Buoni e Cattivi

Pubblicato il da Giosué Bonifaci

.

buoni

.

Esistono personaggi mediatici scelti per rivestire il ruolo del ‘buono’ nella  società dei consumi delle informazioni e delle morali. Personaggi creati per catalizzare le attenzioni altrui, dotati di un carisma personale ben al di sopra della media. Si impongono all’attenzione delle masse apparentemente da un percorso verticale dal basso verso l’alto mentre, spesso, è proprio il vertice il luogo da cui proviene la loro fortuna. Essi sono costretti a rivestire il proprio ruolo a vita, noncuranti dello sviluppo della psiche umana, imprevedibile quanto cangiante e sorprendente. Se esistono i buoni esisterà anche il male. Qual’é il male? La sovrappopolazione che genera i cambiamenti climatici. La mancanza di coesione umana verso obiettivi comuni oppure l’indifferenza verso gli ultimi che non possono neanche accedere alle salutari vaccinazioni!

 

Volti accattivanti, deputati a raccogliere simpatie incondizionate oppure odi altrettanto immeritati. Nella frenesia del tempo che corre, non c’è occasione per farsi troppe domande e si acquista il prodotto pronto all’uso, compiendo il fatale errore di non riconoscerne l’origine artefatta. Marketing dei prodotti e delle anime, come di consueto in tempi di disperazione controllata e tensione programmata come quelli assai oscuri che stiamo osservando.

.

Commenta il post