Articoli Determinativi

Pubblicato il da G. B.

.

Dall’utile volume di Marco della Luna e Paolo Cioni Neuroschiavi ’, traggo alcune utili informazioni legali. Gli articoli seguenti sono inseriti nel nostro codice penale e configurano reati di manipolazione mentale e lesione personale. Il diritto, mirabile costruzione umana che contiene in nuce elementi di sensibilità eccezionali, torna utile come metro di giudizio per prendere coscienza se un atto possa essere ritenuto giustificabile o meno. Le operazioni di inquinamento ambientale di origine intenzionale che osserviamo, sono comprensibili in tali ambiti? Lascio la risposta al lettore od ai competenti in materia giuridica. Per quanto riguarda invece la gestione e la genesi di questa crisi finanziaria, mi domando se non sia da ritenersi applicabile (oltre agli altri) l’articolo 613 bis. Evidentemente qualcuno ritiene di poter agire senza considerare minimamente i diritti altrui. E’ difficile applicare il diritto ma non impossibile. Le operazioni di  geoingegneria clandestina, sono ascrivibili all’art. 582 cp? Diffondere in ogni dove radiazioni elettromagnetiche, nocive per flora e fauna, è da ritenersi un reato? Autorizzare la diffusione dei nocivi organismi geneticamente modificati è un reato? Mi piacerebbe davvero che un coraggioso legale si preoccupasse di risolvere tali interrogativi. Gli articoli: 

Art. 582 Codice Penale. Lesione personale.

Chiunque cagiona ad alcuno una lesione personale [c.p. 583], dalla quale deriva una malattia nel corpo o nella mente, è punito con la reclusione da tre mesi a tre anni.

Art. 613. Stato di incapacità procurato mediante violenza

Chiunque, mediante suggestione ipnotica o in veglia, o mediante somministrazione di sostanze alcoliche o stupefacenti, o con qualsiasi altro mezzo, pone una persona, senza il consenso di lei, in stato di incapacità d'intendere o di volere, è punito con la reclusione fino ad un anno.

Art. 613-bis. Manipolazione mentale.

Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque, mediante tecniche di condizionamento della personalità o di suggestione praticate con mezzi materiali o psicologici, pone taluno in uno stato di soggezione continuativa tale da escludere o da limitare grandemente la libertà di autodeterminazione è punito con la reclusione da due a sei anni.

.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post