenta il post